" Blog ...sconsigliato a persone impressionabili, minorenni e a chiunque teme di allargare i propri orizzonti ! "

lunedì 29 dicembre 2008

Abduction: nuovo tentativo andato male

da una email mandata oggi a Malanga:

Ciao Malcor

dopo molti mesi ci hanno riprovato alle 3.30 circa del 26-12-2008

stavo dormendo profondamente, qualcosa mi ha svegliata, cioè in una frazione di secondo è accaduto tutto, o meglio percepivo tutto in due tempi, uno fermo e istantaneo e l'altro alterato e come allungato e rallentato, ero sveglia e cosciente, percepivo tutto nitidamente, ero a letto a pancia in giù, qualcosa mi è entrato dalla schiena, altezza dove avevo visto che mi facevano qualcosa in quella base segreta sotterranea dove c'erano i cloni con i capelli neri a caschetto lungo, in combutta con le mantidi, penso sia altezza dei reni, è accaduto tutto in pochissimo tempo o almeno a me è sembrato un lampo,
ho vibrato fortissimo e una parte di me si è alzata come per togliersi il peso dalla schiena inarcandosi indietro ed ero io stesa e me alzata sulle braccia che mi vedevo la nuca da dietro, e mi sdoppiavo come se fossi stata all'interno di una campana e stessi vibrando talmente
tanto con oscillazioni ampie da vedermi e sentirmi in più punti nello spazzio contemporaneamente,
puf!
sparito tutto, disintegrato l'intruso, annientato, mi sono riconessa con me stessa ed ho acceso la luce, mi sono guardata intorno, ho chiesto ad anima (simbad, vedi: Alien Cicatrix e altri pdf di Corrado Malanga) se mi avevano presa e la risposta è stata negativa, ero tranquilissima e serena, ho fatto altri controlli con lo "specchio" (far specchiare le parti nel simbad come sistema di controllo asieme adl altri), anima mi ha detto che quello che ci ha provato è stato disintegrato all'istante,

poi ho fatto le ancore la mattina, ho ricostruito la stanza in cui stavo dormendo, le sensazioni e tutto, poi ho messo una telecamera ed anima mi ha messo il filtro rosso davanti, ho fatto partire la scena e ho visto un varco aprirsi chiaro da cui usciva un essere sembrava di luce come una sagoma le cui estremità/braccia terinavano in ricurvi uncini, forse un horus, non so o un nuovo tipo di lux,

ho visto poi che il varco aveva lasciato una traccia, è strano come forma sembrava un ringonfiamento che lacerava lo spazio in quel punto con una strana bocca ricorda alcuni tipi di animali che vivono in mare nei coralli, forse, e che escono aprendosi e richiudendosi
filtrando l'acqua, con anima e spirito abbiamo richiuso il varco e disintegrato quella strana cosa, ah ecco cosa potrebbe ricordare anche, un xxxxxxxxxxxxxxxx in fuori, solo che xxxxxxxxxxx si
apre facendo passare l'essere per poi richiudersi dietro di lui, è brutto però, ha colori xxxxxxxxxxxx
.

Intervista dell'Ing.Gianluca Santaniello al dott.Corrado Malanga

1) In breve, ci parli di Corrado Malanga e dei suoi studi nel campo dell'ufologia...

ho cominciato a lavorare nel campo ufologico quando avevo circa quindici anni come iscritto del CUN Centro Unico nazionale divenuto poi Centro ufologico Nazionale. Dopo la laurea in Chimica Organica sono entrato nel direttivo del Centro come responsabile scientifico. Sono stato nel Cun per quarant'anni di cui una ventina se non di più nel direttivo di quella organizzazione prima di rendermi conto che alcuni suoi membri erano legati a massonerie e servizi segreti. Uscito da quella organizzazione, mi sono dedicato a vari aspetti della ricerca ufologica dai crop circle alle mutilazioni animali alle abduction. In questo settore ho cercato di fornire degli strumenti adeguati alla ricerca. Ovviamente i detrattori del problema ufologico tra cui gli stessi centri ufologici a cui negli anni passati avevo dato il sangue e che ora scoprivo collusi con i poteri forti, tentavano e tentano tutt'ora di discreditare le mie osservazioni su tale tematica.
La cosa mi ha ulteriormente spinto in quella direzione fino a ottenere buoni risultati sia con tecniche di ipnosi regressiva che di PNL
(programmazione neurolinguistica) mai ottenuti nel mondo.

2) Cosa sono le "abduction"? Chi sono le entità che entrano in gioco durante un rapimento?

le adduzioni sono pesanti interferenze aliene, nelle quali, alcune razze aliene colluse con i poteri occulti di questo pianeta, rapiscono persone per utilizzarle in vari modi. la nostra ricerca ritiene plausibile che alcuni uomini di questo pianeta siano dotati di particolari requisiti energetici a noi stessi fino a poco tempo fa sconosciuti che servono agli alieni per allungare loro l'esistenza. un progetto scientifico segreto per impadronirsi di queste caratteristiche è in corso da migliaia di anni sia da parte degli alieni sia da parte di militari
terrestri. I militari sarebbero il braccio armato delle massonerie di tutto il pianeta. Dunque durante una adduzione entrano in gioco non solo entità aliene di diversa provenienza ma in accordo formale tra loro, ma anche umani corrotti in cerca di immortalità.

3) Spesso si è parlato di evidenze fisiche sugli addotti: cicatrici, ustioni, impianti. Quale valenza scientifica viene attribuita a queste
evidenze? In particolare, dall'analisi degli impianti si possono dedurre delle prove certe che l'oggetto in esame non è terrestre?
E, se sì, qual'è la loro funzione?

La valenza scientifica è altissima data la presenza di radiografie NMR e TAC che mostrano impianti alieni sparsi nel corpo degli addotti. Inoltre le indagini effettuate negli USA da Derrel Sims e dal dottor Leirmostrano dati ricavati dalla spettrometria di massa a struttura fine che dimostrano senza ombra di alcun dubbio la provenienza aliena del materiale con cui questi oggetti sarebbero stati costruiti. Tali probabili microchip sarebbero stati costruiti con materiali a percentuale isotopica differente da quella terrestre. La scienza tecnicamente non si pronuncia e se si pronuncia tende a minimizzare questi aspetti per non dover ammettere che le cose stanno come ho detto. Non esiste infatti alcuna altra spiegazione scientifica per questi dati.
I microchip servirebbero a controllare l'addotto ed ha monitorarlo . inoltre servirebbero a modificare il suo stato coscienziale alterandone pesantemente funzioni vitali e percettive.

4) Che ruolo hanno i Governi in questo tipo di "contatto"?

I governanti che non sono i politici ma gli industriali i ricchi del paese e le antiche famiglie monarchiche del globo, sanno tutto ed hanno
effettuato un patto con le forze aliene. Le forze aliene avrebbero infatti promesso a questi governanti di poter accedere a quell'energia
che allungherebbe loro la vita portando i nostri governanti verso una immortalità. In cambio essi dovrebbero garantire la copertura sulle informazioni, il depistaggio sulle ricerche in questo campo. L'agenda aliena infatti prevede che gli uomini che hanno questa energia devono rimanere all'oscuro di ciò che sta accadendo perché tale energia ha una potenzialità elevata e potrebbe distruggere gli alieni in un sol colpo.
Dunque l'alieno viene a togliere agli uomini qualcosa che loro non sanno
né devono sapere di possedere.

5) Secondo la sua esperienza, quali sono gli elementi comuni presenti
nei racconti di "abduction"?

Tutte le ricostruzioni ipnotiche sono identiche. Dalla fisionomia degli alieni alla descrizione dei luoghi delle macchine volanti, delle operazioni chirurgiche subite dagli addotti, alle pratiche di innesto dei microchip, agli odori ai rumori, alla forma delle apparecchiature utilizzate, alle cicatrici ritrovate sui corpi degli addotti stessi, ai racconti del distacco di questa energia ed al suo utilizzo per alimentare corpi alieni e non, introdotti in opportuni contenitori verticali e orizzontali trasparenti e metallici.

6) Spesso si legge che durante un'abduction, il sottoposto non è in grado di muoversi e agire. Ci sono casi in cui l'addotto ha reagito ai "rapitori" e ha cercato di portar via una qualsiasi prova fisica della sua esperienza?

Gli addotti non reagiscono perché vengono tecnicamente decerebrati eliminando le emozioni dalla loro corteccia cerebrale. Tale decerebrazione è stata identificata a causa del fatto che alcuni addotti ricordano le scene in bianco e nero. La zona della corteccia cerebrale che produce i colori è la stessa che produce le emozioni. Qualche volta gli alieni hanno fatto errori procedurali ed in quei casi l'addotto pare risvegliarsi dal suo torpore, prendere coscienza parziale di ciò che sta accadendo e tenta azioni difensivo offensive che finiscono sempre per consumarsi in pochi istanti, quando cioè l'alieno fornisce con una apposita bacchetta una forte scossa elettrica al corpo dell'addotto. In quei casi l'addotto non cerca di dimostrare che è stato rapito a alieni o militari ma cerca solamente di mettere la pelle in salvo.

7) Qual'è, secondo lei, il caso di "abduction" in assoluto più interessante e perché?

Un caso eclatante fu quello investigato tanti anni fa dalla Bufora inglese. Due addotti un maschio ed una femmina vennero prelevati sui
bordi di una autostrada. Le due macchine ferme ai bordi della strada in due corsie differenti. Il tempo si ferma ed i due soggetti si vedono mentre escono dal tettuccio della loro rispettiva automobile e finiscono in un oggetto volante posto sopra le loro teste. Quando essi vengono riportati in auto gli alieni sbagliano auto e mettono la donna nella automobile dell'uomo. Dopo alcuni istanti si accorgono dell'errore e riscambiano i due testimoni rimettendoli nelle rispettive automobili. Infine il tempo ricomincia a scorrere ed i due si guardano ai bordi delle loro rispettive corsie senza ricordare nulla. uno dei due (l'uomo verrà analizzato con tecniche ipnotiche dalla Bufora e ricostruirà l'accaduto. Dopo due anni attraverso un articolo sul giornale gli investigatori ritrovano la seconda testimone che confermerà la storia del primo addotto.


8) Quando si parla di argomenti di questo tipo, la gente storce il naso un po' per paura un po' per scetticismo. E i media, chiaramente, non fanno altro che fomentare questo disinteresse verso tematiche del genere. Com'è possibile cambiare questo trend

Con la rivoluzione culturale. Si caccino i nostri governanti. Si distruggano le caserme e si aboliscano le inutili guerre si riformino le scuole, si costruiscano i giovani del futuro non sulle raccomandazioni nè sulla meritocrazia nè sui valori delle religioni ma su quelli della
coscienza. Il resto viene da solo.

9) Quando avverrà un contatto esplicito con gli extraterrestri? E quali
modalità verranno scelte?

Il contatto sarà una farsa che è stata già decisa a tavolino. Arriveranno alieni sauroidi che faranno finta di essere cattivi. Gli Americani faranno finta di volerci difendere . La guerra porterà gli alieni quasi a vincere quando arriveranno gli altri alieni che
fingeranno di essere buoni e fingeranno di volerci tanto bene. Gli alieni fintamente buoni fingeranno di vincere e gli altri cattivi di perdere. Poi saremo così contenti di avere dentro di noi un bel parassita luminoso detto LUX (l'alieno fintamente buono della new age
moderna) che ci parassiterà per il resto della nostra esistenza e tutti saremo come degli zombie in mano ai nostri governanti ed agli alieni per sempre.

10) E' quasi Natale, e oltre all'augurio di passarlo serenamente, ci lasci una "chicca inedita", per i nostri utenti, sui suoi studi e su eventuali sviluppi futuri...

I militari collusi si sono accorti che se gli alieni dovessero vincere, essi non rispetteranno i patti ed i primi a morire sarebbero proprio i
militari. Così hanno studiato un piano per eliminare gli alieni e prendersi tutta per loro la torta senza spartizioni con nessuno. Il piano prevede la creazione di una razza umana completamente lobotomizzata ma in grado di ospitare quell'energia che gli uomini hanno ma gli umani no. Questa energia sarebbe tolta all'uomo con delle macchine e linkata a questi umani OGM che per loro natura sarebbero facilmente pilotabili come marionette dai nostri governanti.

Tutto questo si rende necessario perché questa energia sta solo nell'uomo con un particolare dna e non in tutti gli umani. Va creata dunque una razza che abbia biogeneticamente certe caratteristiche accoppiate alla stupidità mentale. I nostri addotti in ipnosi regressiva cominciano a descrivere i laboratori militari dove vengono portati durante le adduzioni, descrivono le placente in cui questi feti vengono conservati. Se le cose le abbiamo interpretate giustamente non ci resta molto tempo.

Fonte: Nonsiamosoli.com

giovedì 25 dicembre 2008

un semplice augurio...


un semplice augurio... che sia (ora) un tempo migliore (per tutti/e)
al di là di fantasie e credi "personali"
...
liberi di credere quel che si vuole...
e fare credere ad altri quel che si crede...
e che altri credano quel che gli si vuol far credere...
ecc...

le nostre realtà non sempre sono la "realtà",
vedere nelle parole di una persona cio' che si pensa di sapere (io so!) di essa il più delle volte è ciò che noi stessi faremmo al suo posto, non-è ciò che lei/lui è e fa realmente,
vedere nel comportamento di una persona ciò che si pensa e si giudica (io so!) di essa il più delle volte è cio' che noi stessi faremmo al suo posto e che stiamo giudicandoci inconsciamente, non-è ciò che lui/lei è e fa realmente...

le nostre fantasie, paure, ossessioni, proiezioni ecc. sono solo nostre... anche se cerchiamo di affibiarle agli altri ^_^

giudicare....
analizzare,
ettticccchettare...
dividere...

finchè non saprete nulla di Voi non saprete nulla degli altri!
sono solo "Vostre personali opinioni... niente di più e niente di meno..."
corrispondono alla vera realtà?

dire agli altri ad esempio di sfogarsi e calmarsi facendo passare la persona per una che si deve sfogare e calmare quando questa è tranquilla e serena è solo manifestare sè stessi,
il proprio problema... ciò in cui si crede... addirittura le proprie fantasie, opinioni, idee, su quella persona quindi proiezione di sè, se dico a quella persona di sfogarsi e calmarsi probabilmente la maggior parte delle volte sono io che mi devo calmare e sfogare ^_^
credere che una persona abbia detto o fatto una cosa perchè per voi ha "quel motivo" o perchè quell'azione secondo voi nasconde una altra cosa o porta a quella cosa... ecc. tutto ciò è Vostro, non di quella persona...
ecc.

quindi...
diffamate, calpestate, distorcete, infangate, attaccate, giudicate, vittimizzate, giustificate ecc. Voi stessi cercando di affibiare agli altri ciò che non volete, anche se potete riconoscere, in Voi... i Vostri conflitti!

...conosci te stesso !

un piccolo pensiero per aiutarmi a crescere e ad essere più consapevole!

^_^

Buon Natale...
che sia una nuova ri-nascita per chi è alla ricerca della verità oltre l'ego, oltre i dogmi, oltre il velo!

^_^

venerdì 19 dicembre 2008

Memoria


"La memoria non è ciò che ricordiamo, ma ciò a cui ci ri-ac-cordiamo. La memoria è "tutto l' eterno presente" !"

by V.Z. aka CatBastet70

Alcune parti di email di alcuni mesi fa e nuove prospettive e opinioni/ipotesi
(errori vari riportati daLl'originale, solitamente scrivo in fretta e a tarda oraEvil Emoticons )

08/08/08

Ciao X ^_^
infatti cercando con google in internet me ne sto rendendo conto... (in riferimento a cosa viene veicolato di PNL ecc.) :(
sono fortunata d'averti incontrato !

ed infatti ora, dopo esermi liberata dalle interferenze aliene e militari grazie a Malanga e al metodo da lui "assemblato" e in seguito migliorato e in continuo miglioramento grazie all'apporto di tutti quelli che lo praticano e che lo fanno praticare, sto cercando di schiarirmi le idee e cercare di vedere dove voglio andare veramente, cosa voglio fare veramente per me e per l'umanità,
quali sono ora gli obbiettivi da raggiungere ed è così che piano piano sono giunta a questo punto ^_^

sono consapevole delle molte pozientalità che "covano" in me (come in ogni persona) e hai centrato in pieno quando scrivi: "hai un cervellomolto potente che andrebbe indirizzato e canalizzato verso importanti obiettivi anche terapeutici" l'unico dubbio è che no so se ho
veramente un cervello molto potente :P
hehehehheeh
stando alle interpretazioni dei dati raccolti da Malanga un addotto ha in se una Memoria Aliena Attiva e quando la si manda via all'addotto o meglio all' ex-addotto rimane la Memoria Aliena Passiva con tutte le conoscenze archiviate ecc,
ho letto di addotti che hanno visto ...( CUT )

ho molti ricordi di tecnologie che sento di conoscere ma che al momento mi sono incomprensibili, è come avere accesso ad una megabiblioteca dove la maggior parte dei libri è in un altra lingua o
che la maggior parte dei libri trattano argomenti che senza le basi sono di difficile comprensione

in ogni caso da quanto ho letto ed appreso sino ad ora sto cercando d'imparare a potenziarlo (il cervello) ancora di più e di attivarlo il più possibile... se è vero che usiamo solo il 10% di esso e conosciamo così poco dell'incoscio e di ciò che può fare se giustamente indirizzato si può aumentare la percentuale e forse raggiungere il 100% o almeno arrivarci molto vicino

per il momento l'andare in LGO (griglia olografica o memoria collettiva o lettura della memoria akasika ecc) l'ho un po' messo da parte, sono arrivata al punto in cui mi sono connessa con la
"Coscienza" cioè con L'intelligenza che permea tutto o SuperCoscienza o Dio o L'UNO ecc essendo consapevole del mio piccolo nel grande (qui ora si entra in cose che a parole sono diffcili da veicolare), cioè esperendo l'essere una parte della Coscienza che è anche individualizzata in me, sono arrivata in diverse occasioni all'origine del tutto (quella che Malanga chiama l'Illuminatore) ed andando oltre cioè giungendo ed essendo nel "non manifesto che ha manifestato se stesso nel suo stesso grembo il quale è la manifestazione di tutto ed è individualizzato in ogni cosa ed in ogni essere, cioè la creazione che permette al creatore di conoscersi e specchiarsi acquisendo consapevolezza di sè" da qui in questi mesi il mettere asieme i pochi dati che avevo a disposizione, confrontarli, cercare l'interpretazione corretta (per quanto possibile) degli archetipi incontrati e trovare il modo di avere il giusto equilibrio, cioè radici salde, tronco robusto e apertura aerea in proporzione sempre... altrimenti facile prendere fischi per fiaschi o... con un schiocco di dita andarmene o come accade a chi vive certe esperienze e non è preparato che mi da il via a movimenti e religioni varie o rischiare come minimo l'andare "via di di testa" ^_^
quindi per evitare di bruciarmi il cervello o di lasciare questo mondo in qualche altro modo :P sto mettendo per bene le radici e cercando di focalizzare quali sono gli obbiettivi ora, quale la "missione" (niente new age) ecc
purtroppo poi sono solo due le persone che conosco e che sono a conoscenza di questo e con cui ho parlato di questo stato d'essere che vivo in certi momenti e con cui abbiamo provato ad approfondire, uno di loro una sera in messanger ha posto delle domande precise a quella
parte che è connessa con il tutto (e il quel momento si è/sono tutto) che attraverso l'individualizzazione che sono ha risposto in modo chiaro e limpido attraverso l'individualizzazione stessa, la cosa è stata di notevole interese e ha apportato una moltitudine di dati che
sto ancora elaborando, analizzando e metabolizando con calma,

comprendo che sia di difficile comprensione, lo è anche per me che vivo queste cose e che mi hanno cambiato la vita in positivo portandomi ogni giorno verso a conoscenza e consapevolezza maggiori di me stessa e del mondo, mi trovo ora con la possibilità di avere a disposizione una ferrari e di sapere a malapena camminare a gattoni ^_^

quindi prima di salire sulla ferrari e metterla in moto per andarci in giro sto imparando tutto il resto ^_^, l'osservo, piano piano imparo a conscerla con molta calma e circospezione e nello stesso tempo imparo a gattonare e poi a camminare arrivando un giorno a salirci, metterla
in moto e a saperla guidare!

08/08/2008 2
humm, non so perchè ma la definizione: "memoria zeppa" mi porta a pensare a un modo errato di memorizzare e di accedere alla memoria stessa (se intendiamo quella di ogni singola persona) la memoria sono portata a vederla, pensarla e ipotizarla come un archivio olografico e frattale (come è per me tutto il resto nell'universo se lo si osserva a livello energetico e d'informazione e coscienza) a cui si accede attraverso la parte fisica, per cui è impossibile che abbia un limite
anzi è sempre in continua espansione ed è l'accesso ad essa che entrando in una modalità errata ( interpretazione ed elaborazione /razionalizzazione dei dati ) per diversi motivi può portare a pensare che la memoria abbia uno spazio X definito ed è causa di errato modo di accesso e archiviazione dalla parte conscia...

ammetto che mi mancano ancora dei dati e quindi potrei sbagliarmi però è quanto sento e mi suona di più in base alle mie esperienze e ai pochi dati che ho e il poco che ho letto in questi anni in merito ^_^
mi cerco i tuoi scriti sulla memoria, grazie ^_^
ho letto infatti qualcosa sui sogni, c'è sempre da imparare ed
aggiungere informazioni

ciao
a presto

09/08/08

...concordo, ho scritto 10 % per dare l'idea che ne usiamo consapevolmente solo una piccola parte ^_^

si, (abbiamo riordi/rappresentazioni/esperienze ecc. "loccalizzati" in memoria a cui si accede attraverso ancore e venire "linearizzati" attraverso il lobo sinistro ( analizzare, catalogare, ridimensionare, ettichettare, giudicare, metabolizzati, ridimenzionati, corretti ecc.)

si ha accesso immediato per associazione e mi porta a pensare la memoria a lungo termine come un ologramma, ho accesso immediato all'informazione che mi serve se i mezzi che mi permettono tale accesso funzionanno correttamente, la parte destra memorizza tutto indistintamente a 360° solo che non ne siamo consapevoli poichè siamo identificati con la vista e la linearità del lobo sinistro a differenza del lobo destro che è olografico se così si può dire (mi è diffcile a volte spiegarmi) , se si guarda e si esperiesce il mondo e la realtà solo attraverso il lobo destro tutto è allo stesso momento, la nostra memoria all'interno della memoria collettiva è come una sfera in espansione all'interno della coscienza universale (sfera più grande in espansione), non esiste un avanti e un dietro o un alto e un basso, non esiste un ieri o un domani, tutto è e si è, nello stesso
istante e nello stesso punto, quando per la prima volta vidi alcune immagini in bianco e nero di riproduzioni di geroglifici e dipinti rupestri in cui più figure erano sovrapposte una all'altra tipo quelli che si trovano nella cava of Les Trois Frères
http://www.zwoje-scrolls.com/zwoje38/text06p.htm
riconobbi subito la rappresentazione come una stilizazione di come si vede e si è quando si usa solo il lobo destro e una volta razionalizzata dalla parte sinistra l'unico modo per rappresentarla è sovrappore tutto nello stesso punto

a circa 7 anni giocando a moscaceca a casa dello zio con fratelli e cugini mi trovavo sulla terrazza che allora era priva di ringhiera,
inconsapevoli di cosa stavano per combinarmi mi attirarono proprio alla fine del terrazino e mi ritrovai senza nulla sotto ai piedi, ho fatto un volo di circa 4 metri, persi i sensi, poco dopo ero fuori dal mio corpo e vedevo il mondo salendo verso l'alto tutto a 360° in ogni direzione con colori che sono irriproducibili (ogni tanto ci provo a disegnare come quando vedo a quel modo), mi vedevo in braccio a mio padre, mi sentivo in braccio a mio padre che era corso subito, ed ero
mio padre che guardava me ero la casa ed ero gli alberi e vedevo la casa e vedevo gli alberi, vedevo il muro dietro a cui si erano nascosti i fratelli e cugini (alcuni molto piccoli) e sentivo che non avevano compreso cosa avevano fatto, per loro era un gioco, ed ero ognuno di loro che mi guardavo, ero i loro pensieri la loro memoria, in quel momento ero ogni cosa e mi vedevo dall'esterno di ogni cosa mi ci son voluti anni per razionalizare questa esperienza come l'altra di
premorte causata dall'erore di alcuni medici in ospedale con l'anestesia alla fine del 2000,

poichè da una parte il cervello destro registra tutto anche mentre dormiamo dall'altra ha la possibilità di accedere a molto di più, il problema avviene quando si cerca di razzionalizzare e dare una interpretazione e linearità a certe esperienze che di linerarità non hanno nulla sopratutto quando la persona è abituata a vedere la realtà da un campo molto ristretto senza quindi una vista e un uso più ampio dei propri sensi e quindi una percezione ampliata, il lobo sinistro va in crunch/blocco, di solito però durante la notte attraverso i sogni qualcosa passa, poi si tratta di interpretare se il sogno era solo un sogno o se era qualcos'altro, si vanno a toccare molti punti, dalla rielaborazione delle ultime ore di cose viste percepite sentite pensate, al ripescaggio di eventi passati, alle uscite più o meno consapevoli in astrale o eterico, al rivivere

poi si ha una nuova "archiviazione" (avviene ogni qualvolta recuperiamo un evento, un dato, un informazione, lo ri-archiviamo in modo diverso con maggiori dati, opinioni, convinzioni ecc.) e si parla di una maggiore "comprensione"

se il cervello facesse sempre tutto da solo probabilmente le cose per certi aspetti sarebbero diverse, purtroppo no sempre "archivia le cose" in modo corretto (pnl, ridimensionalmento, ecc.)
richiedendo consapevolezza e conoscenza per attuare la correzione in modo cosciente
(si), è importantissimo,
ho notato che più convinzioni e pregiudizzi si hanno più la parte sinistra del cervello seleziona e riduce il punto di vista, quindi una volta razionalizato invia al sinistro ( correggo anche se qualcosa ancora no mi torna in teoria invia al destro) e applica ad esso un filtro per cui solo così la cosa deve essere riportata al cosciente e tutto il resto è scarto, però accade che a volte l'incoscio /emisfero destro l'elaborazione del lobo sinistro non gli piaccia ed abbiamo le incongruenze, il lobo destro/incoscio cerca quindi sopratutto attraverso i sogni quando il lobo sinistro è inattivo o molto meno attivo (ad esempio in meditazione o quando si disegna e si fanno cose artistiche e di fantasia) di far passare al cosciente le cose che son state rifiutate (frenate, occulte),
per questo ricordando, analizzando, rivivendo, ridimensionando le immagini degli eventi portano dall'incongruenza alla congruenza e quindi alla fine del conflitto, attravverso l'acquisizione di maggiori dati e consapevolezza si ha l'equilibrio e tutto scorre, fluisce ecc


09/08/08 2

parlo di ologramma cioè di un informazione tridimensionale archiviata nel "bidimensionale" (lo metto tra parentesi poichè il supporto ha comunque una profondità che però è molto inferiore a quella profondità che corrisponde al reale che si ha modo di vedere e percepire visivamente), inoltre l'ologramma ha la particolarità che in ogni punto ha l'informazione del tutto, quindi è più corretto il
discorso di memoria bidimensionale che ha in se l'informazione tridimensionale , quindi una concezione olografica, tagliando un ologramma in pezzi più piccoli ogni pezzo ha la stessa informazione sempre, forse meno dettagliata (qui dipende dalla nostra tecnologia),
fino ad ora mi sembra il paragone più calzante, inoltre se ognuno di noi con la nostra memoria è una parte dell'ologramma atraverso la conoscenza e consapevolezza andiamo ad aggiungere tutti quei dettagli che sono già presenti fin dall'origine (qui mi addentro anche nel discorso che spazio-tempo sono un illusione che ci pemettono di esperire in questa vita e in questo mondo) e che nella individualizzazione della coscienza sono un po' andati "perduti",
non
nel vero senso della parola ma nel senso che sono comuqnue presenti e non accessibili se non attraverso attenta ricerca e ricostruzione,un esempio è quando lasciamo che l'intuito ci porti una soluzine, un ispirazione o un idea, e qui il discorso andrebbe avanti molto ^_^
Poco dopo che scrissi in pvt quanto riportato sopra venivo a conoscenza del nuovo articolo di Corrado Malanga "Il Tempo e la sua Percezione finale" pdf gratuito.

19/12/2008

in parole povere si potrebbe fare un punto della situazione con:

abbiamo due emisferi, ognuno legge la realtà in un suo modo peculiare, il destro (se no si è mancini) in modo “olografico” e in cui risiede "una memoria" a lungo termine e un accesso ad una "memoria di rete", tutto qui e ora (che è possibile razionalizzare solo attraverso il lobo sinistro estrapolando i dati in modo lineare e sequenziale), e il sinistro in modo lineare con la memoria a breve termine, l'accesso alla memoria e strumenti del lobo destro e attraverso il lobo destro all'accesso alla "memoria in rete" (la memoria collettiva, memoria akashica ecc),

entrambi uniti potrebbero essere lontanamente paragonati al disco rigido di un pc collegato in rete (e qui ci sono molti aspetti da espandere), all'interno del disco vi sono archiviate delle memorie che permettono di leggere, archiviare, elaborare, analizzare ecc. (potremmo definirlo il sistema operativo), una memoria interna che lavora in due modi (quella a breve termine e quella a lungo termine, in cui a causa di un qualche evento come ad esempio un trauma alcuni dati vengono archiviati in modo errato e causano disfunzioni ecc.) e poi una propria memoria/archivio e la “memoria collettiva o memoria akashica ecc” che non si trovano a livello fisico nel cervello ma si trovano al di fuori di esso nella rete a cui è collegato il nostro “iper - computer”, nella rete sono state scaricate le memorie esperite e allo stesso tempo abbiamo accesso ad esse (possiamo persino cambiarle cambiando quindi la "realtà" per chi ha i prerequisiti o ha modo di conoscere e accedere alle risorse) ed abbiamo accesso a tutte le altre memorie, come avere accesso a uno nostro personale sito e a tutti i siti di ieri, oggi e domani contemporaneamente, poi si tratta di andare a leggere... vedere, sentire ecc...

qualora i filtri fossero sporchi per diversi motivi o/e la parte fisica fosse alterata (malattia, traumi fisici, ecc.) avremmo accesso alterato sia alla nostra memoria e strumenti interni che alla memorie esterne, tenendo conto della parte che ci porta a “linearizzare”, razionalizzare, tradurre, interpretare ecc. quanto ci arriva da tali accessi dopo il “filtraggio”,

la Memoria aliena attiva (Alien Cicatrix di Corrado Malanga) è in un certo modo interfacciata con la mente dell'addotto e il cervello (parte fisica) , un "inquilino" (di cui ci si può liberare attraverso l'atto di volontà, vedi Alien Cicatrix 2 ovvero "L’ANIMA TRASCENDE E L’ALIENO TRASALE:
UNA RICETTA PER TUTTI" di Corrado Malanga, pdf gratuito) che usa corpo e mente del malcapitato per continuare a vivere, accedere alle sue memorie immettendo e recuperando dati, il fine è conosciuto.

p.s. Quindi si sta facendo sempre più strada la "fantasia" che il "pensiero vagante"(il comune modo di pensare di cui per lo più non siamo consapevoli e che crea la nostra realtà) continua attraverso le ancore a portarci a spasso nel tempo... accedendo alle varie memorie del nostro passato o del nostro "ipotetico e possibile" futuro... ce lo costruiamo sulla base del passato in quanto non vivendo nel presente continuiamo a focalizzarci su cose per lo più negative, raramente positive e costruttive, e quindi a fare come il serpente che si morde la coda... allontanandoci dal nostro reale presente, qui e ora.

L'uso consapevole dell'accesso alle memorie ci permette di accedere a risorse inimmaginabili...

(sono cose che sto ancora approfondendo, per ora sono arrivata sino a qua)

V.Z. aka CatBastet70

Crazy Emoticons

p.s. 2

un interessante esercizio trovato in rete in un articolo nel complesso molto interessante:

INDOSSARE LE TESTE


Un'altra interessante tecnica usata nella Programmazione NeuroLinguistica è chiamata la tecnica dell'Indossare le teste. I ricercatori hanno preso spunto dai riti sciamani in cui lo stregone infilava la testa di un cervo per diventare il cervo stesso. Lo sciamanesimo è molto interessante per l'approccio di immedesimazione con il reame della natura. Gli sciamani riescono ad immedesimarsi e comunicare non solo con gli animali, ma anche con le piante e gli elementi e con intelligenze extradimensionali(4). La mente umana ha una strabiliante abilità ancora poco compresa. Un singolo cervello ha l'abilità di poter immedesimarsi in diverse personalità. Solitamente le persone che riescono a fare questo vengono diagnosticate come affette dal "disturbo da personalità multipla". Chi "soffre" di questo disturbo/abilità manifesta schemi di onde cerebrali in base alla personalità in cui si sono impersonificati in quel momento. Ora, se queste diverse personalità si innescano senza che la persona ne abbia il controllo (solitamente nelle persone che hanno subito forti traumi) possono legittimamente essere considerate come una patologia ed essere curate, se il caso lo richiede. Ma se si riesce ─ con la sola forza della volontà e/o con tecniche apposite ─ a spostarsi in un'altra rete neurale (che non è altro che un'altra personalità), si può considerare colui che riesce in tale impresa come un individuo molto determinato in grado di usufruire di potenziali a tutti disponibili ma che, nella realtà, ben pochi impiegano. Con questa tecnica, o una vostra variante, potrete accedere al database dei campi mentali: l'inconscio collettivo di Jung dove sono contenute tutte le personalità mai apparse. Tutti i talenti di queste personalità sono contenuti al nostro interno! Potrete impersonificarvi in un Gibran se volete acquisire la rara sensibilità di percepire e scrivere versi mistici di incredibile bellezza, oppure se volete capirci qualcosa in più di fisica quantistica d'avanguardia potreste "indossare la testa" di un genio come David Bohm. Oppure per chi è ancor più spregiudicato e vuole individui ancor più straordinari avete un vasto parco di menti straordinarie come Appollonio di Tyana, Gotamo Siddhartha, Zarathustra, ecc(5).
Vi darò questa tecnica in modo parziale, ovvero esporrò solo i punti che a me sembrano salienti, rispetto a quella che potrete trovare nei libri di PNL(6):


1) Immaginati di essere in compagnia di un individuo con doti percettive straordinarie, un puro fuoriclasse dell'osservazione originale! Decidi tu se questo individuo è qualcuno che conosci, un personaggio storico o un prototipo di quello che ti piacerebbe diventare (nota: gli specialisti in questo punto premono sul far decidere all'inconscio chi dev'essere tale personaggio).

2) Rendi il personaggio reale nella tua mente, arricchiscilo di particolari e dettagli.

3) Quando il personaggio è diventato reale preparati ad entrare in lui e percepire con i suoi occhi e pensare con la sua mente. Puoi immaginarti di essere come un fantasma compenetrandolo con il tuo corpo finché i tuoi occhi non sono perfettamente allineati ai suoi. Oppure delicatamente prendigli la testa per indossarla sulla tua, allineando i tuoi occhi ai suoi e successivamente indossando anche il suo corpo.

4) Esperisci la sua straordinaria percezione, osserva con i suoi occhi. Osserva i suoi processi mentali, prendine nota mentalmente, poiché quando ritieni che l'esperienza sia sufficiente dovrai ricordarti di quelle sensazioni, intuizioni, percezioni che hai esperito nell'essere quell'individuo.

5) Torna al momento presente con un ricordo completo dell'intera esperienza.

fonte: http://www.sfidabipolare.net/info/studi/curiosita/materiale/cervello_e_pc.html



giovedì 18 dicembre 2008

CORRADO MALANGA Dal 2008 al 2012…


Il 2008 è visto da molti “come l’inizio di una serie di eventi che cambieranno radicalmente ogni contesto della nostra esistenza”. Le informazioni a riguardo non sono molte ma il 24 Gennaio 2008, Corrado Malanga, a termine di una sua conferenza, sembra averci regalato qualche informazioni in più.
Ma chi è Corrado Malanga?
Il professor Corrado Malanga, ricercatore e docente di Chimica Organica presso l’Università di Pisa dal 1983, si interessa dell’esplorazione nel campo degli oggetti volanti non identificati da quasi quarant’anni, durante i quali ha dapprima organizzato la ricerca per il Centro Ufologico Nazionale (CUN) in qualità di responsabile del Comitato Tecnico Scientifico, proseguendo poi il suo lavoro come fondatore del Gruppo Stargate Toscana. È stato columnist di importanti riviste di settore quali Notiziario Ufo, Ufo Network, Dossier Alieni, Stargate, Stargate Magazine, Area 51, nonché collaboratore di due opere enciclopediche sugli UFO, ed è stato più volte invitato dai principali network radio televisivi italiani per dibattere il tema degli ‘ET’. Fra le più significative ricerche effettuate dal professor Malanga ricordiamo gli studi sulle analisi al suolo di tracce di presunti UFO e gli studi sul fenomeno dei Crop Circle. È autore de ‘I fenomeni BVM’ (Mondadori) con R. Pinotti e ‘Gli Ufo nella mente’ (Bompiani). I suoi articoli possono essere rintracciati in Internet sui siti www.ufomachine.org e www.sentistoria.org. Attualmente i suoi interessi sono rivolti alla problematiche legate ai Rapimenti Alieni (abduction), che studia mediante tecniche di ipnosi regressiva e Programmazione Neuro Linguistica.

Dal sito http://www.automiribelli.org/?p=140 estrapoliamo una testimonianza di quanto è stato detto dal professore Corrado Malanga nella parte finale della sua conferenza:
“Discorso 28 luglio 2008.
Come dicevo la parte più bella di tutta la conferenza è stata quella finale, quella a telecamere spente, quella dove un Corrado Malanga seppur visibilmente affaticato (provate voi a fare quasi sette ore di conferenza !!!) non smetteva di prodigarsi a rispondere sempre in modo dettagliato e approfonditissimo alle mani alzate che si susseguivano senza sosta.
Ecco il suo grande lato umano che ho constatato e percepito. Cosa che mi ha davvero tanto colpito…oltrechè per la sua smisurata cultura.
Insomma, esce la domanda sul 2012, sul “se davvero succederà qualcosa”. A questo punto Malanga tira un sospiro…e poi tace come se non volesse parlarne. Eravamo rimasti in 4 gatti, le telecamere spente e su nostre insistenze a continuare ha proseguito.
“sì succederà qualcosa”…e poi ha cercato di divagare parlando del fatto che non dobbiamo preoccuparci in ogni caso….che questa vita serve per fare esperienze e che prima o poi “si deve crepare per forza”, che la vita è destinata ad avere una fine.
Mi ha colpito molto vedere nel suo volto una certa serenità nel dire queste parole. Ha poi aggiunto che lui in questa vita si è sempre sentito un “estraneo”, che ha sempre avuto il sentore che lui qua propio non ci voleva venire e che come in un certo senso la cosa “gli è toccata” e che non vede l’ora di tornare al luogo di origine.
Come al solito Malanga non è mai avaro di spiegazioni e ha parlato dei Maya che avevano già allora percepito “l’urlo” di un grande evento catastrofico che sarebbe successo in questo nostro periodo. Ha condito il tutto con speigazioni bellissime sul fatto di come la coscienza possa spostare e modificare gli eventi di “bolla di probabilità” che un evento accada (spiegazione simile a quella di Edgar Cayce, il profeta
dormiente) e che nell’arco del tempo la certezza di questo evento è rimasta pressochè immutata a parte piccole fluttuazioni.
Davvero un peccato non aver registrato queste conversazioni. Inoltre e spero di non aver capito male….ha la certezza di questo dai suoi dialoghi in ipnosi con la parte animica degli addotti. Come sapete l’anima è onnisciente e “vive” in una condizione di non-tempo.
Come potete immaginare eravamo sbigottiti…qualcuno ha osato chiedere di più tipo “quando precisamente ?”
E lui se ne è uscito con una frase che mi ha gelato il cuore e che è rimasta scolpita profondamente in me.
“Se dovete fare un mutuo questo è il momento buono….perchè tanto, state tranquilli, non lo pagherete !”
E poi tornando serissimo “…la data è luglio 2008″
Questo è quanto… che dire? Io avevo sempre pensato ai futuri cambiamenti come un qualcosa di positivo, l’inizio di una nuova era di maggior consapevolezza per la razza umana….ma non avevo mai dato peso ai messaggi di catastrofi globali che avrebbero colpito la nostra umanità. Anche in ragione di una delle ultime discussioni qui in questo blog. Ma credetemi…sentir dire quelle parole da Malanga e sopratutto come le ha dette….bè….lo ammetto mi ha messo profondamente in crisi.
Ovviamente non voglio seminare panico, e in cuor mio spero che Malanga si sbagli, non voglio asserire nulla e anzi se qualcuno che era presente vuole aggiungere dell’altro che magari mi è sfuggito o ho detto inesattezze si facci avanti. Ma lo ripeto…….sicuramente ora sto guardando la mia vita con altri occhi.

LucaForlì
January 26th, 2008”

Alcune persone sostengono che nella data fornita da Malanga (luglio 2008) cadrà un asteroide nel mediterraneo, forse tra la Sardegna ed il Lazio o forse tra la Sardegna e la Corsica.
Questa conclusione è tratta proprio da un testo del professore, intitolato “La Fine del Mondo”, e scaricabile qui.

Ovviamente anche in questo caso non ci sono prove concrete a riguardo, se non la professionalità della persona in questione che, esponendosi in questo modo, potrebbe mettere a serio rischio la sua posizione e credibilità, sia come uomo che come professore/scienziato dell’Università di Pisa.


AGGIORNAMENTO GIUGNO 2008:

L'articolo su Malanga che abbiamo scritto noi di Majuro.it è stato pubblicato su molti siti e, nella maggior parte di essi, ha fatto scaturire diverse discussioni a riguardo... In uno di questi siti è stato contattato direttamente il professore che ha risposto con una email dicendo:

"[...] A proposito del problema della fine del mondo vi sengalo che il sette giugno sono a Cagliari a parlare di questo ad una convention dove ci sarà anche Forgione Baiata ed altre persone. Poi ci sarà anche una trasmissione televisiva di Videoline verso le 19. non credo che sarà in diretta ma
registrata.
Dopo aver detto ciò devo sottolineare come io non abbia mai detto che il 28 luglio ci sarà la fine del mondo come qualcuno vuole farmi dire. ma che, dai dati in nostro possesso, alcuni addotti, in ipnosi, collegati con la loro parte animica, hanno più o meno descritto l'evento per una data che potrebbe essere quella. Va ricordato, ma questo l'ho spiegato bene nell'articolo sulla fine del mondo, come funziona il sistema archetipico di comunicazione con la mente e come sia possibile prendere cantonate non solo perché mente non è in grado di tradurre bene gli archetipi di anima ma anche perchè l'evento di per sè è un evento probabilistico che segue le leggi della fisica quantistica. Tale evento ha dunque una fluttuazione.


Il mio pensiero invece è il seguente. un evento cataclismatico secondo me accadrà di certo ma non so quando. so però o meglio credo che questo evento non si farà attendere migliaia nè centinaia di anni.
Sulla base di alcune osservazioni di tipo storico, filosofico, e scientifico riterrei che nel giro al massimo di cinque o sei anni la cosa dovrebbe verificarsi, se non prima. Diciamo in questo lasso di tempo.

Va altresì detto che il mio articolo sulla fine del mondo è stato un esperimemnto mediatico. Se da un lato avevo la necessità di dare alcune informazioni che derivavano dai risultati degli studi effettuati mettendo in ipnosi gli addotti, d'altro canto volevo vedere se chi leggeva l'articolo si divivdeva in due insiemi caratterizzati dai possibilisti e dai negazionisti dell'evento cataclismatico. Infatti la mia idea era che si potesse analizzare le due risposte sulla bse di paura di morire o
assenza di paura di morire. Mi sono infatti reso conto che analizzando centinaia di persone da un punto di vista psicologico, chi ha paura di morire non è dotato di grande coscienza. In parole povere non sa chi è.
Chi non ha paura dimorire rappresenta qualcuno dotato comunque di coscienza forte o di anima. Inconsciamente queste persone sanno che non si muore e quindi non hanno l'impatto con la morte. ben differente è l'impatto con la paura del soffrire che nulla a a che fare con la morte.
Chi non vuole morire è colui che è attaccato al materiale, al potere, al conformismo, alle religioni. la religione, come la cattolica per esempio, è ossessionata dall'idea della morte e del castigo, proiettando una idea del divino che Fromm definisce infantile.
Ecco. il mio articolo voleva verificare chi ha paura di morire per identificare chi non è cosciente di se.
Mi sembra di esserci riuscito.. o no?
malcor"

fonte:
http://www.majuro.it/malanga2012.php

seguono commenti...

ricordo che spesso in forum arrivavano "nik" che trolleggiavano, disturbavano e fuorviavano, consiglio di andare alla fonte, di documentarsi ( per qualche anno) e di usare la propria testa prima di giudicare o avere opinione su quanto sono le Abductions, tutto ciò che "le circonda" e anche su Malanga (visto che non riescono ad aver ragione sul suo lavoro attaccano la persona) in modo da poter discriminare evitando di zompettare in qualche buca che non si è "potuta vedere" per mancanza di conoscenza o di prerequisiti... poi se si cade di brutto difficile rimettersi in piedi e far finta di nulla... alcuni piutosto di ammettere i loro errori preferiscono restare "caduti"... sia da una parte che dall'altra.

^_^

martedì 16 dicembre 2008

domenica 14 dicembre 2008

Sigh sigh :-( non VISUALIZZO

per chi ha problemi a visualizzare

l'avevo inserito in un nuovo topic del forum il 28/07/2008


Cercando ho trovato questo interessante intervento che potrebbe aiutare quelle persone che hanno difficoltà a visualizzare nel S.I.M.B.A.D.

come scritto più volte anche da altri utenti (al momento mi viene in mente Von ^_^) si inizia il "simbad" usando quella parte che è da ognuno più usata, ad esempio se si è uditivo si parte dal suono che potrebbero avere le pareti percosse dalla nostra mano, dal rumore dei nostri passi sul pavimento, l'eco che fa il nostro respiro nella stanza ecc.
se si è particolarmente sensibile al tatto si inizia toccando ogni cosa ecc poi aggiungendo i dettagli che si percepiscono e si notano con gli altri sensi come ad esempio l'odore nella stanza, l'odore del muro, quello del tavolo ecc.

intervento:
Da zio Hack delle indicazioni per chi trova difficoltà nel visualizzare
Sigh sigh :-( non VISUALIZZO

ovvero
Quello che il vostro trainer di PNL non vi ha mai detto sulla visualizzazione e senza il quale non POTETE fare gli esercizi
[contiene la DOMANDA MAGICA per fare QUALSIASI ESERCIZIO DI PNL (con le sottomodalita’)]

Una questione che sorge nei corsi dal vivo e nelle liste e’:
“NON visualizzo… cosa posso fare? AIUTAMI per favore!”
premesso che la demo “comportamentale” e “visiva” ;-) e’ nel video VCD
ecco alcune “considerazioni”:

Primo non pretendere di “vedere” come vedi con i tuoi occhi “fisici” (o come nei sogni)
solo alcuni lo sanno fare… ed e’ un bene
in quanto&#nbsp; saper creare “allucinazioni positive” (o immagini eidetiche)
e’ un’abilita’ che richiede un certo livello di buon senso e protezione (conscia e inconscia)
IMMAGINA come sarebbe parlare con la tua suocera e di colpo la VEDI realmente che si trasforma in Shrek ;-) 3d vivo e vegeto davanti a te…
tipicamente le “immagini interiori” sono piu’ “trasparenti”, fugaci, effimere e nebulose rispetto alla vista fisica e ai sogni
ed e’ ok e “normale” e (in un certo senso un bene)

Poi
NON vederla ;-) nell’ottica ;-) del “visualizzare”
per fare gli esercizi basta che PENSI quindi:
COME pensi?
quando chiudi gli occhi (o li hai aperti) e sei “rapito dai tuoi pensieri”
come li percepisci?
come dialogo interiore con te stesso (Ad)?
(questa e’ una caratteristica tipica degli Italiani… siccome siamo dei “chiacchieroni”, o le nostre mamme lo sono ;-), ci parliamo molto nella testa)
come sensazioni (K)?
in che altro modo?
Partendo dal TUO modo “preferito” comincia a “descrivere una scena piacevole”
se preferisci il dialogo interno (Ad) descrivine i SUONI (A), le sensazioni (K) e infine la parte piu’ “agognata” ;-) quello che vedi nella scena (V)
Brevissimo Esempio:
Ecco sono sulla spiaggia, sento il rumore delle onde, sento la sabbia calda e rilassante e guardo nel mare blu e verde un delfino di cristallo blu-azzurro che salta (ok forse ho esagerato un po’ ;-))

Se preferisci le sensazioni parti da esse e muoviti passando attraverso le altre modalita’ verso le immagini

E ricorda che se TI FOCALIZZI SU QUELLO CHE VUOI
invece che su quello che non va bene o suoi tuoi presunti “limiti” e’ meglio…

E ricorda che la PRATICA e’ quella che produce risultati

Ed infine ecco la DOMANDA MAGICA per fare qualsiasi esercizio di PNL con le sottomodalita’:
quando ti domandi dove si trova un’immagine…
quando ti chiedi dove origina una sensazione
qundo ti domandano se l’immagine e’ associata o dissociata
e la tua risposta e’ boh… sal cazzo&#nbsp; (siamo volgaretti e’ ragazzo… sciacquati la bocca con il sapone ;-))
domandati
Se lo sapessi… quale sarebbe la risposta?
e senza pensare troppo accetta per buona la prima risposta che ti viene in mente

Un ottimo esercizio e’ FARE FINTA DI saper visualizzare
Se sapessi visualizzare… come sarebbero le mie rappresentazioni interne?
…come vedrei questa scena?

Fammi sapere i risultati sulle liste

“Non ho mai trovato una sola persona che non sapesse creare immagini con la sua mente
ho solo trovato persone che credevano di essere persone che non sapevano visualizzare
e come tali si vedevano ;-) ”

Un abbraccio dallo
zio H. e ci vediamo ;-) alla prossima

link fonte:
guide.dada.net/pnl/interventi/2006/04/250758.shtml

^_^

Come comunicano le "mantidi/insettoidi"


Raccolgo alcuni interventi da un forum in cui scrivevo in merito al modo di comunicare delle mantidi/cavallette/insettoidi


Malcor (Corrado Malanga) scriveva:
in questo link http://www.rapimentialieni.org/alien_mantis_due.htm (link
chiuso) c'è la storia di un addotto inglese credo che descrive tutto quello che
abbiamo sviscerato come aspetto estetico delle adduzioni con il nostro lavoro.
Questo dimostra come non sono io che mi invento le cose e nemmeno gli addotti
italiani . Qujesto dovrebbe bastare a Cun Cisu e Cicap per convincersi che stnno
continuando a dire stronzate sull'argomemnto. Leggetevi questa storia e traetene
voi stessi le conclusioni malcor
ho trovato la fonte:
http://www.ufobc.ca/Beyond/prayingmantis-update-april-2008.htm

Praying Mantis Account Part I
Praying Mantis Account Part II
Praying Mantis Account Part III

17/01/2008
avevo una Maa di mantide/cavalletta ho ricordi in cui vedevo questo essere da sveglia anche se mi veniva fatto passare/credere che era un sogno, sono uno dei tanti motivi per cui ho cominciato a cercare risposte per le strane esperienze e negavo a me stessa di avere visto da sveglia quegli esseri, per me c'è sempre e solo stato un dialogo telepatico, il rumore che fanno con il corpo su un deterninato pavimento ricorda lo schioccare di un nylon duro o il nylon a bolle che scoppietta, il dialogo mentale è un qualcosa che ti ariva diretto e viene tradotto dalla mente come traduce tutti gli archetipi e la traduzione ha i suoi limiti se non si consce alla perfezione, raramente ricordo suoni e sono modulazioni impronunciabili e di cui non ho mai dato particolari perchè non ho mai trovato nessuno con cui confrontare, hanno un carattere comune, con determinate peculiarità almeno da quanto ho messo assieme ma è cosa su cui sto lavorando da sola e sono solo all'inizio ^_^ '"> !-->

Blissenobiarella
18/01/2008
Quelli conle matelle li vedevo anche io da piccola. Sono il mio primo ricordo di
"cose strane". Erano alti all'incirca 2.10 attaversavano la mia stanza mentre
ero immoblizzata nella culla, ripetendo sempre gli stessi identici
movimenti...Brrr

Oltre ai tre racconti sulla mantide aliena, ho trovato
molto interessanti i disegni di steve( www.rapimentialieni.org/alien_art_steve.htm ) e il modo in cui
Kristen( www.rapimentialieni.org/rapimenti_ufo_estonia.htm ) riferisce
i suoi sentimeti nei confronti degli orange... Per la verità, è stato proprio
grazie alle riflessioni su questo racconto che, l'estate scorsa, ho potuto
liberarmi dalla MAA di orange...)

Skyplayer
18/01/2008
OK!
Non c'è nulla di strano nella comunicazione con quelle frequenze incomprensibili...
in genere gli insetti terrestri comunicazno attraverso scie chimiche passate da un sogg.A a un sogg.B direttamente sfregando i corpi, vedi formiche, coleotteri...
e con vibrazioni addominale del ventre come api, vespe, locuste...
ma in alcuni animali questi elementi si combinano, come nelle locuste e nelle mosche.

ma non sappiamo molto perchè gli insetti purtroppo o per fortuna non iteragiscono molto con la nostra mentalità comunicativa... api a parte.

Re: ninmah62
18/01/2008

Cat ci sono io se vuoi, confrontiamo? Vorrei verificare se quello che "parlo" è mantidese

parli ?
ci possiamo sentire, da piccola parlavo strane lingue :P
chiamavo le cose con nomi diversi da quelli che mi insegnavano, mi impuntavo pure... ma dissero che nei bambini è normale e non ci feci caso più di tanto, fino a quando emersero alcuni ricordi ... solo che onestamente non so se sia "mantidese" o chissà cos'altro ^_^

poi ho ricordi in cui la mantide/insettoide di turno si comportava in un certo modo per passare le sue info a me e viceversa.

ho ricordi di esseri con capuccio e mantella... ma sembra sia usato da diversi tipi di "esseri"

^_^

PTESAN WIN
18/01/2008
Da quello che risulta a me le mantidi non hanno un linguaggio fonetico traducibile dalle nostre corde vocali...
La comunicazione avviene telepaticamente.
Ricordo comunicazioni molto intense da questo punto di vista...

Lingue strane?
Mmmh...

A me capitava...
Ma era la lingua dell'orange


anna.p
20/01/2008
Le Api
Non so se è così per gli altri insetti, ma con le Api, sicuramente si può comunicare telepaticamente (come con gli animali superiori...)
Mio marito è un amico degli animali, e loro lo sanno...
Un giorno, un nostro amco apicultore , tutto coperto e ben attrezzato, come si conviene in questi casi..., si preparava per una difficile operazione...spostare delle api da un Favo alle arnie. Mio marito si offrì per aiutarlo...
- Ma non puoi, non sei attrezzato...-disse l'amico
- Lascia fare a me...disse mio marito
E detto fatto.. delicatamente , a mani nude, spostò le api...Lui mi riferì che le api lo toccarono , quasi lo ricoprirono , sulle mani, sulle braccia ed anche sul volto...ma era come se lo avvolgessero in una dolce carezza...L'amico rimase di stucco! Ma sinceramente, io sono contenta di non essere stata presente alla scena...perchè mi sarei spaventata moltissimo....! Anna


azrael66
21/01/2008
Ricordo che quando ero piccolo ed assieme a mio fratello trovavamo una mantide, ero solito dirgi che gli alieni erano fatti così, frase della quale io stesso rimanevo stupito.
Al contrario di altri addotti che come me avevano una maa di mantide, ho avuto la passione degli insetti, passione che mi ha accompagnato per una ventina di anni buoni.
Sono alieni tosti di cui è difficile liberarsi, ti ronzano spesso attorno.
Sono carnivori.


in risposta ad una frase quotata dell'intervento di azrael ^_^ :
non ho mai avuto problemi con insetti, sopratutto le grosse cavallette e fin da piccola avevo la passione per tutti gli animali al punto che mi regalarono libri illustrati e un enciclopedia che divoravo avidamente, giocavo oltre che con i miei gatti e cane con i ragni, le farfalle (con queste ancora oggi ), lucertole, gabbiani, gufi, civette e molti altri animali che incontravo in campagna o in montagna, un giorno all'interno di una aereoporto militare mi trovai davanti una piccola mantide verde, mi avevano detto che c'erano ma fino a quel momento non ne avevo mai vista una, la avvicinai con la mano e l'insetto incuriosito vi salì sopra, era nel palmo della mia mano e mi guardava ed io lo guardai attentamente, osservavo ogni piccolo particolare, le avevo viste in foto e filmati e si sa che dal vero le cose sono diverse, ad un certo punto ...sentii dentro alla mia testa un forte schiokko un suono indescrivibile e nello stesso istante l'insetto inclinò di poco la sua testa, le due persone che erano con me e che mi stavano facendo visitare la base dissero qualcosa del tipo che sembrava che ci stessimo parlando, imbarazzata mi avvicinai a una siepe e l'insetto lasciò la mia mano.

Purtroppo sono stata punta da vespe e calabroni e ho avuto reazioni di schok anafilattico di cui uno molto grave, nonostante questo quando me li sono trovata davanti in sogno non ne avevo paura al punto di alzare una mano e aspettare che si appogggiassero, ho comunque un po' paura nel profondo che mi possano pungere ancora e non riuscire ad arrivare in ospedale in tempo cosa emersa anche nei miei sogni in cui ero consapevole che stavo sognando.

^_^

Skyplayer
22/01/2008
Ma gli addotti sembrerebbero accomunati dalla passione per gli animali? Io ho trovato alcuni nostri che hanno cani, gatti e amano il mondo dei piccoletti pelosi e non!
Potrebbe essere una costante degli addotti: l'amore per gli animali...chissà!

Le mantidi sono animali bellissimi, creaure perfette della natura io le amo...almeno perchè non ho epserienza con i loro parente più grossi!

Loro, le mantidi, comunicano producendo una specie di schiocchi, sfregando le zampe, suoni molto caratteristici e impercettibili all'orecchio umano. Non si sa molto di questo però.
lo sfregamento è normale anche in altri insetti: pensate ai grilli, alle cimici...anch se non assomigliano ai suoni delle mantidi, ma il procedimento è quello...
;)
SKP
Alessandra Jani


fonte : esperienze dli un addotto straniero

Alcuni bozzetti e immagini condivise

Astronave
ne ho viste diverse in flash, visioni, ricordi, sogni, e "sogni", nelle foto, che ho forse fotografato, questa è la forma che avevano nell'ultimo sogno, di solito ricordo una specie di uovo/sfera che forse ho anche fotografato in tre scatti alla fine del 2006, sogno raramente astronavi e cose simili nonostante in questi ultimi circa due anni e mezzo leggo e osservo molto in tema.

Alien... strana figura
Ricordo emerso una sera poco prima di coricarmi, un immagine arrivata di colpo alla mente in modo molto nitido per un istante.

Il gatto che teneva chiuso lo scrigno di pietra
Una Strana e Curiosa visione archetipica... Avvenuta visualizzando il "Centro Primario" (TEV)

Strano essere...
una lunga storia che forse un giorno mi sentirò di condividere...

ancora l'immagine di un grigio
un ricordo emerso

l'Essere visto a Verona...


Mau...
Archetipo... uno dei primi, immagine simbolica... vi erano altre figure simboliche in certe occasioni,
forse "ahura mazda", sto ancora confrontando

La cavalletta/mantide/insettoide...
07/11/2006 14.49
Molte cose sono cambiate e ...anche se con molta difficoltà inserisco alcuni dei miei bozzetti... lo faccio solo per aiutare altri che possono aver vissuto esperienze simili... uno, dalla cartella protetta:
Scritto da: CatBastet70 12/12/2005 0.22 mentre questo è il primo bozzetto ... di quello che mi è apparso dietro al volto di un carissimo amico che avevo sognato. Mi aveva detto che era tornato ... che erano tornati...
condiviso qui:
http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=3098873

Un grigio...
http://img228.imageshack.us/my.php?image=ag010906hj7.jpg
questo invece è quello che arrivava nei primi "simbad" asieme ad altri e come quando ho visto glialtri anche quando ho visto questo la prima volta mi è vento un colpo
http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=3098873

Ottobre 2007 visualizazioni, la triade
La triade e altro, immagini archetipiche nelle ultime visualizzazioni...
link all'immagine più grande:


nasone
15/01/2008, alcuni giorni fa sono emersi dei ricordi, in uno in cui stava accadendo una cosa spiacevole, che al momento non racconterò, sono riuscita a vedere in faccia un essere alto con un grande naso...

questo è il bozzetto che ho fatto, il naso qui appare piccolo ... era più prominente e nono sono riuscita a rendere bene l'idea:

http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=3098873&p=10&tid=0f5512722a247038dc9a491f643561583e999ea3085b9508a14743d1031c992c

Sedili e luci
il ricordo di un altro ambiente collegato a una sala con molti macchinari a sinistra, una parete frontale con monitor e una persona in camice bianco con capelli bianchi (mi ricordava un Amico tanto che rimasi stupita di vederlo lì però se lo osservavo meglio la fisionomia cambiava come se fossero due immagini e la prima nascondesse la seconda), a destra una stanza con molte sedie e una parete piena di tv... mi ci hanno trascinata... una volta finito il trattamento sulla prima sedia vicino ai gradini, ero semistordita e mi hanno seduta su una delle sedie e acceso uno dei monitor in cui si vedeva una figura con vestito a righe colorate orizontali, era deformato e le deformazioni cambiavano come se si usasse delle lenti particolari o si avesse ripreso una figura riflessa in specchi deformati.


^_^

LA SINDROME DA ABDUCTION (SDA)

LA SINDROME DA ABDUCTION (SDA)

Ed eccoci giunti all’elenco di tutti quei sintomi che producono la sindrome di cui i rapiti sono soggetti.


Presenza di cicatrici:
Le cicatrici possono essere poste in vari punti del corpo tra cui segnaliamo: sotto il ginocchio, sul piano tibiale (corrispondente ad un prelievo di tessuto osseo sulla tibia e di forma circolare convessa di diametro di mezzo centimetro circa), dietro il gomito (sotto forma di piccolo taglio), dietro il padiglione auricolare (al tatto si sente come una sfera sottocutanea), sotto l’occhio (come una linea di sottile tessuto in bassorilievo), dietro la schiena (posti orizzontalmente, linee in bassorilievo anche molto lunghe 10-15 cm), sul ventre (tondi bruni di forma sempre geometrica attorno all’ombelico), sui genitali (tagli sottili), sul petto (cerchi sovrapposti muniti di centro geometrico), sulle dita delle mani o sull’alluce del piede (piccoli tagli), nell’apparato boccale interno (con sutura del piano palatale sinistro), dietro il collo (tre punti geometricamente disposti a triangolo (per probabile prelievo di midollo spinale, quello interno e per introduzione di anestetico quelli laterali), all’altezza delle spalle al centro della schiena stessa, nell’incavo tra polpaccio e coscia, dietro il ginocchio (tre punti identici a triangolo che sembrano dei nei perfettamente rotondi).
Sotto alcuni di questi segni esiste la presenza di un impianto cioè di una traccia di oggetto di varia natura identificabile radiograficamente o con la Tac (Tomografia assiale computerizzata) o l’NMR (Nuclear Magnetic Resonance).


Presenza di flash back:
L’addotto è caratterizzato, noi diremmo più propriamente perseguitato dalla presenza di immagini veloci che si alterano nella sua mente nei momenti di particolare rilassamento. Si tratta di stimoli dell’inconscio che tenta di avvisare il cosciente che qualcosa di strano è accaduto. Tali immagini vengono fuori quando uno meno se lo aspetta: quando si legge un libro, quando si guarda la televisione, quando si parla con una persona. Nel momento cioè in cui il subconscio ha allentato i controlli sull’inconscio quest’ultimo mette in atto una strategia rivelatrice di contenuti nascosti. Così per esempio, i soggetti che stanno addormentandosi si risvegliano immediatamente in preda al panico causato da qualcosa che è insito dentro di loro ed impalpabile. L’inconscio in questi casi aspetta che il subconscio si addormenti per sparare la sua cartuccia che dice… non dormire che se dormi vengono a prenderti….
I flash back scattano anche per associazione involontaria ed un’immagine vista od un odore od un rumore percepito fanno ritornare alla mente immagini di vissuti dimenticati. È normale che ciò accada poiché si sollecitano i centri legati al ricordo associativo.


Stati depressivi ciclotimici:
Tali stati prendono in consegna i nostri addotti ciclicamente e sono dovuti al fatto che i soggetti soffrono di una inconscia paura di essere ripresi senza poterci fare nulla. Questo stato porta al raggiungimento di stati depressivi che potenzialmente potrebbero condurre il soggetto a fuggire dalla realtà con qualsiasi mezzo a sua disposizione. Frenesie per i viaggi improvvisi, cambiamento di lavoro o di abitudini, suicidio. Gli addotti sono solitari fin da piccoli.


Idea di non essere di questo pianeta:
Indistintamente tutti i soggetti esaminati credono dentro il loro profondo di provenire da un’altra parte del cosmo, di avere figli sparsi su qualche pianeta e comunque manifestano un’ansia la cui causa è la permanenza sulla Terra in corpi che non gli appartengono. Quello che infastidisce i soggetti addotti non è il rifiuto della corporalità bensì la presenza della stupidità umana. E’ come se i soggetti si dicessero di non farcela più a vivere in una società in cui non ci sono valori importanti. Gli addotti sono ecologisti.


Presenza di sogni indicatori:
I sogni indicatori di situazioni particolari sono i sogni di esseri piccoli grigi e maleodoranti con occhi neri tutto pupilla, di varie fattezze con quattro o sei dita, mai cinque. Si sognano esseri alti con sei e cinque dita, mai quattro ed esseri con occhi muniti di pupilla verticale.
Sogni di basi sotterranee in cui anche militari terrestri fanno la loro parte. Sogni di avere dei figli gli alieni ed a volte di vederli. Sognare di prendere parte a strani allenamenti di tipo militare dove si è impegnati in vere e proprie azioni militari.


Azioni particolari:
Bere molti litri di acqua di seguito senza fermarsi, in altre occasioni mangiare eccessivamente salato, svegliarsi ricoperti di una strana polverina gialla che risulta fluorescente alla lampada di Wood (questo è un ulteriore test da effettuare sugli addotti), svegliarsi in una posizione inusuale o senza una parte del pigiama (per le donne quasi sempre la parte di biancheria intima). Svegliarsi con il pigiama al contrario o con una parte del pigiama o della camicia da notte ripiegata sotto il letto, vicino alla finestra o da qualche altra assurda parte della stanza.


Avvistamenti:
Gli addotti hanno sempre visto, nell’arco della loro vita molti ufo ma non hanno mai dato importanza alle molte luci notturne od altre cose viste e ricordate ma quando si va a ricordare meglio il fenomeno ci si accorgerà che il ricordo appare troncato inspiegabilmente. Di solito il soggetto si trova davanti all’ufo ma non sa come è cominciata l’esperienza e nemmeno come finisce anche se l’ufo è molto lontano.


Stati di coscienza allargati:
La presenza di stati di coscienza allargati è una prerogativa di molti addotti nei quali si instaura l’idea che l’Universo sia molto più grande ed abitato di quello che appare. Questi addotti pensano che la religione (quella cattolica per l’Italia) sia una fesseria.
Alcuni addotti sembrerebbero manifestare particolari proprietà ESP, almeno questa sarebbe una loro convinzione che comunque troverebbe conferma nel chimismo alterato della glandola pineale dei soggetti in questione che sarebbe stata sottoposta a bombardamenti di campi magnetici pulsati per avere il controllo della memoria e delle azioni dell’individuo. Su questo particolare aspetto della questione vedere la Ipotesi di Super Spin, ultima parte. Questi allargamenti di coscienza non sarebbero secondo noi, da attribuirsi agli alieni che ci vogliono far fare un salto qualitativo ma semplicemente ad un sottoprodotto dei rapimenti da una parte del tutto biochimico ad opera della melatonina secreta dalla pineale e dall’altro dal fatto che gli addotti dentro di loro conoscono una verità che li pone del tutto inconsciamente, su un piano sociale e spirituale più elevato.


Missing time:
Gli addotti hanno sovente momenti della loro vita che fanno fatica a ricordare od hanno completamente rimosso. Sono facilmente individuabili con opportune tecniche di PNL e sono caratterizzati dalla mancanza di cronologia delle cose fatte. In altre parole il soggetto non sa cosa ha fatto prima e cosa dopo. Non sa più mettere insieme l’intero episodio nel suo insieme e questo aspetto è da relazionarsi con il sistema di alterazione della memoria indotto dagli alieni. Si tratta di pulsazioni di campo magnetico sulla pineale come in altra sede abbiamo già detto.
Difficoltà a correlarsi con esseri di sesso opposto:
Tale difficoltà si esplica nel tentativo di avere un’attività sessuale normale ma che invece è totalmente frustrata in quanto tali soggetti non riescono ad avere un rapporto completo con il partner in quanto colpiti da paura inconscia. Sia maschi che femmine in realtà ricorderebbero quello che abbiamo definito come “aspetto della sessualità degli addotti descritti in situazioni ipnotiche” e rivivrebbero inconsciamente qualcosa che loro hanno erroneamente collocato nella sfera degli abusi sessuali.
In alcuni casi tale difficoltà si estrinseca nel rispettare, contro voglia, la volontà aliena che sarebbe contraria a permettere rapporti sessuali al rapito, quasi questo dovesse essere preservato o conservato solo per gli alieni.

Fonte: http://www.ufomachine.org/articoli/Abduction%20ebook/abductionbook.htm


Per quanto mi riguarda dei "sintomi" elencati ne conosco molti direttamente e quelli sopra elencati non sono tutti.

per un quadro più aggiornato consiglio la lettura di: Alien Cicatrix1 e 2 e vari articoli scaricabili gratuitamente da http://www.ufomachine.org/

oppure il libro stampato e pubblicato come: Alieni o Demoni http://www.macrolibrarsi.it/libri/__alieni_o_demoni.php


venerdì 12 dicembre 2008

un ricordo emerso e condiviso il 10/04/2008

...
questa notte tra il dormiveglia pensando alla sinusite che in questi giorni si è mossa e mi causa emicranie dolorosissime e altro, mi arriva una specie di ricordo come se fosse un sogno (+ lucido e più nitido),
sono a casa dei miei genitori
ho circa 17-18 anni
una giornata di sole verso le 3 del pomeriggio,
nuovole bianche in cielo che si stagliano contro l'azzurro,
siamo verso a maggio/giugno/luglio
una giornata mite, non troppo caldo nè troppo freddo, sto bene, sono serena stranamente in quel momento, una serenità che non riordo di aver provato altre volte e allo stesso tempo mi è così conosciuta, familiare...

la mia attenzione viene atratta da qualcosa e alzo la testa verso il cielo, verso sud... leggermente spostata verso ovest, dalle nuvole vedo sbucare qualcosa, sembra luminoso .. ma non lo è ricorda l'alluminio... ma non lo è...
vedo come delle cappe che mi ricordano certe torte dei cartoons, e si avvicina, lo vedo bene ora e con l'immagine davanti nel sogno-ricordo , consciamente, mi dico .. è un disco sono venuti per me

quello atterra nel piazzale,
ruotano lentamente le strane squame della grande base, poi appena sopra qualcosa si muove lateralmente e lascia aperto un varco

sono invitata ad entrare, come in stato ipnotico eseguo l'ordine

mi trovo all'interno,
molti macchinari e mi dicono che devono fare degli esami
mi infilano delle cose alle unghie, forse sotto (alle unghie)
fa male
ma loro mentalmente cercano di distogliermi
qui è tutto confuso come se vedessi attraverso a un vetro spesso
non riesco a mettere a fuoco i vari macchinari che giaciono su di una mensola all'interno del disco

mi dicono che hanno finito e in un attimo è tutto nero, aprò gli occhi con alcuni particolari dell'oggetto molto nitidi ...purtroppo a causa del malessere e stanchezza non mi son alzata per disegnare subito la cosa e l'ho fatto questa mattina, usando cinema 4d

ho provato a fare una immagine in 3d simile all'oggetto volante che ho ricordato, il più simile a quanto ho visto,
le placche mi sembra .. ruotavano molto lentamente attorno all'oggetto,



forse qualcuno ha visto cose simili, ricorda un oggetto fatto di una materiale che ricorda metalli chiari riflettenti, tipo aluminio o non so nemmeno io cosa

^_^

in effetti ricorda un po' l'effetto mercurio, ero in dormiveglia, ricordo che mi si è avvicinato dall'alto portandosi a pochi metri da me e si è portato al livello del terreno rimanendo sospeso e fermo mi sembra a una decina di cm o poco più, alcune placche si sono spostate verso destra, e hanno lasciato apparire un passaggio, l'immagine dopo è che mi trovo all'interno,

nemmeno io ho molta fiducia nei video...

la ricostruzione è fatta a grandi linee, difficile dare una forma esatta alle placche perchè appunto si fondevano con il resto, poi sembrava ruotassero lentamente o che fosse tutto a ruotare lentamente, non ne ho mai visti di fatti così negli altri ricordi o sogni o flash

pensandoci però ora si è aggiunta una nuova forma, in questi anni ne ho visti, fotografati, ricordati e sognati/"sognati" di diverse forme

^_^

11/04/08 adapo:
ciao Cat,
l'ufo da te proposto l'ho "visto" o meglio l'ho ricordato durante una seduta di ipnosi....durante quel rapimento avevo meno di 3 anni....


fonte: http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=3097875&p=37

Abductions: la cicatrice in bocca

Le persone che sono oggetto di interferenze aliene, che subiscono rapimenti (abductions) si ritrovano con cicatrici, ematomi, graffi, ecc.
spesso la cosa viene scoperta per "caso" a distanza di tempo

In un vecchio intervento nel forum Corrado Malanga scrive:
no panic!
Spieghiamo qualcosa..
la cicatriceiln bocca classica è sull'arcata superiore sinistra dove un unico taglio di un paio di millimetri si colloca accanto alla fila dei denti sul palato.... vicino ai denti di solito un molare.
La cicatrice sembra una piccola bocca con tanto di labbra che sono i limiti della ciatrice. Rimane così per sempre. All'interno di questo taglio esilste un microchip visibilissimo ai raggi X.
Se esistono cicatrici anche nella parte sotto... credo che possano essere dovute all'abrasione che l'apparecchlieto che serve per fare questo foro può aver causato.. una specie di divaricatore orale.
La cicatrice in bocca è associata ad alcuni ricordi di questo tipo. Pappetta gelatinosa e fredda in bocca.. si tratta di un gel che in realtà funge da disinfettante.
Difficoltà a deglutire per paura di rimanere soffocati dalla papetta stessa. Ti svegli con la bocca amarissima e secchezza di fauci
Il ricordo è legato ai biondi a cinque dita con occhli da gatto e capelli rossicci.
Non lettino orizzontale ma più poltrona da operazioni dentistiche o ginecologiche...
La mano che opera è del biondo a cinque dita ed è coperta con u guanto di lattice....
Io queste cose non dovrei dirle per evitare di influenzare le persone ma se questi flash esistono allora faccliamo prima a tirarli fuori ... altrimenti lavoriamo con il sistema delle ancore..
malcor
fonte: http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=3097875

altri dettagli si trovano nei suoi articoli in www.ufomachine.org

venerdì 5 dicembre 2008

Orbs e ...altro

da un vecchio post in un forum chiuso riporto quanto condiviso:

Fotografare le Energie Sottili ...ed altro
Feb 01, 2007

Inseriso due particolari di una foto, fra le tante, che mi erano state inviate dall'utente Super Barby (del forum C.R.O.P.), di cui alcune analisi di particolari delle foto che ha scattato sono postate sempre nell'articolo (http://www.hwh22.it/xit/S24_orbsrods/Vz_orbs.html),
in entrambe le analisi in alto a sinistra si ha il particolare originale e le varie elaborazioni per evidenziare i particolari,




in questa parte della foto sono stata attirata dalla strana sfocatura sopra al piede... anche se vi sono due orbs e come avevo ingrandito la parte mi trovai sorpresa ad osservare una strana cosa...

(clik sull'immagine per vederla a grandezza originale)









altri orbs fotografati in apparente “attaccamento” al corpo



alcuni parlano di FP (forme-pensiero), altri di vampiri psichici o forme eteriche che si attaccano al corpo o in alri modi, non so se è solo un caso di pixel o sia qualcosa di più... la cosa che mi ha colpito è che in molte foto che mi sono state inviate da SuperBarby in cui sono presenti persone che curano il corpo in palestra e fanno gare ai mondiali... gli orbs si trovano a volte in posizioni particolari, come sopra alla testa o in corrispondenza di chakra... (cosa notata anche in foto che girano in rete) forse solo una casualità ma ultimamente orbs che vengono fotografati sopra alla corona centrale sono aumentate... a volte sembrano vicine al corpo come se ...fossero parassiti... e quando iniziai a lavorare sul secondo particolare per evidenziarlo mi sembrava impossibile quanto "vedevo" e ho pansato molto se inserirlo nel forum perchè non volevo spaventare le persone, poi molti mesi più tardi, leggendo quanto scritto da Roberto Zamperini, in uno dei suoi testi, sulle palestre (...che ora non trovo al volo Sad ), sono stata portata a pensare che poteva essere forse ...veramente un parassita o una forma energetica che si era attacata in quel punto ...ma come esserene certa ?
all'interno del forum allora scriveva una persona che praticava Reiky ...che sentivo fortemente negativa, ricordo che aveva provato a fare qualcosa "da lontano" e il risultato fù che SuperBarby fotografava meno orbs ma ....quelli che fotografava erano come "morsi" ...presentavano parti mancanti...,

ricordo anche che mi preoccupai in certo modo senza sapere il perchè... allora ...come oggi, non spendo di cosa si trattava mi dispaceva che una persona sperimentasse su di un altra non sapendo se si aveva a che fare con "qualcosa" nè cosa potessero essere... e per questa persona fu sempplice arrivare a scrivere che erano vampiri psichici... facendo di tutta l'erba un fascio,

in diversi orb si notano forme strane o nelle vicinanze ... ma difficile al momento farne una specie di "bestiario" catalogandoli per tipo.

^_^

mercoledì 3 dicembre 2008

Stellina luccicante, ora sappiamo cosa sei...

Interstellar

Se esiste un hobby davvero molto ingrato è senz’altro quello dell’Astronomo Dilettante. Gli astronomi, o astro-fotografi, dilettanti non sono scientificamente manipolabili; vengono spesso sottovalutati e perfino denigrati. Tuttavia questi piccoli “giganti” della non-scienza, rivolti sempre con il naso all’insù, sono sempre disposti a spingere oltre i limiti la nostra conoscienza scientifica, senza dover per forza sottostare ai punti fermi di certe teorie o database prestabiliti.

Malgrado la ben poco apprezzata natura di questa attività, spesso così in contrasto con l’intera istituzione scientifica, gli astronomi dilettanti sono responsabili delle pietre miliari più significative, realizzate nell’ambito della ricerca astronomica.

Keiichiro Okamura, un astronomo dilettante giapponese, è stato il responsabile delle foto più belle mai “rubate” alla Cometa di Halley, utilizzando semplicemente il suo telescopio, senza l’ausilio di una enfatizzazione e manipolazione al computer.

Berto Monrad è stato di recente insignito di un’alta onoreficenza alla Nasa, come il primo astronomo dilettante a scoprire una postluminescenza di uno scoppio di raggi gamma, l’esplosione più potente conosciuta nell’ universo.

Entrambi, in gran parte, sono stati completamente ignorati durante i primi anni del loro lavoro.

Michael Oates, astronomo dilettante, è stato un vero e proprio pioniere nelle tecniche di foto-processing, utilizzate per la ricerca negli archivi delle foto scattate dalla sonda SOHO. Robert Evans detiene il record di tutti i tempi nelle scoperte visive delle supernove. L’Americano Clyde W. Tombaugh, cominciò la sua carriera come astonomo dilettante e, successivamente, scoprì Plutone dopo essere stato assunto dal Lowell Observatory nel 1928.

Ci sono voluti anni a Oates prima di venire notato. Evans ebbe quaranta scoperte visive di supernove, ma fu aspramente criticato quando cominciò il suo lavoro nel 1950. Un giovanissimo e sottovalutato Clyde W. Tombaugh diede vita al suo sogno al Lowell Observatory, che fu fondato da Percival Lowell, un businessman, autore, matematico e astronomo dilettante che trovò tutto sé stesso in questo investimento, anche quando contro tutta la comunità scientifica mostrò un disegno che egli definiva rappresentare dei veri e propri Canali su Marte. Gli scienziati e gli astronomi stanno ancora litigando in merito a cosa si possa definire esattamente come strutture artificiali e non, presenti sulla sua superficie.

L’autore di queste registrazioni, che potete vedere nel filmato in questo post, si chiama John Lenard Walson. E’ ovviamente un’astronomo dilettante che ha sviluppato un sistema di fotografia e videoregistrazione in grado di filmare oggetti vicini alla terra, fino a raggiungere oggetti che si trovano nello spazio ancora più profondo. Gli oggetti appaiono essere come delle enormi astronavi o mega-strutture, che sembrano essere costruite da un qualche tipo di intelligenza. Sono venuto a conoscienza del favoloso film Interstellar, che in Italia non vedremo mai, se non grazie alla mia follia di investire soldi ed energie nella divulgazione. Walson rappresenta una nuova generazione di astronomi dilettanti del ventunesimo secolo, che sono andati decisamente oltre la semplice ricerca sui pianeti. A differenza dei suoi colleghi professionisti, essi scelgono di non ignorare segni di altre forme di vita presenti nell’ Universo.

Anche se gli astronomi, gli scienziati e news media sono scettici riguardo a John Lenard Walson, egli è in buona compagnia. Proprio come i pionieri dell’astronomia che arrivarono prima di lui, Walson è destinato a cambiare la mente dei molti. Spero proprio che il suo lavoro e le immagini che ha registrato possano essere una fantastica documentazione per tutti coloro che inseguono un barlume di verità, nell’intricato mondo dell’ufologia. E’ mio desiderio vedere quale direzione assumeranno gli astronomi dopo la visione di queste immagini.

articolo e filmati alla
fonte: http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.1561

filmati:
John Lenard Walson

immagini:


www.exopolitics.org



quoto un intervento di Azrael del 28/09/2007

Saturno oltre ad essere saltato all'onore della cronaca qualche mese fa per via dell'esagono (25.000 km di diametro) fotografato sulla sua superficie, riserva ancora delle sorprese, le seguenti immagini provengono dal sito Ufo area :






Altre foto oltremodo interessanti le potrete trovare su link sopra postato anche se sinceramente non ho ben capito da dove le abbiano prese..
Cosa dire di queste altre che provengono nientepopodimeno che dalla Nasa?
http://saturn.jpl.nasa.gov/multimedia/images/raw/casJPGFullS02/N00007211.jpg
http://saturn.jpl.nasa.gov/multimedia/images/raw/casJPGFullS02/N00007442.jpg
http://saturn.jpl.nasa.gov/multimedia/images/raw/casJPGFullS02/N00007453.jpg
Infine merita una menzione anche lo strano oggetto che si trova nella Fascia di Kuiper, siglato come 2003 EL61.
Ce ne sono di cose strane là fuori!


Con l'occasione un Grazie di Cuore ad Azrael per aver cercato e fornito i link che non riuscivo più a trovare ^_^
***