" Blog ...sconsigliato a persone impressionabili, minorenni e a chiunque teme di allargare i propri orizzonti ! "

giovedì 13 novembre 2008

L'atto di volontà e le affermazioni...

pensieri e parole...
Nella continua ricerca di comprendere e aiutare me e gli altri tempo fa mi sono imbattuta in EFT
freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=3096640
e ho fatto il corso di primo livello...
con costanza si ottengono dei risultati a volte nel giro di pochi minuti altre volte perseverando per periodi più lunghi

la cosa però mi ha portata a cercare ancora poichè mi chiedo oggi:
perchè mi sono liberata ?
cosa ha fatto in modo che prendessi in mano la situazione e fossi padrona di me in certe situazioni in modo tale che certe cose finissero ?
cosa ha fatto scattare "l'atto di volontà?"
e molte altre ^_^

oltre al SIMBAD, alle ancore, alle telecamere e all'analisi e autocritica, al confronto ecc. cosa mi ha portato a raggiungere l'obbiettivo ?

riflettevo sulle affermazioni che constantemente ogni giorno faccio in modo spontaneo e in base al lavoro che sto facendo sul "conosci te steso"

ricordo che quando incontrai Malcor la prima volta, circa due anni fa, anche se nei mesi precedenti gli avevo scritto molte email di quanto ricordavo da sola di certe esperienze, foto dei segni che avevo o di ciò che ho fotografato e dal TAV erano emersi molti ricordi ancora, non credevo pssibile una realtà simile mi appartenesse e ne fossi coinvolta nè quanto ricordavo da sola mi bastava come prova che potessi essere un addotta...
ero chiusa, timidissima e un infinità di sensi di colpa e problemi ^_^

speravo di avere finalmente una svolta definitiva che lo fossi o meno con quell'incontro... però non è stato così perchè nonostante avessi fatto la tecnica delle ancore asieme a lui e avessi ricordato alcuni particolari e visto mentalmente cosa e come descrivendo tutto e rendendomi conto che quelle cose non le avevo mai sentite nè lette da nessuna parte... per me era tutto troppo assurdo e non mi è bastato quell'incontro, ed anche se quell'esperienza mi aveva dato alcune certeze queste no son mai state al 100 % ...volevo altre prove per me se quella era veramente la realtà ... volevo avere quella certezza 100 %
ricordo che a un certo punto gli dissi...

"... ne ho passate tante e se ...tutto questo è vero passo anche questa !!!"

le esperienze vissute poi son state un accumulare dati e prove giorno dopo giorno... le foto etc.

e no solo...
ho accumulato anche molte affermazioni!
ho rieaborato ciò che era negativo portandolo inpositivo etc. anche conl'aiuto di EFT o solo osservandomi

già l'osservare i propri pensieri e le proprie emozioni e risposte aiuta moltissimo...

pochi mesi fa è cambiata la mia vita in casa e una sera sono andata sotto alla doccia con mio marito, stavo bene... fino a quando per sciacquarmi lo shampo dalla testa mi ha messa completamente sotto al getto della doccia... lo facevo sempre da sola ma in quel momento ...lo veva fatta un altra persona... mi sono irrigidita in preda al terrore e ero sotto shock... mio marito se ne accorse subito e mi scrollo... analizai subito la cosa e mi arrivò il flash dei cilindri con il liquido verde... mi vedevo da dentro e da fuori... avevo freddo... ho cercato di tranquilizzarmi subito senza far capire a mio marito che qualcosa no andava... continuavamo a lavarci ...fino a quando mio marito rifece quel gesto e ricaddi in preda alle stesse sensazioni e mi trovavo ad essere paralizzata... ho subito affermato che ero nella doccia con mio marito e i cilindri erano ora solo un ricordo del passato e che dovevo godermi quel momento perchè no aveva nulla che fare con le altre situazioni...
mi venne spontaneo un sospiro di solievo...
mio marito se ne è accorto e mi ha abbracciata e mi sentivo finalmente libera da quella opressione che mi aveva bloccata prima e consapevole del fatto che no sarebbe più tornata in futuro ^_^

in seguito altre volte ci son state situazioni in cui mi rendevo conto di essere bloccata e riuscendo a vederle da un altro punto di vista è come se riprogrammassi da me mettendo a posto le cose che non vanno...

le parole e i spensieri che formulo ogni giorno quasi costantemente (quasi perchè negli ultim imesi ho spesso momenti di silenzio in cui il chiacchericio della mente è "spento" )hanno così atirato la mia attenzione ...

così cercando di mettere asieme i vari pezzi del puzle tra quanto accade nel SIMBAD, nel "oltre SIMBAD", con i ricordi, quanto emerge poi con ancore e telecamere, EFT, affermazioni, consapevolezza di sè e dei propri pensieri... ho trovato un altro punto interessante che ho sempre usato in modo consapevole...

avevo già scritto da qualche parte il cercare di eliminare il NON dai nostri pensieri in quanto diciamo ...per il nostro incoscio è inesistente o qualcosa di simile...

quando pensiamo che non dobbiamo dimenticarci una determinata cosa la maggior parte delle volte ccade proprio che la dimentichiamo...
quando ci diciamo non vorremmo dire quella cosa ...la maggior parte delle volte la diciamo... quando diciamo a un bambino non fare quella cosa... il più delle volte... fa il contrario esatto
se diciamo a una persona ...NON dire questa cosa ...in quella persona scatta qualcosa e il più delle volte si deve liberare di quello che ha sentito... perchè?

se togliamo il NON è tutto più chiaro...
quante volte quando ci facciamo male ci diciamo mentalmente di stare attenti a non prendere dentro in quel punto ? e ogni volta guarda caso ... ci si impiglia o si batte proprio lì ?
è come se ci fossimo detti mentalmente di stare attenti a prendere dentro in quel punto

non devo assolutamente arrivare in ritardo! diventa: devo assolutamente arrivare in ritardo

e cosa accade poi con le affermazioni... ?
ci son libri e libri che insegnano ad usarle per migliorare la propria vita... chi in una salsa chi in un altra...

ora poi si trovano la legge dell'attrazione per attrare a sè tutto quello che si vuole e "The secret"... a cui EFT ha subito attinto:
www.emofree.com/Articles2/loa-eft-carrington.htm
( avevo dimenticato di inserirlo Lo stesso link è anche più sotto )

anni fa in seguito ad alcuni avvenimenti nella mia vita, un incidente d'auto che stava per lasciarmi senza gambe e altro ancora... mi ritrovai a cambiare vita in modo brusco e doloroso...
senza saperlo allora iniziai a pensare che andava tutto bene e altre affermazioni simili... però c'erano anche tanti NON e tanti pensieri contrari... quelli che molti chiamano vocine o i diversi sè che emergono e che sono in conflitto tra loro

così veniva fuori che stavo bene così perchè era quello che mi meritavo o che ero una buona a nulla o che avevo avuto anche troppo dalla vita... volevo di più per me di quello che avevo ma l'immagine di mia madre che fin da piccola mi diceva: "Voglio non esiste nemmeno nel giardino del Re" arrivava subito dopo demolendo i miei sogni...

ero magrissima... quasi anoressica per chi mi vedeva... anche se
mangiavo come due persone e no mettevo su nemmeno un etto... i mi si in testa di ingrassare... e all'inizio fù veramente dura... i pensieri che emergevano erano che stavo bene così, che se fossi cambiata poi mi mancavano i soldi per cambiare il guardaroba, che mi sarei sformata ...pesavo circa 45 Kg per 1.75 di altezza... e avevo un 38 di taglia... lottare tra le affermazioni e quanto arrivava da dentro è stato una cosa continua per quasi due anni... sono riuscita ad arrivare a 63 kg ...le "vocine" però continuano... ho la cellulite... ho la pancia etc. etc.

quindi le affermazioni vanno bene ...
e mi sembra vi siano diversi metodi per effettuarle però giocando fin da piccola fingevo che una cosa fosse già qui e ora...
quello che ormai stanno scrivendo un po'ovunque da Braden a Tolle ecc.
e mi chiedevo ...giocando perchè avessi quella cosa...
no ne ero consapevole e me ne dimenticavo... era un gioco e no aveva importanza... però guarda caso... o in pochi giorni o in qualche anno quello che avevo pensato ed affermato nel gioco (visualizzando e impegnando tutti i sensi) e chiedendomi perchè avevo avuto la fortuna di averlo si è avverato veramente

l'ultima ecclatante è l'aver ritrovato per terra per caso una cosa che mi avevano perduto 10 anni prima... ovviamente non è quella che è andata perduta ma una uguale identica

...le affermazioni è il ripete la stessa frase diverse volte in periodi diversi della gionrata purtroppo lamaggior parte delle volte lasciano solo molti dubbi nella vostra mente e nel vostro subcosciente rifiutando la vostra affermazione ogni volta che viene formulata
con le affermazioni
cosciente: Sono molto sicuro di me in pubblico
subcosciente: sei solo un i....a, ricordati di quell'ultima volta in cui si son prsi gioco di te e non ti sei difeso? è ovvio che sei insicuro

cosciente: ogni giorno divento più intelligente
subcosciente: Naturalmente sei solo uno stupido e sei a malapena intelligente ed è come sarai sempre

Soltanto le affermazioni che non sono in conflitto saranno trasmesse al vostro subcosciente.Le affermazioni che sono in conflitto con la vostra/nostra credenza subcosciente non funzionano a causa di questa.

generalmente queste sono alcune delle affermazioni della maggior parte delle persone

Non otterrò mai quel lavoro che che mi piace
Le persone che incontro è come le pecore e saranno sempre addormentate
Posso avere più denaro solo ottenendo delle promozioni„
Non perderò mai quei 10 kg
Devo sempre lavorare molto duramente per ottenere quello che desidero
Soltanto i richi diventano più ricchi
ecc.

Ogni volta che abbiamo questi pensieri la volontà subcosciente li fa rispettare perché non ci è conflitto. Quelle affermazioni negative funzionano spesso.

la settimana scorsa cercando di saperne di più sull'uso delle affermazioni in EFT mi son imbatuta inquesto sito:

www.emofree.com/Articles2/loa-eft-carrington.htm

l'ho tradotto con google ^_^

e ho avuto una piacevole sorpresa che mi ha aperto gli occhi e chemi ha fatto ricordare molte cose...

quello che Noah St. John chiama afformazioni o affirmazioni (qualcuno magari traduce in modo più corretto )
e che ha scritto "The Little Book of Afformations"
mi si è accesa la lampadina... sullabase di quanto vissuto sino ad ora ho avuto un riscontro e una conferma di quanto stavo pensando in questi ultimi mesi

Si tratta di cambiare l'affermazione in forma di domanda.

Invece di: "Ogni giorno divento più intelligente !" pensare o dire:"perchè sono ogni giorno più intelligente ?"

Si fa anche con le affermazioni negative, che vanno formulate due volte. Prima per rendere positive e poi per porle come domanda.

Quindi se pensiamo: La mia vita è uno schifo
diventa: la mia vita è fantastica!
e in ultima: perchè è la mia vita così fantastica ?
O: perchè è la mia vita ottiene le cose migliori ?
O: quale è la ragione per cui nella mia vita otengo le cose migliori?
O: Io come migliora la mia vita?

Se poi provate a viverle quelle domande vi accorgerete di qualcosa che sale da dentro ^_^
e indica che la mente ...il subconscio inizia ad accettrale...

e sembra che la ragione per la quale il subcosciente le accetta è perché prova automaticamente a trovare la risposta...
in quanto una delle sue funzioni (se non mi sbaglio)
Ciò significa che per cercare quella risposta si presupone che quello che si sta chiedendo è già stato fatto(anche se realmente non è).

questo alcuni esempi che ho trovato anche in rete ^_^

Perchè ottengo sempre i lavori che mi piacciono?
Perchè la mia vita è dinamica ed emozionante?
Come posso aprire le menti della gente?
Perchè tutta la gente comincia pensare di più per se stessa ?
Perchè ho sempre fonti di reddito multiple ?
Perchè ho sempre il mio peso ideale ?
Perchè ottengo sempre quello che desidero ?
Perchè sono sempre così fortunato?
ecc.
...

Per quanto mi riguarda in questo contesto è accaduto che ho iniziato a chiedermi:
perchè in confronto ad altri addotti ricordo molto ?
perchè mi sono liberata dei "parassiti" ?
perchè la mia vita è notevolmente migliorata ?
...e così via ^_^
ora anche per la mia salute ^_^
per la consapevolezza...
per un infinità di cose ^_^

e ringrazio per vedere sempre più chiaramente il percorso che sto facendo imparando moltissime cose ed avendo continue conferme che condivido con Voi ^_^

Non so se possa essere di aiuto ad Altri, per me oggi che ne ho avuto conferma e ne sono consapevole lo è moltissimo ^_^
smettiamo di farci le domande in negativo...
e come ci vengono in mente ...giriamole in positivo !
qui e ora è !
l'osservazione di sè e il consocere le nostre parti è ciò che mi ha portata a ri-trovare tutto questo ^_^

^_^

p.s. scusate gli errori ...l'ho scritto al volo e senza rileggere

^_^

Giojazz, 10/09/2007 13.42:
A volte il caso... poi ti accorgi che non è il caso, sono le tue parole, i tuoi pensieri e in ultimo le azioni...

Ho scaricato giusto stamattina un e-book sulla legge dell'attrazione (che caso...), vi lascio il link: Il pensiero crea.

Si sta aprendo un portone, sarebbe bene che varcassimo la soglia...

Ciao
Giojazz


hahahahah l'avevo trovato anch'io e linkato da qualche parte,
no ricordo quando ^_^

se sono arrivata qui è anche perchè mi chiedevo sempre …perchè aiuto sempre gli altri ?
è una cosa che mi chiedevo spesso e spesso c'era chi veniva in cerca di me solo perchè io li aiutassi
solo oggi mi rendo conto che ero io stessa ad attirarli
a volte poi stavo male perchè mi sentivo usata anche da chi è della mia famiglia.. stavano mesi senza nemmeno una parola, una telefonata di loro iniziativa... però quando gli arrivava l'acqua alla gola mi chiamavano

ho sempre guardato prima a chi mi era attorno e poco a me stessa... sempre disponibile persino a tutte le ore ed anche di notte il cel sempre acceso...
così aiutavo e risolvevo spesso i problemi degli altri e per me non vi era mai tempo…

un po’ alla volta ho cercato di cambiare le cose e molte volte mi son ritrovata con situazioni attorno difficili e pesanti… più mi sforzavo a fare in un direzione più le cose accadevano nell’altra come a farmi tornare indietro…

della serie "apri le porte !..."

ovvio che ho avuto ed ho anch’io i miei alti e bassi e che nulla viene per nulla, l’impegno, la perseveranza e il volere è alla base … però sembrano venire boicottate il più delle volte proprio da noi stessi o meglio da una parte di noi… il rendersene conto ed averne consapevolevva cambia notevolmente le cose,

quando ho appreso la base di EFT andavo a periodi… per diversi motivi… il piecchiettamento per quanto poco esige un momento per sé e spesso ci si trova ad avere i minuti contati per giorni o si trovano altre “scuse”…è un auto-boicotaggio…
in certo senso però non ha nemmeno tutti i torti ed è stato da lì che sono andata avanti a cercare di comprendere cosa si poteva fare per cambiare le cose… osservavo i miei pensieri e l’energia che essi “impiegano”, spesso avviene che osservando la mente e il suo "lavorio" si noti una cosa … il fatto che il pensiero viene ripetuto per almeno due volte perché arrivi al cosciente in modo chiaro… perché questo mi chiedevo ?
non basta una sola volta ?
perché si afferma all’attenzione cosciente in quel modo ?
cosa vi è dietro ?
…beh ancora no lo so ma è quanto mi ha permesso di ri-trovare quanto esposto sopra e di avere conferme su cose che inconsapevolmente ho sempre usato in positivo e in negativo e che ora in modo consapevole sto cambiando ^_^

il volere a tutti i costi ricordare e divenire consapevole mi ha portata sulla strada giusta o almeno penso di credere di averla intrapresa ^_^

quello che mi ha colpito nel trovare quanto linkato ed esposto è stato il trovare un lavoro in cui si spiegano le “afformazioni”
perchè è un modo per chiedere su una cosa che "è già" in modo facile e aggirando gli ostacoli del subsonico e l'auto-boicotamento se così si possono chiamare i pensieri negativi che vanno in conflitto con ciò che si cerca di raggiungere

per chi : “non” riesce a fare il simbad e si dice a me il simbad non riesce diventa io riesco a fare il SIMBAD…
e poi… Perché riesco a fare il SIMBAD ?
Perché mi è così facile fare il SIMBAD ?
Ecc.
perché applico facilmente il metodo delle telecamere ?
perché ricordo facilmente ?
perché mi è così facile usare le ancore nei miei ricordi ?
perché mi sento a mio agio sperimentare il SIMBAD ?
perché nel SIMBAD ho il controllo della situazione in ogni momento ?
perché mi riesce facile costruire la stanza partendo dal senso che mi è più famigliare ?
perché mi è facile fare le visualizzazioni ?

e così via…
ognuno trova il suo modo ^_^

vivendo e sentendo quella domanda in ogni sua parte !

quando al mattino mi alzo e il primo pensiero è…
miii che giornata dura mi attende …mi fermo qualche secondo e cambio in:
woww perché ho una giornata fantastica e piena di energia ?
beh…
le cose cambiano notevolmente !

e se sono arrivata qui caro Gio è anche per merito tuo come lo è di Malcor e Semiasse, di Lollo e di tutti gli Amici di questo forum e di altri !

Grazie a Tutti Voi!

ovviamente non è finita qui... la ricerca continua!

^_^

volere è bello ma è qualcosa che... si desidera... e potrebbe essere limitato e limitante in un certo senso... (dipende da diverse cose... tra cui l'ego in questo caso inteso come falso sè o sè fantasma...)
con le affermazioni e l'"immaginazione" (quindi vivere ora quanto si afferma) e il conoscere se stessi (tramite i vari metodi e mezzi ...per me uno è il Simabd) si va oltre a questo in quanto si definisce un qualcosa che già è (anche se poi nella realtà non lo è affatto -per ora-)

quindi concordo con chi mi ha scritto che il "voglio" non è azzzione...

^_^

partendo poi da ... non sono libero a io voglio essere libero ed è un desiderio che si esprime, ...questo già cambia però non basta ...non è azione ...si muta ancora in Io mi Libero (grazie Gio ) e la cosa cambia ancora ... andiamo avanti ?
ok ...allora diventa Io sono Libero!
siamo già nel qui ed ora...
però arriva il più delle volte l'autoboicattamento... che in genere fa così...:
senza di me non puoi fare nulla,
non sei mai stato libero in vita tua e pensi di esserlo ora ?..
se ti liberi poi no sarai in grado di fare le cose che puoi fare ora,
se ti liberi non arriverai mai ad avere certe conoscenze e starai solo male,
sei mio e solomio e non ti libererai mai di me...
sei cattivo e rimarrai sempre solo se mi mandi via...
ecc.

con il girare l'affermazione in forma di domanda sembra che si aggiri l'autoboicottamento (sembra che accada nella maggioranza delle volte però sono solo all'inizio e non ne sono certa visto che sto provando da poco tempo) e si da per certo, in certo modo, che la cosa sia già in quanto si chiede una rispota ad un stato di fatto (anche se questo non è) ...stessa cosa che accade nel simbad... (in poche parole) nel psicodramma ci liberiamo dell'interferenza del lux e quando questo cerca di aggirarci nella "realtà" noi ne siamo consapevoli e lo mandimo via.. idem per gli altri...

allora quanto scritto sopra diventa

Perchè sono libero ?
Perchè mi son liberato ?
Perchè sono così libero ?
Perchè mi permetto di essere libero ?
Perchè posso essere libero ?

vivendo tali "afformazioni" come se la cosa è già accaduta

se emergono obbienzioni ( e queste si sentono subito dopo che si son dette/pensate tali frasi/afformzioni o le affermazioni) queste vanno prese e girate...

il porsi queste domande è come se l'azione ci sia già stata (come dopo aver fatto un simbad incui ci si è liberati) e ci si chiede il perchè è avvenuta... "vivendo" tali domande aiutandosi con le sensazioni e le emozioni si assapora come è l'essersi liberati... o quello che ci si chiede, si vive l'azione e l'aver compiuto l'azione... si vive in quel momento la domanda e / o l'affermazione che è azione e non più desiderio volto al futuro ma in certo modo è parte del presente ( e in certi casi lo si vede comep arte del passato) ed è lo stato presente che si vuole vivere ed essere,

molte volte durante i Simbad parlavo con mente che aveva paura di questo o di quello o criticava questo o quello... ecc.
l'osservazione dei pensieri e delle emozioni mette in risalto queste cose anche al di fuori del simbad e per me ora è più semplice affermare o "afformare" (ponendomi le affermazioni in forma di domanda e vivendole)... nel momento in cui sono consapevole che il pensiero emerso è volto a un qualcosa che è per me negativo o limitante... che vi sia preconcetto o giudizio ecc.

Libero dalle interferenze in questo caso e in questo contesto ...sembra poi valere per tutte le cose... almeno penso, analizzo e sperimento...

e questo potrebbe essere provato da tutti anche dai non visivi usando altri mezzi come la scrittura o la musica per affermare o afformare una determinata cosa, cercando di viverne le emozioni e le sensazioni atraverso odori, suoni, tatto, gusto ad esempio rievocando un momento che ricordate che vi ha dato emozioni forti e positive alla affermazione o afformazione... scrivendole ecc.

l'unica è sperimentare e provare...
magari si trova qualcos'altro

^_^



Giojazz 18/09/2007 17.30
Quoto tutto (tanto per cambiare ) e in particolare ciò che ho evidenziato.

Tutto questo ha una sua logica, legata alla teoria dell'universo olografico e alla fisica quantistica e alla pnl, niente di marziano...

Consigli:

1) Esiste una tecnica chiamata "come se", consigliata da diversi terapeuti. Consiste nel comportarsi "come se" (appunto) una cosa si fosse già ottenuta. Quindi bisogna riflettere su come ci si muoverebbe, come si parlerebbe, che sensazioni si avrebbero, che pensieri si avrebbero... e poi comportarsi di conseguenza. Xè funziona?

Primo xè il cervello è stupido... provate a sorridere "forzatamente" per qualche minuto, e state a vedere cosa succede... il cervello ha memorizzati in sè ancoraggi a sensazioni in base ai muscoli che si muovono, x lui che sorridiate per finta o per davvero, poco cambia, state muovendo determinati muscoli e lui crede che siate sereni sul serio, e rilascia le sostanze chimiche nel corpo rispettive alla sensazione generata dal sorriso... questo è un esempio...
Se foste solari, positivi e sicuri di voi come vi muovereste? come parlereste? come pensereste? fatelo!!

Secondariamente il vostro modo di agire, di muovervi, di parlare, di pensare è strettamente legato al modo in cui vivete. Per connessione se cambio a piacimento queste cose, vado a influire sul mio modo di vivere... ergo scegliete bene la vostra postura, le vostre parole, i vostri pensieri, xè vanno a influire e a creare ciò che siete e che sarete!

Terza cosa ricordate che nella fisica quantistica "l'osservatore", che ormai da molti comincia ad essere definito come "partecipatore" ha un ruolo chiave nella costruzione della realtà... ciò che vi circonda non esiste in quanto tale, le cose che tocchiamo e vediamo è bene che cominciamo a percepirle come "eventi" e non oggetti concreti... sono miliardi di atomi che prendono una configurazione probabilistica in base all'osservatore, e su questo Heisenberg è stato abbastanza chiaro. Non esiste più un là fuori oggettivo indipendente da noi!! Esiste un noi che interagisce con ciò che ci circonda e lo modella, basta sentirsi vittime, siamo protagonisti di ciò che accade!

2) Ho consigliato ad alcuni che non riescono a fare il simbad (per svariati motivi), le seguenti varianti.

Riflettere sul significato e il concetto di LIBERTA', sentirne la sensazione, lasciarsi oltrepassare da essa. Che emeozione vi dà tale concetto? Dove la visualizzate? Dove la percepite? Le associate un colore? Un suono? Un odore? Lasciatela fluire in voi. Pensate di averla in voi, e pensate di essere LIBERI... e qui torniamo ancora alla tecnica del "come se" (vedi sopra).

C'è chi fa fatica a visualizzare, e c'è chi comincia la visualizzazione dopo essersi rilassato e ad un certo punto, si ritrova da tutt'altra parte o si ritrova nella stanza serpenti, lux, e vari che agiscono indisturbati facendo i loro porci comodi, e non si controlla più ciò che si visualizza... bene, chi si ritrova in questa situazione, allora potrebbe, diciamo, tagliare la testa al toro... lasci perdere il visualizzare la stanza, tavoli, sedie, ecc ecc. Chiuda gli occhi e "al volo" immagini di cacciare il parassita come meglio crede, a calci, fuori dalla finestra, fuori dal vostro corpo e dal vostro spazio insomma siate "fantasiosi"... non è importante che la visualizzazione di tale scena sia "pulita e lucida", l'importante è che percepiate quando l'avrete fatto la soddisfazione, la sensazione che vi darebbe tale atto, se l'aveste potuto compiere tutte le volte provavate rabbia e non l'avete espressa, sentite tale sensazione, la sensazione che avreste se mandaste via il parassita, sentitevi "come se" l'aveste mandato via veramente...

Ps: queste strategie possono essere utilizzate insieme, o una alla volta, come meglio credete. La questione fondamentale, xò, non è cosa utilizzate, ma la VOLONTA' e la CONVINZIONE che ci mettete nel mettere in ATTO le cose.

Ciao
Giojazz

grazie ultimotemplareterra !!!
sincronicità, casualità...
non ho idea di cosa sia

arriva in un momento giusto,
sabato ho parlato con una persona che mi ha fatto una domanda...
nel simbad si vivono emozioni?
non so perchè ma ero stata portata a prendere in considerazione solo un aspetto, quello dell'osservatore, chi osserva ed è distaccato e non ha emozioni...

grazie a ultimotemplareterra ^_^
oltre a riprendere quel punto lo amplio e lo integro...
nel momento in cui si vivono certe esperienze quali ad esempio il liberarsi da un parassita le emozioni si vivono tutto è reale in quel momento, si vive un senso di libertà e si è invasi da una energia che è finalmente libera e scorre in Noi, non più limitta dal parassita di turno, più ci si libera e più si vive questa energia e consapevolezza, le emozioni sono un punto fermo, si vive l'emozione di essersi finalmente liberati di un freno a mano che dà una falsa sicurezza perchè è una cosa in più, il nostro freno a mano è già parte di Noi del nostro esperire e non ce ne servono "altri" ^_^
il liberarsene è accompagnato da sensazioni positive ...
sempre secondo mee sempre se non mi sbaglio

solo ora rileggendo mi sono resa conto che avevo risposto a metà

pardon

^_^


fonte da un vecchio 3D: http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=6745214

Nessun commento:

Posta un commento