" Blog ...sconsigliato a persone impressionabili, minorenni e a chiunque teme di allargare i propri orizzonti ! "

lunedì 24 novembre 2008

Fotografare le Energie Sottili ...

vecchio 3D aperto nel forum di Energie Sottili ( Un caro saluto, purtroppo il poco tempo che ho mi ha allontanato ^_^)

23/01/2007
Fotografare le Energie Sottili e le manifestazioni energetiche di diverso tipo

I termini prana, ki o chi, mana, forza odica, etere, orgone etc., sono equivalenti
e qui sono chiamate Energie Sottili grazie a Roberto

Cercavo di capire quello che "vedevo e/o percepivo" e perchè a volte quello che vedevo e/o percepivo riuscivo e riesco a fotografarlo o ne avevo ed ho riscontro,
fin da piccola vedo quelle che alcuni chiamano particelle di orgone, etere, Ki ecc.
questa è una rappresentazione ingrandita:

Immagine

è una rappresentazione approssimativa ottenuta tramite il ritocco con photoshop di un particolare di una foto qualsiasi,
dal vero le particelle sono più "trasparenti/irridescenti" e molto più nitide,
ho provato a realizzarne di migliori e non mi è ancora riuscito sopratutto perchè quando si vedono dal vero sono in movimento,

in foto normali si nota una similitudine come ho scritto sopra e cercherò con calma di portare diversi esempi,

Sono ferma causa problemi pc e con la modalità macro sto ancora provando ed analizzando ...immagino subentri un qualche tipo di filtraggio ad opera di filtri fisici (lenti) o software perchè non riesco a fotografare la polvere in condizioni normali di luce per fare altri tipi di confronti.

^_^
pensavo da piccola che tutti vedessero come me... ma non era così e ho iniziato ad aver paura perchè non ero come gli altri ...insomma... se chiedevo nessuno sapeva rispondermi...

le particelle di energia sottile sono grandi come punti di spillo, che lasciano piccole scie come una codina ...e danzano ritmicamente,

ed hanno altre caratteristiche,

per chi cerca di vederli è più facile vederli in una giornata limpida dopo un temporale o una nevicata, mettendo a fuoco un punto davanti a sè a una distanza di circa 30 cm, possibilmente avendo un fondo omogeneo,

è interessante osservare come si comportano vicino alle piante e alle foglie,

a volte sembra che non ci siano, in luoghi con aria viziata o nelle città in cui sono molto radi, grigi, opachi, lenti ...spenti.

Per molti sono difetti di vista come ad esempio "sinchisi scintillante", un effetto dovuto ad accumuli di proteine nella parte interna dell'occhio.

Sono abbastanza certa ( non certissima in quanto potrei anche sbagliarmi ) che tali particelle le abbiamo sempre avute sotto agli occhi anche nelle foto ( quindi proverebbe ulteriormente che tali particelle visibili ad occhio nudo sono nello spazio reale in cui viviamo ) ...confuse con il cosiddetto "rumore di fondo"...

Per me il rumore di fondo in una foto è quando si ha un disturbo di pixel (punti) e non quando si vedono chiaramente dei pallini distanziati in certo modo con una certa densità per centimetro e alcune altre caratteristiche,

l'ho notato nelle foto scattate con fotocamere che hanno una buona qualità di immagine quando vado ad analizzare gli orbs o altre cose che vedo/percepisco e che poi risultano nelle foto in prossimità o nello stesso punto in cui li vedevo/percepivo

( avevo iniziato a scrivere qualcosa che è stato pubblicato in due siti:
HWH22 http://www.hwh22.it/xit/S24_orbsrods/Vz_orbs.html
e dal C.R.O.P. http://www.croponline.org/orbsorbs.htm )

...difficile è trovare persone consapevoli di queste particelle che spesso vengono confuse con cose appartenenti all'occhio o alla vista e indicate come difetti da specialisti che non sanno che una persona potrebbe descrivere tali particelle che sono nell’ambiente esterno, li ho sempre visti fin da bambina... se si vuole non ci si fa caso... come del resto non si fa caso alla polvere che galleggia nell'aria davanti ai nostri occhi, se si trattasse di difetti fisici ... non si troverebbero a distanze diverse nello spazio cambiando il punto a fuoco e non si comporterebbero in certo modo ad esempio vicino alle foglie delle piante, nè …ora avrei modo di vederli nelle foto o di vedere un qualcosa di molto simile,

è una cosa che ho condiviso con poche persone sino ad ora nel tentativo di trovare riscontri ....fino ad oggi nessuno si è accorto di questo nonostante la cosa sia per me lampante quando si va a vedere a video una foto scattata con fotocamere da 7/8 megapixel o a 300Dpi... non sono una esperta di foto nè di fotocamere... il poco che ho appreso sulle fotocamere e sulle ottiche, digitali e non è leggendo nei vari siti on line e quanto ora sto scrivendo deriva dal confronto tra l’osservazione fisica e percettiva e quanto rimane impresso nel CCD della fotocamera digitale, purtroppo al momento non ho la possibilità di fare altrettanto con pellicola per diversi motivi, costo, tempi lunghi, molto scarto, più stampe e più acquisizioni di una stessa foto tramite scanner, mancanza di conoscenza specifica per avere foto di una certa qualità, eventualmente si potrebbe fare avendo pellicola originale di una foto che presenta anomalie di certo tipo quali ad esempio orbs o altro,

le particelle che vedo sono energia sottile più densa e si può fotografare ...o almeno è quanto ipotizzo in quanto quelle particelle che vedo sono presenti nelle foto nella densità e quantità e proporzione chiare/scure in cui si vedono a occhio nudo,

come fotografo certi tipi di orbs (studio, ricerca e sperimentazione che porto avanti da circa due anni ) che a volte riesco anche ad attirare a me, l'ultima volta ho provato con l'Amico di Reggio Emilia, altre con mio marito ,

ho visto e letto in alcuni siti che le fotocamere digitali (…come i telescopi ) hanno dei filtri per escludere pulviscoli o/e altro... e spesso questi filtri escludono molto di più ...purtroppo on line si trova poco e quanto ho appreso mi arriva da fonti in privato, spero di trovare presto qualcosa on line o su testi specifici o avere il contributo di qualche esperto,

spero inoltre di avere la possibilità di modificare una fotocamera digitale e togliere il filtri che i costruttori inseriscono davanti al ccd e poi di fare altri esperimenti, come conto di riuscire a trovare un filtro infrarossi che possa essere montato sulla mia fotocamera o di incontrare qualcuno che abbia l'attrezzatura... sarà cosa lunga e difficile in quanto difficilmente mi fido delle persone … su suggerimento di Roberto di aprire un topic/discussione in merito ho riflettuto… se aprirla nella sezione del gruppo di ricerca o se lasciarla nel forum pubblico … ho optato per il forum pubblico come presentazione generale ed eventualmente inserirò immagini e considerazioni nella sezione chiusa avendo così più possibilità di raccogliere le informazioni che cerco e forse conoscere qualcuno che potrebbe aiutarmi in tale ricerca ^_^

non ho letto da nessuna parte quanto ho condiviso con diverse persone, con Roberto ed ora qui nel forum, ...la cosa è strana ..visto che non sono l'unica a vedere le energie sottili e le diverse manifestazioni di energie e forse “altro” a volte anche “nei diversi piani” a quanto sembra… e nelle foto se ci sono delle anomalie le vedo tridimensionalmente uscire dalla bidimensionalità dell’immagine, spesso sono più piani sovrapposti come se sovrapponessero reltà diverse... l’immagine stessa è “come se parlasse” ed io “sentissi” con sensi che solo in questi ultimi anni sto imparando a conoscere e ad affinare oltre alla vista,

rimanendo in tema …per quanto mi riguarda e da quanto visto in prima persona le foto kirlian non fotografano l'aura ma fotografa un campo energetico che viene evidenziato grazie al sistema... senza quello la fotocamera non acquisirebbe nulla e pertanto non ritengo vera l'affermazione che con quel sistema si fotografi l'aura delle persone.

in conclusione…

ce qualcuno fra Voi che “vede/percepisce” e che ha provato a fotografare quanto vede/percepisce o ce qualcuno che ha provato a fotografare le energie sottili o le particelle di energia sottile ?

^_^

Cara CatBastet,

se sono difetti di vista o accumulazioni proteiche lasciamolo dire a chi non vede/sente le ES. Io li vedo esattamente come li vedi tu, particelle luminose danzanti, a volte sono grigie o nere..... ed effettivamente vicino alle piante si comportano in maniera diversa. Spesso nelle giornate di sole mi diverto ad osservarle

Mi è capitato di vedere anche l'aura delle piante, dei fiori, delle montagne ed anche quella parte di luce più vicina al corpo delle persone.

E' interessante l'esperimento che fai nel fotografarle, non pensavo si potesse.... a me è capitato una volta in Irlanda con una macchinetta del tipo usa e getta che in una foto rimanessero impresse delle "bolle di luce", però non ti so dire se sono gocce di pioggia o difetti o quant'altro; sempre in Irlanda mi è capitato di vedere queste "bolle di luce", e mi dispiace solo che sia stata una visione fugace e di non essermi fermata per testare l'energia del luogo...

purtroppo non ti so essere d'aiuto per la parte tecnico-fotografica

ciao moira
succede spesso anche a me (di vedere l'aura delle piante, dei fiori, delle montagne ed anche quella parte di luce più vicina al corpo delle persone) anche di cose inanimate come sassi, plastica ecc anche se questo accade molto di rado e forse è collegato con certi avvenimenti della mia vita

...nemmeno io pensavo si potesse fotografare quello che vedevo e percepivo ed ho iniziato per provare a me stessa se erano allucinazioni o altro.

Moira mi sei stata molto di aiuto e ti ringrazio, ci sarà occasione di confrontare ancora... anche FP o altro...

^_^

sto scrivendo alcune cose anche in altro forum purtroppo è una cartella non accessibile se non registrati e maggiorenni in quanto si parla di "Racconti e teorie sugli addotti"...
http://www.ufologia.net/forum/topic.asp?TOPIC_ID=5189&whichpage=6

in cui ho inserito un intervento in cui parlo delle Energie Sottili e di Roberto e il suo lavoro ^_^ e a cui ho risposto in generale inserendo un accenno a quanto scritto all'inizio di questo post in risposta a un utente che parla del "Chi o Ki" in riferimento ad ambiti fisici come sport e arti marziali definendo il "Chi" la somma di tanti processi fisici...
lo stesso utente continua scrivendo che oltre al "chi" che ha descritto ne esiste un altro, parte che riporto quotando:
Cita:
...
Poi però esiste un altro Chi. Quello che alcuni dicono possa colpire a distanza. Oppure che possa *curare* a distanza.
O quello che permetterebbe la levitazione, o l'emanazione di energia al di fuori del corpo, o altre cose di questo genere.
Ecco, in questo caso si tratta di vera e proprio "magia".
Si parla di qualcosa che non è più una complessità di fattori difficili da esprimere, ma che diventa qualcosa che sfida le leggi delle fisica.
E questo non sarebbe nulla, visto che la fisica (o la biologia, la chimica ecc) sono in continua evoluzione...
Il problema è che queste cose non possono essere sperimentate.
Perchè nel momento in cui si cercano di studiare, non si manifestano più.
Quindi, lasciando per un momento da parte gli istituti cinesi che sfornano una ricerca autoprodotta alla settimana (...) il fenomeno inteso in QUESTO senso è un fenomeno che non ha alcuna DIMOSTRAZIONE di essere reale.
Potrebbe esserlo, ma non ne esiste alcuna evidenza certa.
...
per un altro utente che ha scritto: <<...ma non potrebbere essere dei semplici difetti del bulbo oculare? >>

ho inserito questo messaggio:

parlo di occhi aperti,
(se si parla di occhi chiusi di solito è un vedere pixellato o tipo schermo della tv quando non prende nessun canale cosa che al buio o semibuio si può ugualmente vedere, pochi vedono pixellato anche con più luce ma non ha nulla a che fare con le particelle di cui sto parlando almeno a livello visivo per me e secondo me soo due cose diverse )

amesso che ... fossero difetti fisici del bulbo occulare perchè in città o in luoghi chiusi si presentano diversamente (densità, proporzioni chiari/scuri, luminosità/irridescenza ecc) che in spazzi aperti, campagna o ovunque dopo un temporale o una giornata di forte vento o una nevicata cioè nelle situazioni in cui l'aria e lo spazzio sono puliti ?
perchè in ambienti diversi e a codizioni diverse persone diverse che li vedono li vedono tutti allo stesso modo (densità, proporzioni chiari/scuri, luminosità/irridescenza ecc) ?
perchè vicino alle foglie si comportano in certo modo e vicino al nostro dito per esempio in modo diverso ?
se si sposta il punto focalizzato dagli occhi da 30 cm a 20 a 40 a più lontano, lentamente e/o velocemente, si ha profondità e proporzione come quando si osservano le particelle di polvere sospese (più facile se ci si aiuta con un fascio di luce in ambiente ombreggiato e/o con poca luce nel caso dell'osservazione dellapolvere e del pulviscolo o) oppure si osserva le particelle sospese "d'acqua" quando ce nebbia.

la prima volta che trovai la descrizione di quanto vedevo in riferimento a questo tipo di particelle/pallini/girini è stato leggendo qualcosa sull'orgone e tali "particelle" venivano chiamate particelle di orgone,

non so nemmeno io se siano particelle di energia ma nessuno ne parla se non chi dice di vederle e chi le chiama nei diversi modi: particelle di etere, di orgone, di ki, ecc.
cioè ..stando a quanto trovato scritto sino ad ora e in base a quant acquisito ... al momento le chiamo particelle di Energie Sottili...
se un domani capisco cosa sono e sono state indicate con altro termine farrò subito la correzzione

^_^

SkyLuke ha scritto:
:?: è una rappresentazione approssimativa ottenuta tramite il ritocco con photoshop di un particolare di una foto qualsiasi, :?:

no, sono un po' tordo :? forse non ho capito niente ... PUO' essere veramente una foto qualsiasi, diciamo a 7megapixel (paesaggi, ritratti ecc..), oppure DEVE essere specificatamente LA foto (qualsiasi) di questo effetto "Chi o Ki" che si è preventivamente fotografato?

davvero belle pero! :wink: anche zoomate al 300% sono una favola!

explain please, sappiamo che hai ottima maestria nell'esporre il procedimento di filtri & co. :) così, se ho capito giusto, posso provare a sperimentare anch'io ...

WOW ragazzi! :roll: ogni giorno ce n'è una nuova da imparare!

bye

SkyLuke
Ciao SkyLuke
quando feci quel disegno aiutandomi con quanto avevo a disposizione senza fare bozzetti a matita e poi aquisire tramite scaner l'immagine mi ingegnai usando un particolare di una foto, lo aumentai di dimensione, lo fei divenire bianco/nero, sovrapposi più volte l'immagine dando ai livelli dei colori che si avvicinassero alla realtà, poi con il pennello aggiunsi la specie di alone che li circondano e la picola scia che si lasciano dietro,

solo successivamente mi resi conto della similitudine fra quello che vedevo e quanto è visibile in certe foto da 8 megapixel o da 300 dpi,

tutto è nato dal fatto che "vedo" e solo poi paragono con le foto o ho modo di avere riscontro e confronto nelle foto che faccio o he esamino ed analizzo, se non vedi e/o perepisci cosa ce da evidenziare puoi avere i migliori programmi del mondo ma non servono a nulla.

^_^

grazie alla segnalazione scritta nell'altro forum da un Amico ho appreso che le particelle che vedo vengono chimate anche "I globuli di vitalità"

e sto facendo alcune ricerche on line ... ho trvato questo,
Cita:
I globuli di vitalità

Quando la concentrazione di prana nell’atmosfera aumenta ulteriormente, alcuni atomi fisici ultimi si fondono tra loro e danno luogo ad un globulo di vitalità, uno scintillante punto di luce da cui la forza vitale prorompe energicamente. Dunque l’energia vitale cosmica emanata dal sole penetra in alcuni atomi fisici ultimi della nostra atmosfera e li rende luminosi. Un simile atomo così vitalizzato possiede il potere di attrarre altri sei atomi elementari e dà vita ad un prodotto di materia di livello sub-atomico, secondo la classificazione sopra riportata, che prende il nome di globulo di vitalità (Fig.3A e 3B). Questi globuli si trovano liberi nell’atmosfera e possono essere osservati ad occhio nudo quando si osserva il cielo in un mattino di sole, tenendo gli occhi leggermente fuori fuoco. E’ possibile però vederli solo indirettamente e solo per una frazione di secondo perché scompaiono quasi immediatamente, per riapparire più tardi.

D’altra parte questi globuli altro non sono se non atomi di materia al secondo grado di aggregazione (materia di livello sub-atomico) e quindi non possono essere percepiti direttamente dalla vista ordinaria. Per brevi istanti però, come si è detto, possiamo vedere il loro bagliore.

Questi globuli li troviamo anche nella struttura elicoidale delle molecole di ossigeno e, quando respiriamo, assorbiamo anche i globuli della vitalità, che vengono liberati e circolano in tutto il corpo eterico.

I globuli di vitalità trasmettono la vita

Quando i globuli di vitalità si appalesano alla vista del chiaroveggente, l’emozione che questi prova è tale da restarne sconvolto,è un’esperienza indimenticabile che lascia un segno nella sua psiche. Possiamo averne un’idea leggendo la narrazione che un sensitivo ne fa. Si tratta di Lanfranco Davito,veggente e autore del libro:”Io fui, sono e sarò “-Edizioni Rigois-1954-Torino.

Era un caldo pomeriggio di giugno e il Davito si trovava sdraiato sull’erba, sulla riva della Stura, all’ombra di alcune piante. Ad un certo punto si trovò in uno stato di dormiveglia. Con le palpebre semichiuse, si mise ad osservare i raggi del sole che, filtrando tra le fronde, andavano a perdersi tra i cespugli. Ecco che cosa vide:” In quei raggi d’oro ad un tratto vidi ciò che non avrei potuto immaginare. E’ difficile esprimere ciò che vidi allora e rividi poi altre volte. Fu il ripetersi del fenomeno che mi convinse che nella luce solare esistono numerosissimi corpuscoli dalle forme più svariate… (Fig. 4) Vidi i corpuscoli un numero limitato di volte, quando meno me l’aspettavo. I cospuscoli sembrano di cristallo e come questo riflettono e rifrangono la luce…nella luce solare splendono per virtù propria, con una luminosità sensibilmente maggiore del sole stesso. La pupilla ne rimane abbagliata, anche perché i bagliori sono intermittenti e improvvisi…Affermo che i corpuscoli esistenti nella luce del sole sono un qualcosa di vivo, di animato… Non so da dove provengano tutti questi corpuscoli ma li suppongo generati dal sole… Quando i corpuscoli si palesarono al mio sguardo, paralizzarono – o meglio annullarono – ogni mia emotività… Coloro che mi sono intimi affermano che sono diventato poco socievole, impenetrabile, enigmatico e fatalista più di un orientale.”
Fonte: http://auraumana.altervista.org/osservare.html

^_^

una delle prime letture in cui trovai una descrizione che calzava a quello che vedevo è stato il libro Mani di Luce,
di Barbara Ann Brennan
Longanesi & C.
successivamente ho confrontato direttamente cn diverse persone e poi letto spiegazioni simili in altritesti e on line ... purtrppo non mi son mai salvata i link

^_^

4 commenti:

  1. Ciao, ^_^
    sono di nuovo io,
    sempre la tua nuova lettrice che chiedeva delle mantidi. Ti scrivo perchè poco fa stavo guardando il cielo perchè avevo scambiato un volatile per un UFO e improvvisamente sono stata attratta da minuscole palline con la codina che volteggiavano nell'aria. Erano veramente minuscole ma sembravano luminose. Le ho osservate un pochino e non ti nascondo che ero felice di vederle perchè non so se le avessi mai viste prima e quindi stavo iniziando a pensare che forse la mia ricerca spirituale degli ultimi tempi, mi ha davvero aperto una porta verso quel mondo immateriale che tanto cerco. Poi è arrivato mio padre, gli ho fatto guardare lo stesso panorama e gli ho chiesto se vedeva delle piccole palline luminose nell'aria e ha detto di si. Non posso assicurare che le abbia viste lui, ma io sono certa di cosa ho visto.
    Mi hanno dato quasi l'impressione di minuscoli spermatozoi, visto che hanno una specie di codina...ciò mi ha fatto pensare che potesse trattarsi dell'energia vitale che feconda l'universo. Forse la famosa particella di Dio? Queste sono le considerazioni non influenzate dal tuo scritto perchè questo articolo l'avevo letto qualche giorno fa e ricordavo solo la tua descrizione delle particelle ma non tutto il resto. Mentre scrivo, sto rileggendo l'articolo e noto che vengono chiamate " globuli di vitalità" ....forse non mi ero sbagliata di tanto visto che le avevo definite "energia vitale".
    Insieme alle particelle luminose, vedo anche dei cerchi più grandicelli, ma sempre piccoli che si muovono lentamente. Hanno un contorno sul verde e l'interno trasparente, come degli aloni...le particelle luminose invece sono più piccole e guizzano come impazzite...sono bellissime!

    E'sempre un piacere leggerti.
    Ciao!^_^

    RispondiElimina
  2. ^_^ ottimo
    le hanno chiamate in tanti modi e per chi non le vede "sono" difeftti della vista (sig.!)

    su quelli più grandicelli con l'alone verde e l'interno indaco trasparente (quasi/come una leggera ombra) non ho idea di cosa siano, li ho visti raramente e sto ancora facendo delle ricerche

    grazie, ricambio il piacere
    ^_^

    RispondiElimina
  3. Anche a me capita di vederle e non penso proprio che sia un difetto della vista. La prima volta che ne sentii parlare ho realizzato che li avevo sempre viste nel cielo ma non ci avevo mai dato peso... Oltre alle particelle, se mi concentro qualche secondo riesco a vedere l'aura degli oggetti, degli alberi, di qualsiasi cosa; una cosa particolare degli alberi è che ogni tanto vedo come dei "pennacchi" di fumo a intermittenza uscire dalle punte delle foglie più alte degli alberi( ho pensato fosse energia congesta che espellono di tanto in tanto) e anche una specie di "vento" trasparente che scorre verso sud. Poi, se mi concentro e avvicino due dita a qualche centimetro uno dall'altro, vedo come un canale energetico che collega le due dita e si sposta insieme a esse leggermente in ritardo, poi quando le allontano delicatamente c'è un momento dove questo canale si "stacca", è molto bello da vedere. Io non sono un chiaroveggente quindi penso che tutti noi abbiamo la capacità di vedere le Energie sottili, basta solo pratica e volontà. Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  4. Ciao
    ottimo intervento, ti ringrazio, confermo quanto hai scritto e condiviso, per quanto riguarda le dita, generalmente all'inizio, si vede quel "collegamento" di colore indaco, grigio azzurro o simile poi se si osserva e si percepisce si hanno altri dati, colori, sensazioni, ecc. quasi come giocare con dei magneti e/o con degli elastici, per il resto direi che tutti sono chiaroveggenti, non tutti lo sanno o lo accettano o hanno preferito dimenticarsene ec. ;)

    RispondiElimina