" Blog ...sconsigliato a persone impressionabili, minorenni e a chiunque teme di allargare i propri orizzonti ! "

martedì 18 novembre 2008

Sigilli e "chip", materiali e non...

Copi incollo da un altro forum:

(Auspico che queste nozioni non alimentino nel forum paranoia e deliri cospirazionistici).

Un sunto di alcune cose da me dette in un corso:

____________________________________________________________________________________

Cosa sono, come sono fatti, a cosa servono i chip-sigilli.

Chip o sigilli. Come sono fatti.

1) i ben fatti: guscio di energia-oro. I chiaroveggenti (?) li vedono come cose belle. Ma è solo un mascheramento. Nel nucleo c'è la loro programmazione. Li riconosci quando li cominci a disfare e ne senti la reale natura sporca e sgradevole. Sono opera di maestri (neri, ma maestri).

2) i mal fatti. Sembrano nuvolette grige e sgradevoli.

Distinti in base al loro obiettivo:

1) aspiratori (quelli fatti dai maestri li trovi nello splenico: BioT e BioA). Sono presenti soprattutto nelle sette e formano una rete. Il punto di raccolta è un serbatoio dal quale il maestro nero attinge le sue grandi energie.

2) lettori, servono a scrutare cosa sentiamo e/o pensiamo (ajna, cardiaco A, solare A solitamente);

3) bloccanti, servono generalmente ad escluderti da energie superiori e/o da forme di creatività e/o intuizioni, eccetera (tipici quello piazzato nel corpo calloso e quello nel nodo splenico interno). Servono a limitare la tua crescita spirituale/mentale, in sostanza la tua indipendenza;

4) controllori:
4.1) controllori di bioenergia; tipici quelli nellla nuca e/o direttamente nei nervi: con un colpo i maestri neri possono privarti totalmente di ogni energia. La sensazione per il soggetto è orribile: si sente sfuggire la vita.
4.2) controllori psichici: Mediante un chip-controllore un maestro nero sa cosa pensi o cosa senti. Supponiamo che tu pensi qualcosa che lui non gradisce, ti tratta in questo modo: ripete il suo nome nel chip e ne testa (o ne "vede") la risposta. Se è di un certo tipo, epr esempio, cresce per lui è OK, altrimenti il contrario.

In base alla loro alimentazione:
1) normali: fatti da pseudo maestri, con il tempo si scaricano;

2) autorigeneranti: fatti da bravi maestri, si alimentano direttamente con l'energia del soggetto.

In base alla loro generazione:

1) normali: collocati in sede, lì restano;

2) autoreplicanti: generano altri chip via via che il soggetto fa certe cose o incontra certe persone. Si comportano come un virus.

In base alla loro base:

1) non fisica: può essere un chakra;

2) fisica: può essere una immagine, un suono, una frase, un nome. Semplicemente guardandoli, ascoltandoli, ripetendoli si attiva il chip.



____________________________________________________________________________________
Ricevo dall'amico kybernetes questa lettera:


Cita:
Filologicamente come si arriva ad associare i sigilli (che presuppongo derivino dall'immaginario della magia) ai chip? anche se è stato specificato che quest'ultimo è il termine più corretto, sono curioso... anche perchè, almeno in magia, i sigilli sono qualcosa di più ampio del concetto, per quel che ne posso sapere attualmente, di chip.

come si viene chippati? date un'occhiata a mind fucking.

gli aspetti della virologia dei chip mi portano a collegarli a dei memi la cui essenza è negativa.

i chip nella CM? mi ricordano i miti gnostici sugli arconti:


Cita:
secondo i proto-gnostici, il demiurgo era un essere composito formato da sette arconti, i tirannici guardiani dei sette mondi. sophia, proveniente dal “cielo supremo”, fu trattenuta dagli arconti e tirata giù nei mondi. fu sottoposta a ogni tipo di abusi in modo tale che non poté più tornare verso l’alto.


Cita:
gli arconti e demoni jung ha provveduto a ridefinirli come complessi, ovvero come quelle rappresentazioni a tonalità affettiva che ci tengono in scacco, ci inchiodano, per così dire, alla letteralità, e tanto più riescono a farlo quanto più si sottraggono alla coscienza


Cita:
complessi, coazioni etc. costituiscono l'analogia psicologica di demoni, arconti e di ogni potenza malvagia.


fonti delle citazioni:
indagine sulla realtà
gnosi e sapere psicologico
psicologia e gnosi

per approfondimenti sullo gnosticismo:
abissi gnostici

i maestri neri sarebbero, in base agli elementi sopra citati, coloro i quali perpetuano sulla terra il dominio delle potenze malvagie attraverso meccanismi di coercizione della volontà umana.

nell'immaginario (post)teosofico maghi e maestri neri vengono inclusi nella definizione di "fratelli neri": una leggendaria organizzazione, le cui radici invisibili si perdono nella meta-storia, che si contrappone alla più luminosa "loggia bianca" e conterebbe tra le sue fila diversi adepti.
sociologicamente si può far parte di queste categorie a priori dall'esserne consapevoli poichè il proprio operato individuale può risuonare con gli scopi che l'una o l'altra organizzazione si prefigge al di là dello spazio-tempo. energeticamente parlando questa connessione si stabilisce con l'eggregora archetipica tramite le proprie FP e la vibrazione che queste riflettono nell'aura.
lo studio antropologico dei primitivi rivela che ogni individuo viene concepito dalle comunità arcaiche come uno stregone. fare il malocchio è, almeno in teoria, alla portata di tutti. chiunque possiede in sè gli strumenti della magia, o li si conosce e li si sa usare o, avendoli dimenticati, grazie ad un processo di lobotomia sottile globalizzato, vengono usati comunque: in che modo, da chi? ognuno è "libero" di canalizzare e mettere in circolo qualsiasi cosa.

Non si deve credere che i frequentatori di gruppi e sette esoteriche siano poco numerosi. Per farsi un'idea di cosa si muove, di già mappato e divulgato, in italia:

http://www.cesnur.org/religioni_italia/default.htm

Trascendo la dicotomia teoria/pratica, non penso, da bravo taoista, che una polarità abbia più importanza dell'altra, bensì le trovo entrambe fondamentali, nel loro perfetto equilibrio.
quello che distingue un mago (in senso di "sapiente") da una strega è che il primo ha una cultura che va oltre l'apprendimento sul campo.
la consapevolezza si sviluppa a priori dai libri ma non esclude la lettura, anzi, con le sue chiavi, ha modo di esplorarne i segreti e di vedere più chiaramente tra le righe.

robè: la questione filologica a me incuriosisce, non la ignorare so che non è fondamentale tanto quanto altro, ma è pur sempre un elemento del tutto

per quanto mi riguarda non è che me ne importi molto dei trip sulle logge bianco-nere, nè di drammatizzare: ho chiarito semplicemente, a chi era interessato, l'immaginario a riguardo, neanche entrando troppo in profondità.

la libertà da sistemi di credenze e paradigmi è un presupposto essenziale per una ricerca autentica. questo lo abbiamo scritto, detto e letto tante volte, forse possiamo anche darlo per scontato, almeno in questa sede riservata.

che i meccanismi coercitivi, a mio avviso sempre legati ad ipnosi e magnetismo animale, esistano è un dato di fatto. le infezioni memetiche si perpetuano da millenni e diverse aree della società celebrano da sempre, più o meno consciamente, il culto di alcuni virus. il cospirazionismo alla david icke, giusto o sbagliato che sia, è un'altra cosa (il che non significa che nelle teorie cospirazioniste non si ritrovino frammenti di verità).

mi piacerebbe poter evitare di chippare le persone che si relazionano a me, non gradisco nè l'idea di poter essere un tramite per la trasmissione di chip altrui, nè quella di lasciare che chi "voglia" possa chipparsi tramite la comunicazione con me.
purtroppo quando la gente riconosce in qualcun* un certo carisma scattano quasi automaticamente le dinamiche che storicamente hanno strutturano i sistemi piramidali di religione, politica ed economia.

sul diksha: anch'io lo preso (una volta) e prima di riceverlo mi ricordo che chi me lo diede mi mostrò il libro, macro edizioni, a cura dei fondatori del movimento, ed il visualizzare la loro foto mi ha dato delle forti sensazioni ai chakra della nuca. ho provato le medesime impressioni quando, attraverso la magia cerimoniale, avevo evocato un'entità demonico-vampirica (qliphotica, per dirla in termini cabalistici) della sfera di lilith. il libro, così come il sito che RZ vuole evitare, è un ancoraggio per queste FP: non per caso mi è stato dato in visione. a voi che avete ricevuto il diksha vi è stato fatto vedere?

Quali sono queste basi fisiche? sono le medesime su cui, in genere, si fissano le FP, no?






No, non facciamo confusione. Un cip è un oggetto eterico costruito con una certa tecnica più o meno sofisticata con uno o più scopi precisi. Un FPN è altra cosa. Andare a mangiare da McDonald potrebbe essere una FPN o un cip o l'uno e l'altro. Supponiamo che i McDonald non siano cippanti (mah!). Resta il fatto che alimentarsi in quel modo è cosa dannosa, una specie di vizio, che so, come il fumo, come la abitudine a certi pensieri viziosi, come la tendenza a ferirsi, come la tendenza alla depressione, come pensieri violenti ed aggressivi, eccetera.
Nel tuo caso, tu saresti (in tale ipotesi) chiamata da McD da una tua FPN. L'hai creata tu, attraverso un'insana abitudine, oppure te l'hanno creata altri attraverso tecniche subliminali o di tipo ipnotico. Un po' come viene fuori dal film.

Facciamo invece l'ipotesi che McD sia cippante. Come potrebbe funzionare? Faccio ipotesi, poiché sono un estimatore del slow-food e non frequento McD.
Tu entri e c'è il clown che ho visto nel film (A proposito: è quello reale? oppure il regista l'ha modificato in peggio? Perché se è quello reale, ha un che di diabolico).
Dunque tu entri in McD e guardi il pupazzo-clown. Quello è stato fatto in modo che sia cippante. Ti crea un cip nel tuo corpo sottile. In tal caso, è presumibile che possa agire sul chakra solare, forse anche sull'ajna.

Chiaramente si tratta di cosa diversa da una FPN. E' un oggetto di tecnica sottile. (Quando io parlo di tecnologia sottile, tutti mi guardano come un alieno, senza rendersi conto che è diffusa quanto quella densa e senza pensare che loro - i non alieni - sono al 70/80% cippati).

Dopo qualche giorno, il cip sul solare ti fa venire fame di McD e tu va lì a ingurgitare le sue schifezze. Il cip può essere programmato in modo da creare FP, in tal caso FPN.

Credo che, a parte la scuola spirituale (???) di cui qui si tratta, sarebbe bene che in questa sede si facesse una sorta di indagine sulle tante sette che proliferano ogni giorno sul pianeta.

Esistono tante ipotesi sul loro obiettivo occulto. Una cosa è certa: sono contro di noi.

Le sette non sono l'unica base-fisica di cip. Dai un'occhiata alle bandiere. Quelle dei paesi più potenti sono Tutte cippate. La loro programmazione è abbastanza complessa e molto sofisticata. L'energia in essi contenuta è assolutamente enorme. !

La loro programmazione consiste, quasi sempre, in un indebolimento dell'energia di chi non è cittadino di quella bandiera. Esempio facile facile: prendere un flag a stelle e strisce e testare la propria energia senza guardarlo e guardandolo.

Oppure, lo stesso test con una banconota da 1 $.

____________________________________________________________________________________

Cominciamo dal principio. Il principio si chiama potere. E' da lì che si parte.

Ogni cip è uno strumento per il raggiungimento ed il consolidamento del potere.

Se quanto sopra è vero, ci dobbiamo chiedere: Chi sta tentando di raggiungere e consolidare il potere? E di che potere si tratta? Esistono indizi pesanti che ci possano far dire (senza cadere nel più vieto cospirazionismo) che esistono gruppi di potere che utilizzano da tempo la tecnologia sottile? Chi sono, se esistono, tali gruppi? Che obiettivi hanno?

Gli indizi sarebbero numerosi, ma io partirei da un discorso di base. Una constazione autoevidente è la seguente: La società attuale è un'immensa raccolta di merci che si vendono e si comprano. Esistono dunque i "venditori" e i "compratori". Tra le merci, c'è il lavoro e il bisogno. Per esempio: per vivere devo lavorare e vendo la mia capacità (con il computer, con la o le lingue, con la mia forza fisica, eccetera) a chi me la compra. Quindi, tra i venditori ci sono i cosiddetti "lavoratori", abusatissimo termine che la cosiddetta sinistra ha talmente tanto usurato che ha quasi perso di significato.

In questo caso, il compratore è chi dà lavoro al venditore, il cosiddetto "padrone", altro termine abbondantemente usurato.

Per quanto attiene i bisogni, anche qui il discorso sarebbe lungo e complesso. Esempio: io ho realmente bisogno di mangiare, ma forse non ho bisogno di mangiare come nel film Supersize Me. Che tipo di bisogno è quello di McDonald? Un bisogno indotto, potremmo dire, un bisogno artificiale. McD mi "vende" un bisogno e io lo compro.

Se ci limitassimo ad una visione del genere, resteremmo ancora all'interno della visione marxiana (non marxista) della società borghese. Il fatto è che, da quando Karl Marx ha scritto Il Capitale ad oggi, molte cose sono cambiate. E sono cambiate in peggio. Vediamo quali.

Ne Il Capitale Marx analizza scientificamente la società borghese e i mezzi di produzione. Non è solo in questa sua analisi, perché altrettanto, anche se con esiti politici assai diversi, fanno più o meno nello stesso periodo anche tutti gli economisti classici. Prendiamo però ciò che resta ancor valido de Il Capitale, soprattutto l'idea che la cultura delle classi dominanti è la cultura dominante.

Il punto politico che dovrebbe stare davanti agli occhi di tutti e cioè che non esiste più la società borghese quale classe dominante, e che esiste invece qualche altra cosa enormemente più pericolosa della classe tanto odiata da Marx stesso. In vero, non tutti si sono accorti che la borghesia non è più la classe dominante, a cominciare dalla sinistra, soprattutto quella italiana. Un'altra classe ampiamente nascosta ha preso il posto della borghesia dei tempi di Marx e usa la borghesia come suo commis, suo strumento di esercizio del potere. Ma questo possiamo vederlo in seguito. Ritorniamo a la cultura delle classi dominanti è la cultura dominante.

Questo concetto comprende tutto, non solo la qualità dei media, film, TV, giornali e quant'altro, ma anche e direi soprattutto la cosiddetta Scienza. Dalle cose espresse all'inizio, emerge che per vendere qualcosa io devo:

1) vendere un "bene" contraddistinto da una qualche possibilità di definizione (il pane è quel certo oggetto fatto con la farina e il lievito, eccetera);
2) vendere un "bene" contraddistinto dalla finitezza. Non posso vendere l'aria, perché (almeno per qualche anno ancora) ce n'è a sufficienza per tutti e basta inspirare per averne quanto basta.
3) vendere un "bene" contraddistinto da un bisogno. Per esempio: ho bisogno del pane, ho bisogno del cellulare, ho bisogno di una SUV, ho bisogno di pantaloni, orologio, gaicca griffati. Di quelli anonimi non ho bisogno.
4) vendere un "bene" la cui proprietà sia mia. Non posso fare come Totò che vendeva Fontan de Trevi, perché non è mia.

In conclusione, ecco le quattro paroline magiche:

definizione finitezza bisogno proprietà

La cultura (e la Scienza, che è una sua parte!) deve dimostrare che ciò che si vende sia sempre contraddistinto dalle quattro paroline magiche. Altrimenti, salta il gioco.

Esempi.
1) Se io sono la Big Pharma allora:
Definizione. Non so che farmene delle Energie Sottili, perché non posso definirle. Invece posso definire una molecola.
Finitezza. Non so che farmene delle Energie Sottili, perché sono infinite. Invece la molecola (che io produco) è limitata dalla produzione che è nelle mie mani. Così posso controllarne la finitezza.
Bisogno. Devo dimostrare che la mia molecola soddisfi un certo bisogno, per esempio guarire una certa malattia. Per questo, ho a disposizione un gran numero di possibilità.
Proprietà. La molecola l'ho brevettata e quindi è mia. Le ES no, allora non so che farmene.

2) Se io sono la Monsanto allora:
Definizione. Non so che farmene delle Energie Sottili, perché non posso definirle. Invece posso definire il DNA di una pianta.
Finitezza. Non so che farmene delle Energie Sottili, perché sono infinite. Invece il DNA di una pianta (che io ho descritto "scientificamente") è limitato dalla produzione che è nelle mie mani. Così posso controllarne la finitezza.
Bisogno. Devo dimostrare che il mio DNA soddisfi un certo bisogno, per esempio guarire una certa malattia. Per questo, ho a disposizione un gran numero di possibilità.
Proprietà. Il DNA della pianta l'ho brevettato (!!!) e quindi è mio. Le ES no, allora non so che farmene.
____________________________________________________________________________________

(Auspico che queste nozioni non alimentino nel forum paranoia e deliri cospirazionistici).

Ricevuta questa informazione da un amico:

[color=darkred]Se è stato mutuato il termine chip dalla tecnologia ci sarà un perché. Chiarisco: i chip eterici sono altra cosa, ma nella realtà fisica esistono chip fisici che hanno gli stessi intenti di quelli eterici: il controllo. Scusate la lunghezza ma è un documento word, non è da rete. Non avrei saputo come inviarvelo.
------------------------------------------------------------
Ai bambini verrà data una carta d'identità elettronica
Luglio 2006, The Telegraph Group Limited
Bruxelles: In Belgio sono state introdotte le nuove carte d'identità elettroniche per i bambini con meno di 12 anni. Esse conterranno un codice capace di permettere ai genitori di poter rintracciare immediatamente i propri figli scomparsi. L'annuncio è giunto mentre la polizia belga sta continuando la ricerca delle due bambine scomparse qualche giorno fa. Le carte d'identità non saranno in grado di proteggere i bambini dai rapimenti o dalle violenze degli adulti, ma hanno come obiettivo quello di offrire un mezzo sicuro per poter riportare un bambino nella propria famiglia.
Il popolo belga è particolarmente sensibile alle vicende relative al rapimento di bambini da quando una decina di anni fa scoppiò il caso di Marc Dutroux, il pedofilo che fu arrestato dopo che ebbe rapito sei bambini uccidendone quattro di loro. Le nuove carte di credito avranno un codice speciale e delle apposite istruzioni per chiamare un numero di telefono che si occupa delle sparizioni di bambini.
________________________________________
I pub britannici scannerizzano le impronte digitali
Luglio 2006, MM_NEWS REPORTER
Gli attaccabrighe delle cittadine britanniche dovranno lasciare le proprie impronte digitali all'entrata dei pub e dei club notturni. Questo sistema dovrebbe servire ad isolare i più rissosi. Il progetto è comunque volontario e le informazioni immagazzinate saranno soggette alla legge sulla protezione della privacy.
Il progetto "In Touch" è il primo del genere in Gran Bretagna. Le macchine biometriche per la scannerizzazione delle impronte digitali sono state installate per il momento in sei pub dell'area sudoccidentale della Gran Bretagna. Ai clienti viene richiesto di lasciare l'impronta del proprio indice destro e di mostrare una propria fotografia da poter registrare nel sistema.
I dati vengono poi immagazzinati in una rete di dati accessibili agli altri club, in modo che le informazioni possano essere trasmesse molto velocemente.
Si potrà così subito identificare coloro che in passato hanno già causato dei problemi, in modo che lo staff che lavora nei vari club potrà subito essere allertato nel caso di arrivo di clienti malintenzionati.
________________________________________
Apparecchi con controllo a distanza per “controllare” gli uomini
Aprile 2006 - Di YURI KAGEYAMA, AP Business Writer
ATSUGI, Giappone
La Società dei Telefoni e Telegrafi Giapponese (NTT), che è tra l'altro la prima compagnia giapponese, ha annunciato che sta sviluppando una tecnologia in grado di rendere ancora più realistici i videogiochi. Ma questa tecnologia potrebbe ispirare delle applicazioni ben più sinistre. Essa potrebbe essere utilizzata anche nell'arsenale militare tra le cosiddette “arme non letali”.
Durante una recente dimostrazione svoltasi al centro di ricerca NTT, degli addetti hanno posto una speciale apparecchiatura sulla mia testa. Essa trasmette una corrente elettrica a bassissimo voltaggio dal retro delle orecchie (sia da quella sinistra che da quella destra a dipendenza in quale direzione di si muoveva il joystick).
Ho trovato questa esperienza snervante e spossante. Cercavo di andare avanti ma mi sentivo sballottato da ogni parte a motivo della corrente alternata.
Tale tecnologia viene definita stimolazione galvanica e vestibolare; in sostanza l'elettricità non fa altro che scompigliare i delicati nervi posti all'interno delle orecchie i quali ci aiutano ad avere l'equilibrio. E' incredibile come sentissi una forza irresistibile che mi faceva camminare a destra quando il ricercatore muoveva l'apparecchio verso destra e dentro di me ero convinto - erroneamente – che questo era l'unico modo per restare in equilibrio.
Il fenomeno è indolore ma drammatico. Senti i tuoi piedi muoversi prima ancora che tu lo sappia. Potevo addirittura autocontrollarmi dirigendo l'apparecchio con le mie mani. E' una sensazione inebriante come quella che si prova da ubriachi o dormendo febbricitanti o quando si è sotto l'effetto dell'anestesia. Ma in realtà è ancora più impressionante in quanto in questo caso c'è una mano invisibile che sta operando all'interno del tuo cervello.
La NTT ha specificato che questa invenzione verrebbe usata solo per i videogiochi o nei parchi divertimento, sebbene non vi sia per il momento alcun piano per la produzione commerciale. La ricerca sull'utilizzo dell'elettricità capace di manipolare l'equilibrio umana ha preso piede da qualche anno in tutto il mondo senza che si sia considerato gli effetti nefasti che potrebbe arrecare.
Timothy Hullar , assistente professore alla Washington University School of Medicine di St . Louis , ritiene che trovando un giusto modo per trasmettere a distanza un campo magnetico all'orecchio si potrebbe trasformare questa tecnologia in un'arma per le situazioni in cui “uccidere non rappresenta la soluzione migliore”.
"Essa sarebbe un'arma non letale capace di stordire i propri nemici. Se si riuscisse a trovare la giusta combinazione tra frequenza, energia e durata dell'applicazione si potrebbe trovare uno strumento per mettere qualcuno fuori combattimento senza per questo bisogno di ferirlo”.
Una piccola ditta appaltatrice del Texas, la Invocon Inc ., sta studiando come accordare precisamente gli impulsi elettromagnetici in modo da poter essere applicati senza pericolo alle orecchie delle persone che si vogliono controllare temporaneamente.
________________________________________
Una nuova tecnologia usa il corpo umano come rete a banda larga
Trasmettendo dati sopra la superficie della pelle, sarà presto possibile scambiarsi file musicali danzando guancia a guancia o passarsi numeri di telefono con un bacio.
Di Paul Rubens THE GUARDIAN , LONDON - Aprile 2006

Il tuo corpo potrebbe presto divenire il supporto sul quale collegare il proprio cellulare o il proprio lettore MP3 con un apparecchio senza fili, oppure la propria macchina fotografica digitale con un computer o la stampante, e tutti gli altri accessori ad essi collegati.
Questi strumenti sono già in funzione grazie alle tecnologie radio (come Wi-Fi o Bluetooth , o i vecchi sistemi che utilizzano cavi di connessione). Ma la NTT , la compagnia di comunicazione giapponese, ha sviluppato una tecnologia chiamata RedTacton , la quale sarebbe in grado di inviare dati tramite la superficie della pelle alla velocità di 2Mbps – l'equivalente cioè di una veloce connessione a banda larga.
Con il RedTacton la musica del tuo lettore MP3 passerebbe direttamente attraverso i tuoi vestiti per arrivare alle cuffiette. Invece di avere cavi per collegare la propria macchina fotografica digitale al computer si potrebbero trasferire le fotografie toccando semplicemente il computer mentre il tuo apparecchio fotografico è al tuo collo. E visto che i dati si possono trasmettere da un corpo all' altro si potrebbe arrivare a scambiarsi carte da visita con una semplice stretta di mano, o file musicali danzando guancia a guancia o comunicarsi il proprio numero telefonico con un bacio.
La NTT non è la prima compagnia a concepire il corpo come mezzo di trasmissione di dati: l'IBM fu pioniera in questo campo già dal 1996 con un sistema che permetteva di trasferire piccole quantità di dati ad una bassa velocità e la stessa Microsoft ha recentemente approvato un nuovo metodo per la trasmissione di dati usando il corpo umano”.
La RedTacton non introduce corrente elettrica nel corpo, ma si serve del campo elettrico che il corpo umano produce naturalmente. Un trasmettitore collegato ad un apparecchio (tipo un lettore MP3) usa questo campo per inviare i dati attraverso la modulazione del campo, così come avviene con la modulazione delle onde radio.
Un'intrigante opzione è quella che la tecnologia possa venire usata come una specie di sistema nervoso secondario per collegare tra loro moltissimi minuscoli componenti impiantati sotto la pelle per creare nel nostro corpo un potente “computer di bordo”.
________________________________________
Apparecchio spia bloccherà la velocità dei guidatori dal satellite
The Sunday Times - Britain - Aprile 2006
Dimenticate le videocamere – apparecchi spia potranno riprendere e fermare gli autisti che superano i limiti di velocità
Dipesh Gadher , Corrispondente Transport

Gli automobilisti presto avranno le proprie macchine collegate ad un apparecchio spia capace di rallentarne la velocità. Il sistema satellitare potrà controllare la velocità degli automobilisti e addirittura potrà far rallentare automaticamente le macchine che oltrepassano i limiti di velocità. Anche il governo ha sostenuto che questo progetto promuoverebbe la sicurezza dei guidatori.
Gli autisti londinesi potrebbero essere i primi ad avere installati nelle proprie vetture gli apparecchi “spia” e per coloro che utilizzeranno questo sistema ci sarà uno sconto sulla tassa del traffico. Per il momento si è effettuato un test a Leeds con 20 Skoda Fabia modificate affidate a dei volontari, i quali hanno riconosciuto che grazie a questo sistema hanno prestato maggior attenzione ai limiti di velocità. L'Università di Leeds ha sottolineato come grazie a questa innovazione oltre 1000 vite all'anno potrebbero salvate.
Questo sistema rientra in un progetto di ricerca durato due anni e costato 2 milioni di sterline. I risultati di questa ricerca verranno presentati in settimana dai ministri.
All'interno delle Skoda modificate sono state installate anche delle scatole nere contenenti una mappa digitale con indicati tutti i limiti di velocità delle strade di Leeds. Un satellite segue i movimenti delle automobili e nel contempo raffronta le velocità dei veicoli con i limiti imposti. Quando i limiti vengono superati il satellite manda un segnale all'acceleratore per farlo rallentare. In casi particolari il sistema può essere disattivato.
“I test sono stati un vero trionfo” ha detto Oliver Carsten , leader del progetto e professore della sicurezza dei trasporti dell'Università di Leeds. Inoltre c'è la volontà di creare una mappa digitalizzata dell'intera Gran Bretagna affinché in futuro si possa addirittura commutare la guida nel pilota automatico.
________________________________________
Chip inseriti nelle patenti di guida
Aprile 2006 - United Press International
Il Regno Unito ha intrapreso un controverso piano per inserire nella patente dei chip con radio frequenza che può essere rilevata a distanza.
Questo progetto ha suscitato diverse perplessità tra i difensori della privacy poiché la nuova patente potrebbe permettere alla polizia di seguire i movimenti di tutti i veicoli. Un singolo lettore può identificare contemporaneamente dozzine di veicoli ad una distanza 100 iarde . La nuova patente appare come una normale tessera, con la differenza che essa contiene un chip non rimovibile ed è alimentata da una batteria che dura oltre 10 anni.
"La polizia potrebbe seguirti ovunque tu vada ," ha detto Liz McIntyre, esperta del settore delle nuove tecnologie . " Cosa accadrebbe se mettessero questi lettori in una moschea? Si potrebbe sapere quali persone sono presenti in quel luogo attraverso la segnalazione proveniente dalle automobili parcheggiate fuori”.
________________________________________
La tecnologia marchia le merci e ora anche le persone
Marzo 2006 – Di Douglas Quan , David Baumanand / The Press-Enterprise
Per anni i possessori di animali hanno fatto impiantare dei microchip sui propri cani o gatti per renderli reperibili. Questa è stata la prima applicazione delle nuove tecnologie con rilevatori a distanza.
Ora si intende sfruttare questa tecnologia anche per i libri della biblioteca, le patenti di guida, i passaporti ed infine anche direttamente sugli uomini, facendoci così piombare in un clima da Grande Fratello.
I difensori della privacy sono contrari al fatto che degli estranei possano attraverso i lettori risalire alle informazioni privati di ogni singolo cittadino (quali libri legge, le merci acquistati, i posti frequentati, ecc...).
"Esso veniva usata per seguire il corso dei soldi. Ora si seguono i dati. Purtroppo non c'è nessuna salvaguardia in questo settore e così ci troviamo di fatto a vivere in una società sotto sorveglianza”, ha detto Thomas , rappresentante dei diritti della privacy.
________________________________________
In Olanda si aprono file elettronici su bambini
13 Settembre 2005
AMSTERDAM, Olanda - Il governo olandese ha in programma di aprire dei file su ogni neonato allo scopo di avere un nuovo strumento per identificare e proteggere i futuri bambini con problemi di varia natura.
Il ministro della sanità Brouwer ha riferito che dal 1. gennaio 2007 verranno registrate in un unico database tutte le informazioni basilari dalla culla fino alla tomba della vita di ogni singolo cittadino; vi saranno quindi dati concernenti la salute, l'educazione, la famiglia e le segnalazioni fatte dalla polizia sul suo conto. Per salvaguardare la privacy nessun privato e nessuna ditta potranno avere accesso al contenuto di questi file. Tuttavia le organizzazioni addette alla raccolta dati possono segnalare alle altre organizzazioni attraverso delle "bandierine rosse" tutti quei casi che possono costituire un problema. Brouwer ha comunque ribadito che l'obiettivo di questa iniziativa è proteggere i bambini con situazioni problematiche.
Finora le scuole e la polizia non hanno avuto gli strumenti per comunicarsi vicendevolmente le informazioni sulle assenze scolastiche e gli atti criminali, i quali spesso sono collegati tra loro. "Questo servizio di protezione dell'infanzia consentirà di avere un chiaro quadro della situazione del singolo bambino per cui se vediamo una prima segnalazione di bandierina rossa proveniente dalla polizia, poi un'altra dalla scuola e infine un'altra ancora dal dottore sappiamo che in quel caso sarà necessario contattare i genitori del bambino in questione per avere un incontro". "Ad ogni bambino verrà assegnato un numero di servizio individuale per facilitare la registrazione di quei casi di bambini con problemi anche nel caso in cui dovessero cambiare città", ha aggiunto il Segretario alla Sanità Clemence Ross. Egli ha poi aggiunto che la sicurezza, l'orientamento, l'educazione e la supervisione sono fattori incredibilmente importanti nello sviluppo dei ragazzi. Attualmente i bambini olandesi vengono registrati dalle autorità pubbliche locali.
________________________________________
Datori di lavori controllano i propri lavoratori tramite GPS
Di Adam Geller, Associated Press - Maggio 2005
2005DANBURY, Conn. - Ciro Viento comanda un'unità di 110 camion per i rifiuti, così quando qualcuno si lamentava del comportamento dei suoi autisti lungo la Route 22, Viento non sapeva con quale dei suoi dipendenti doveva prendersela. Tutto ciò è durato fino al giorno in cui ha controllato il suo computer. Con alcuni semplici digitazioni sulla tastiera è così riuscito a risalire al nome del guidatore e al fatto che alle 7:22 stava viaggiando a 51 miglia oraria in una zona limitata a 35. Centro.
Altre compagnie stanno ora adottando lo stesso sistema usato da Viento. Diversi lavoratori hanno quindi perso l'opportunità di vivere la strada in libertà, in quanto i loro padroni li possono ora controllare via satellite. La tecnologia del GPS è relativamente nuova, ma il suo utilizzo su camion e sugli altri veicoli è sempre più crescente visto che permette ai datori di lavori di migliorare la produttività e il servizio ai clienti, controllando allo stesso tempo i costi del lavoro. "Se non sorvegli i tuoi dipendenti come una baby sitter, non saprai mai quanto tempo gli occorra a percorrere la strada. Il guidatore potrebbe benissimo andarsene in giro per il mondo oppure essere a casa della sua fidanzata" ha detto un responsabile della Viento Automated Waste Disposal Inc., una compagnia che si occupa della raccolta dei rifiuti nel Connecticut e in alcune zone di New York. "Ora per loro non vi è proprio più letteralmente nessun posto dove nascondersi."
E' da diversi anni che alcune compagnie di camion usano il sistema GPS per controllare i loro autoveicoli. Ma il numero dei padroni che adottano questa sistema - generalmente posto all'interno dei veicoli o nei telefoni cellulari - sta crescendo vertiginosamente specialmente tra le compagnie che forniscono servizi tecnici, negli stabilimenti commerciali e in quelli che si muovono su una vasta area. La ditta di trasporti UPS, per esempio, distribuirà 100'000 rivelatori con GSM per ognuno dei suoi autisti. I dirigenti dell'UPS hanno voluto specificare che questi apparecchi non verranno utilizzati per controllare i propri lavoratori, ma semplicemente per avvisarli nel momento in cui avessero sbagliato strada. L'impressione è che in realtà questa operazione non ha solo lo scopo di facilitare il lavoro ai camionisti, ma anche quello di poter sempre sorvegliare i dipendenti nell'eventualità che stessero facendo qualcosa d'altro.
"Non si tratta di ingerenza nella privacy. Si parla di miglioramento degli affari". Ma i lavoratori e i loro avvocati non sono d'accordo: "Stiamo parlando di controllare gli impiegati in tutti gli aspetti della propria vita. Sorvegliare i comportamenti personali va al di là delle normali scelte commerciali" ha detto Jeremy Gruber, direttore legale della National Workrights Institute.
________________________________________
Creato un sistema da applicare sulla pelle come alternativa al RFID
Di Jo Best, Silicon.com - Aprile 2005
In Germania è stata creata un'alternativa al RFID da applicare sotto la pelle. Le tecnologie che si muovono nel campo dell'identificazione hanno ideato lo Skinplex, il quale può essere utilizzato allo stesso modo del RFID e di Bluetooth - con la differenza che il segnale viene trasmesso dalla pelle umana.
Come il RFID, Skinplex utilizza un unico identificatore che agisce mediante un segnale elettromagnetico che passa da un microchip ad un lettore. La differenza sta proprio nel fatto che il segnale viene trasmesso attraverso la pelle della persona. Esso funziona anche ad una distanza di 50 cm ed è stato concepito soprattutto per l'apertura e la chiusura delle automobili. Il proprietario del veicolo sarebbe l'unico possessore del codice per bloccare e sbloccare l'allarme e questo lo garantirebbe da eventuali furti.
Considerato che il mercato della RFID è destinato ad avere cifre d'affari milionarie nel 2010, l'idea di mantenere i costi bassi potrebbe tentare a sfruttare lo Skinplex. Alcuni ospedali sembrano interessati ad impiantare tecnologia RFID allo staff ospedaliero e ai pazienti, aprendo così un enorme mercato per i chip RFID e gli identificatori Skinplex. Comunque, la Microsoft ha appena congeniato un sistema per registrare sulla propria pelle i biglietti del bus o di altri mezzi di trasporto. Allo stesso modo l'IBM qualche anno fa aveva ideato il sistema per scambiarsi i dati della carta di credito tramite una semplice stretta di mano.
________________________________________
Sistema per visitare i pazienti attraverso un'apparecchiatura senza fili
CNN - Marzo 2005
STOCCOLMA, Svezia (AP) - L'operatore di telecomunicazione della Nordic TeliaSonera sta lanciando un nuovo prodotto che permetterebbe ai dottori di esaminare i pazienti attraverso un apparecchio senza fili. Il nuovo sistema, chiamato BodyKom, è in grado di connettersi tramite dei sensori applicati sui pazienti. Nel caso in cui venissero rilevati dei pericoli per la salute dei pazienti, l'ospedale che è in rete con l'apparecchiatura viene subito avvisato automaticamente.
Mediante la tecnologia GPS l'unità riceve anche la segnalazione geografica della posizione del paziente. Per il lancio di questo servizio TeliaSonera ha ottenuto la collaborazione con la Hewlett Packard e la compagnia svedese Kiwok. "Per una persona può essere difficile saper valutare se vi sono irregolarità nel proprio corpo, ma grazie a questo sistema si potrà stare tranquilli anche nelle proprie case o sul posto di lavoro perché viene garantito un pronto intervento non appena viene segnalata una disfunzione" ha detto il Professore Christer Sylven dell'Ospedale Universitario di Solna, vicio a Stoccolma.
Questa applicazione verrà testata questa primavera in un ospedale svedese. Telia Sonera auspica di poter vendere questa apparecchiatura anche agli ospedali dove già sin d'ora si usano sistemi simili per i malati di cuore. Esso potrebbe essere usato anche per chi soffre di diabete, asma e altri malanni. "Il servizio garantirà una maggiore qualità della vita per i pazienti, in quanto non avranno bisogno di restare in ospedale per il controllo del cuore" ha detto Erik Heilborn, portavoce della TeliaSonera. "Una degenza più breve in ospedale comporta una notevole riduzione di costi per la salute e quindi una significativa diminuzione delle tasse per tutti i cittadini".
________________________________________
Venezia utilizzerà il RFID sui veicoli
Di Ed Sutherland - Wi-Fi Planet , Marzo 2005
Provate a mischiare una città storica come Venezia con milioni di automobili e otterrete l'esperimento fatto dall'AeroScout. Infatti all'interno di Venezia è vietato l'uso di autovetture (sostituite dalle gondole) e pertanto tutte le automobili provenienti dall'enorme numero di turisti vengono lasciate fuori dalla città presso il porto di Venezia.
Venezia è considerata come un luogo ideale per testare l'utilizzo del RFID, il quale potrebbe essere poi usato anche lungo tutta la costa adriatica. "Il porto di Venezia servirà come prova per stabilire l'efficacia di questa tecnologia" ha detto il vice presidente marketing dell'AeroScout, Andris Berzins. Il suo scopo è quello di migliorare l'efficienza, la rapidità di consegna ai clienti e la riduzione dei rischi di furto.
I sistemi RFID vengono adattati per ogni tipo di veicolo. Si tratta di speciali dischi di plastica che vengono applicati ai finestrini tramite un semplice gancetto. Sebbene sia difficile fare una stima precisa si calcola che il numero dei turisti che visita annualmente Venezia si aggira tra i 13 e i 15 milioni. Quindi i turisti che lasciano la propria automobili parcheggiata presso il porto sanno che essa sarà controllata tramite questo sistema.
Altre notizie RFID
Il servizio postale degli Stati Uniti auspica che attraverso il RFID si potranno velocizzare le consegne postali. Esso sta collaborando con l'Unisys affinché i veicoli postali adottino questa tecnologia.
La città di Bangkok intende usare il RFID come strumento per diminuire il traffico. I parcheggi attraverso le radio frequenze segnaleranno i posti liberi.
WhereNet ha annunciato un sistema per applicare il sistema RFID sulle automobili già a partire dalla catena di assemblaggio. L'apparecchio RFID è collegato al veicolo tramite un numero VIN. Grazie a questo sistema l'acquirente potrà prendere possesso del veicolo in soli tre giorni.
Nel Regno Unito, il RFID viene abbinato alla patente di guida. Sulla patente viene infatti registrato un codice nel quale sono contenute le informazioni principali legate alla vettura (il colore o quando è stata pagata l'assicurazione dell'automobile). Il lettore RFID può leggere diversi tipi di apparecchi persino a 200 miglia di distanza. Si è pensato però di utilizzare questo sistema non solo per le automobili ma anche per le persone, suscitando così l'ira dei difensori delle libertà civili. Infatti a Brittan, in California, è stato chiesto agli studenti delle scuole elementari e medie di indossare dei marchi contenenti tecnologia RFID, per avere un maggior controllo e per ridurre il numero delle trasgressioni.
Insieme all'AeroScout, anche la PanGo Networks e la Ekahau stanno utilizzando sistemi RFID.
________________________________________
Chip impiantato in Messico agli ufficiali di giustizia
Di Will Weissert - AP, 14 luglio, 2004 (riassunto)

MEXICO CITY (AP) - Centosessanta impiegati agli uffici legali del Messico hanno ricevuto l'impianto sottocutaneo di microchip, i quali permettono loro l'accesso alle aree di sicurezza del quartier generale. Si tratta di un'applicazione pionieristica della tecnologia utilizzata finora sugli animali ma non sugli uomini.
I principali procuratori federali e investigatori messicani hanno subìto in novembre l'impianto del chip nel proprio braccio, così da consentirgli l'accesso nelle aree interne al quartier generale, ha detto Antonio Aceves, direttore generale della Solusat, compagnia distributrice di microchip in Messico. Il rappresentante legale generale Rafael Macedo de la Concha e 160 dei suoi impiegati sono stati impiantati per un costo di 150 dollari per ogni microchip grande quanto un chicco di riso. Vi sono molte altre persone in lista d'attesa per l'impianto, tanto che i membri chiave dell'esercito messicano, della polizia e dell'ufficio del Presidente Vicente Fox sono già prenotati per i prossimi mesi, ha detto Aceves.
Lo stesso Macedo ha dichiarato di aver un michrochip nel proprio braccio. Ha aggiunto che il chip è stato già richiesto anche dal nuovo centro di informazione contro il crimine. "E' solo per l'accesso e la sicurezza" ha voluto specificare. I chip servono a dare maggiori garanzie riguardo il personale che ha accesso a dati di particolare importanza. In passato, il maggiore problema della sicurezza era proprio quello della corruzione tra gli ufficiali. Aceves spera anche di munire gli ufficiali di apparecchi capaci di localizzare la loro posizione in ogni momento, ma questo tipo di tecnologia è ancora in fase di sviluppo.
I chip impiantati sono prodotti dalla VeriChip Corp., una sussidiaria della Applied Digital Solutions Inc. (ADSX) di Palm Beach, Fla. Essi restano inattivi sotto la pelle fintanto che non vengono rilevati da uno scanner elettromagnetico, il quale usa una tecnologia nota come identificazione delle radio frequenze (RFID), particolarmente utilizzata nel campo dell'archiviazione e della distribuzione. Scott Silverman, capo esecutivo della Applied Digital Solutions, ha sottolineato come ogni chip prodotto dalla sua compagnia ha un diverso numero di identificazione, in modo che nessun impostore possa cercare di aggirare il sistema. "E' impossibile rubare l'unico numero di identificazione e di conseguenze tutte le informazioni collegate ad esso".
I chip dell'Applied Digital non possono essere rimossi facilmente e sono messi all'interno di capsule in vetro costruite in modo tale da rompersi e rendere inutilizzabile il chip nel momento in cui venisse tolto. Il giorno in cui potranno contenere anche un sistema capace di localizzare la posizione, essi diverrebbero certamente ancor più popolari. Attualmente i sistemi globali di localizzazione vengono già utilizzati in Messico sui gioielli e sugli abiti.
________________________________________
Giappone: Scolari contrassegnati con chip RFID
Di Jo Best, Special to CNETAsia, 12 giugno 2004 10:33 AM
I pro e i contro riguardo i chip RFID sugli esseri umani sono stati dibattuti dal momento in cui le tecnologie del settore hanno toccato un punto altissimo. Le autorità della città giapponese di Osaka hanno considerato che i vantaggi fossero superiori agli svantaggi, per cui hanno deciso di munire tutti i bambini delle scuole elementari di un proprio chip. Sui cancelli della scuola e in altri punti chiave verranno posti degli appositi lettori capaci di localizzare in ogni momento i movimenti dei bambini.
Questi chip verranno inseriti nelle cartelle, nei contrassegni o nei vestiti dei bambini. Anche il parco giochi "Legoland" in Danimarca ha utilizzato una tecnologia simile affinché i bambini non escano fuori dal percorso. Il sistema RFID si trova comunemente nei supermercati e nelle catene di distribuzione e le compagnie stanno cercando di trovare nuove applicazioni per sfruttare al meglio questa tecnologia. Anche la compagnia aerea americana Delta ha reso noto che utilizzerà il RFID per il controllo dei bagagli.
________________________________________
I passaporti della Nuova Europa conterranno dati biometrici
Marzo 2004 - www.corriere.it

Dal 2005 avremo passaporti dotati di microchip. I singoli stati dovranno poi decidere se aggiungere ad esso anche le impronte digitali. Bruxelles - La Commissione Europea ha adottato una proposta di regolamento secondo cui dal 2005 tutti i membri dello stato saranno obbligati ad inserire nei passaporti dei cittadini europei dei microchip contenenti le informazioni biometriche del possessore del passaporto.
Le nazioni dell'UE devono anche decidere se inserire nel microchip oltre alla scannerizzazione digitale della faccia anche le impronte digitale. Secondo Bruxelles, il progetto ha come scopo quello di rendere i passaporti più sicuri attraverso l'inserimento dei dati biometrici. La tecnologia scelta dagli esperti della Commissione Europea permetterà anche agli stati dell'Unione Europea di soddisfare i parametri di entrata negli Stati Uniti, così come dagli accordi internazionali.
________________________________________
La Finlandia consente ai genitori di seguire i propri figli attraverso i telefoni cellulari
Venerdì 17 ottobre 2003 HELSINKI, Finlandia (Reuters) --
La Finlandia ha proposto una nuova legge che dovrebbe consentire ai genitori di poter seguire i movimenti dei figli attraverso il telefono mobile, anche senza il loro consenso, cercando di mantenere i parametri dell'UE riguardo la privacy e la telefonia. La proposta fa parte di una nuova legge riguardante la privacy nelle comunicazioni elettroniche e potrebbe essere modificata ancora in parlamento, sebbene la coalizione di governo l'abbia sostenuta animosamente in questa settimana.
Il Parlamento presumibilmente comincerà a discutere della proposta nei primi giorni di novembre, ma i rappresentanti di stato e i politici dicono che comunque è ancora troppo presto per stimare quanto tempo occorrerà prima che la legge possa passare. "Nel prossimo futuro una simile legislazione verrà attuata in tutta l'area dell'Unione Europea", ha detto Juhapekka Ristola, uno dei rappresentanti del ministero dei trasporti e delle comunicazioni. Egli ha aggiunto che le altre nazioni potrebbero seguire l'esempio della Finlandia, nazione in cui vi è la sede della più grande azienda produttrice di telefoni cellulari (la Nokia), perché questa proposta si basa sulle direttive dell'UE relative alla privacy e alle comunicazioni elettroniche. Da quanto risulta, gli individui di 15 o più anni potrebbero essere seguiti solo dietro il loro consenso, ma per i bambini con meno di 15 anni questo consenso potrebbe essere dato dai propri parenti o dai propri tutori. In casi di emergenza le persone potrebbero essere seguite senza nessun consenso, indipendentemente dalla loro età. Due tra le aziende più avanzate tecnologicamente della Finlandia, TeliaSonera e Elisa, offrono già sin d'ora dei servizi che permettono di localizzare la posizione del possessore di un telefonino da una stazione mobile. TeliaSonera ha specificato che la localizzazione lavora nell'area di 100 metri per le zone molto abitate fino ad arrivare ad un raggio d'azione di 20 km per le aree meno popolate.
La Finlandia è un leader mondiale della tecnologia mobile, e lo scorso febbraio ha ospitato il Forum Mondiale Economico delle nazioni maggiormente avanzate tecnologicamente al mondo.
________________________________________
Promotori dei diritti civili hanno espresso disappunto per le nuove smart travelcard introdotte per i viaggiatori londinesi
Di Aaron Scullion - BBC, 25 settembre 2003
Attraverso un nuovo sistema, sarà possibile per la "Transport for London" localizzare i movimenti dei viaggiatori nella città di Londra e sembra che vi sia l'intenzione di schedare le informazioni relative agli spostamenti fatti negli ultimi anni. Ogni carta ha un suo proprio numero di identificazione collegato al nome dell'utente, sulla quale viene registrata la locazione e l'orario di ogni utilizzo della carta. I dati, che vengono conservato per motivi d'affare, possono essere divulgati solo a certe condizioni. Chiunque vorrà usare la carta mensile o annuale deve registrare i propri dati alla "Transport for London", mentre sono anonimi coloro che vogliono utilizzare le carte che hanno valore per ogni singolo viaggio.
Il nuovo sistema utilizza la smart card Oyster, la quale ha cominciato ad essere distribuita dalla "Transport for London" nella scorsa estate. La smart card è 'senza contatto', vale a dire che i clienti non devono inserirla in un apposito lettore. Questa nuova carta deve semplicemente passare sopra di un lettore e può funzionare senza che il suo possessore la debba estrarre. Nella carta sono registrata alcuni dati relativi al suo possessore, incluso il suo numero di identificazione. Quando la carta viene presentata in una stazione della metropolitana o dei bus, il numero di identificazione, unito al luogo e all'ora della transazione, viene spedito al centro di raccolta dati. Perciò, la Transport for London può conoscere in tempo reale tutti i movimenti di un numero significante di persone che vivono a Londra.
________________________________________
IL GRANDE FRATELLO ARRIVA AL WAL-MART
Di Mary Starrett 11 giugno 2003 - NewsWithViews.com
A partire dall'inizio di questa settimana, il maggiore distributore statunitense metterà in vendita per gli acquirenti più sprovveduti i primi articoli aventi dei microchip applicati all'etichetta.
Il primo colpo contro la nostra privacy avrà luogo al Brockton Massachusetts store. Wal-Mart applicherà dei sensori per frequenze radio I.D. sulle confezioni di prodotti con l'etichetta RFID della Gillette. Tuttavia agli acquirenti non verrà detto nulla riguardo la presenza di questi sensori perché molti potrebbero non gradirli e di conseguenza finirebbero col protestare provocando delle situazioni imbarazzanti (come il boicottaggio dei prodotti della Gillette o il rifiuto di fare acquisti al Wal-Mart). Questi microchip, sviluppati dal "M.I.T.'s Auto-ID Center" sono delle dimensioni di un granello di sabbia.
I fautori dei chip sostengono che questa tecnologia verrà usata solamente per aiutare i venditori nei lavori di inventario, così come avviene attualmente coi codici a barre. I consumatori che ancora amano la propria privacy sono però contrariati dall'idea di avere un apparecchio che invia onde radio all'esterno che oltre ad identificare l'articolo, comunicano anche dove e a chi è andato. Questa pratica che ci rimanda al Grande Fratello dovrebbe essere resa nota a tutti. Wal-Mart sta mettendo pressione ai suoi maggiori 100 centri vendita affinché entro la fine del prossimo anno tutti i prodotti del loro inventario abbiano il proprio chip. Ma perché cominciare da Brockton, nel Massachusetts? Non sarà forse perché la sua clientela è formata generalmente dalle minoranze a basso reddito che molto probabilmente non saranno affatto preoccupate da questi apparecchi, e che pertanto molto difficilmente protesteranno? Qual è dunque il loro scopo? Imponiamo questo sistema al popolo che ormai è troppo impegnato a pagare i propri conti per poter preoccuparsi anche di queste vicende.
In teoria i rivenditori avviseranno la clientela della presenza dei chip sull'etichetta e daranno la possibilità di "ucciderli" tramite il registratore di cassa dopo l'acquisto dei vari prodotti. In realtà non bisogna crederci troppo, anche perché tutto ciò che non si vede non fa male, nevvero? E la DIMOSTRAZIONE che questi chip sulle etichette non verranno "uccisi" dal registratore di cassa (ma che anche questo è solo un pretesto per convincere la clientela) sta nel fatto che se questi chip venissero cancellati dopo l'acquisto allora diverrebbe impossibile leggere la merce che ritorna a magazzino. Oltre alla classica domanda "carta o plastica?" dovremo abituarci anche a sentirci chiedere se vogliamo oppure no le etichette RFID. Non solo i consumatori saranno testimoni diretti della totale distruzione della privacy, ma dovranno addirittura pagare per tutto ciò. Infatti attualmente ogni chip costa 60 centesimi di dollaro. Quindi occorre aggiungere questa somma ad ogni articolo che usa questa tecnologia orwelliana. La Gillette e il Wal-Mart sono solo dei pionieri, ma lo scopo finale è quello di avere le etichette RFID su ogni articolo venduto. Su ogni pacchetto di gomme da masticare, su ogni rullino, su ogni bottiglia di Merlot ...
________________________________________
Il Belgio realizza un nuovo sistema di controllo dei veicoli
Aprile 2002
Il Belgio sta per realizzare un nuovo sistema satellitare che permetterà di controllare i movimenti e il chilometraggio di ogni singola automobile. Questo nuovo sistema altamente innovativo, che verrà utilizzato per il controllo di tutti i veicoli in circolazione, funziona tramite un sensore che sarà rilevato dal satellite ogni volta che il veicolo si metterà in moto. Il satellite rileverà i movimenti di tutti i veicoli e, in base ai chilometri che verranno effettuati, si calcolerà quanto tassare ogni singolo veicolo. Questo sistema che viene presentato come un mezzo di tassazione per l'uso individuale del proprio automezzo farà sì che i veicoli saranno sempre sotto controllo ogni qualvolta si muoveranno.
________________________________________
Il nuovo modo di pagare è con le impronte digitali
JANE HADLEY, Seattle Post-Intelligencer (27 aprile)
Coloro che si trovavano nella West Seattle Thriftway hanno potuto mercoledì scorso lasciare a casa i soldi e le proprie carte di credito. L'unica cosa che dovevano portare con sé erano gli indici della propria mano.
Questo supermercato sarà il primo a Washington ed è uno dei primi degli Stati Uniti ad utilizzare un sistema biometrico - ossia tramite il controllo delle impronte digitali - che lega i consumatori alle loro carte di credito e che gli permette di avere un controllo dei movimenti economici, ha detto il creatore del sistema.
"La cosa essenziale è che si tratta di un sistema rapido, semplice e sicuro", ha detto Paul Kapioski, proprietario della West Seattle Thriftway. I consumatori devono solo premere l'indice su un lettore di immagini, il quale invia le informazioni digitali ai server della Indivos (la produttrice del sistema).
I consumatori possono associare alle proprie impronte digitali qualsiasi carta di credito o conto bancario.
"Ci vuole circa un minuto per registrarsi", ha detto Kapioski. Questa procedura comincerà mercoledì, ma sarà comunque possibile pagare anche attraverso i vecchi metodi di pagamento. Una volta attivato il sistema, i consumatori non avranno più bisogno di portafogli, ma dovranno semplicemente far passare il proprio dito indice sul lettore di immagini.
Il principale vantaggio, ha detto Kapioski, è comunque la sicurezza, perché non ci sarà più da preoccuparsi nel caso di smarrimento della propria carta di cardito. Questo sistema di pagamento dovrebbe essere adottato anche dalle maggiori catene (come McDonald's). Kapioski ha reso noto che non dovrà pagare nulla per l'installazione del lettore di immagine, ma pagherà semplicemente una quota su ogni transazione alla Indivos.
________________________________________
L'Applied Digital Solutions ha introdotto il Verichip, un apparecchio d'identificazione miniaturizzato e impiantabile sotto pelle con applicazioni mediche, di sicurezza ed emergenza.
(BUSINESS WIRE)-- 19 dicembre 2001
L'Applied Digital Solutions, Inc. (Nasdaq: ADSX - news), un'azienda legata allo sviluppo digitale, ha annunciato di aver sviluppato un chip d'identificazione miniaturizzato e impiantabile chiamato Verichip ™ - che può essere usato nel campo medico, della sicurezza e delle emergenze. Il VeriChip ha le dimensione della punta di una penna a sfera. In esso sono contenute numeri di identificazione e altri dati. Attraverso uno scanner esterno, viene attivato il Verichip impiantato sotto pelle il quale emette dei segnali radio che vengono visualizzati dallo scanner oppure trasmessi via telefono o via internet in un sito apposito. Sarà quindi accessibile solo dal personale autorizzato.
L'inserimento dell'apparecchio VeriChip è una semplice procedura che richiede solo un'anestesia locale, una leggera incisione e al massimo un semplice bendaggio adesivo, mentre non è necessaria nessuna sutura. Già da molto tempo si applicano accessori nel corpo (come peacemaker, arti artificiali, valvole per il cuore, ecc…) e dopo l'inserimento, questi apparecchi spesso richiedono riparazioni o sostituzioni. VeriChip, inserito sotto la pelle, appena sopra l'apparecchio medico impiantato, permette di avere tutte le informazioni mediche necessarie riguardanti l'apparecchio. Le future applicazioni potrebbe includere la registrazione completa di archivi per cure mediche d'emergenze.
Le tecnologie atte all'identificazione stanno riscuotendo un grande interesse. Si è passati dalle tecnologie "biometriche", che permettono di identificare le persone mediante i caratteri fisici (come le impronte digitali, il timbro di voce e la retina) al Verichip, che invece sfrutta la tecnologia del microchip che permette l'identificazione degli individui in maniera meno invadente e permette l'analisi dei dati. L'uso del Verichip diminuisce o addirittura elimina il pericolo di rapine, contraffazioni, ecc…
Il Presidente della Applied Digital Solutions ha detto che "grazie al Verichip, l'Applied Digital Solutions ha fatto un altro importante passo nello sviluppo delle tecnologie per la sicurezza. Il VeriChip si aggiunge al Digital Angel (TM) e al Thermo Life (TM) nel nostro repertorio di innovazioni tecnologiche. Stiamo lavorando con la comunità medica affinché il Verichip possa entrare al più presto nel mercato".
Il Digital Angel, servendosi delle tecnologie biosensoriali e delle telecomunicazioni di internet, sarà in grado di avere un controllo delle funzioni del corpo (temperatura, polso, ecc…) e di trasmetterle ad una stazione principale (per ulteriori informazioni: www.digitalangel.net).
Nel novembre 2001, l'Applied Digital Solutions creò il Thermo Life(TM), un generatore termoelettrico alimentato dal calore del corpo. Thermo Life ha lo scopo di provvedere ad una fonte di potere miniaturizzata per diversi tipi di apparecchi elettronici, inclusi apparecchi medici impiantabili, orologi da polso e altri oggetti di consumo. Il mercato potenziale per questa invenzione è stato stimato attorno ai 30 miliardi di dollari.
________________________________________
La Cina pianifica lo sviluppo di nuove carte d'identità ad alta tecnologia per la sua popolazione di 1miliardo e 260 milioni di abitanti.
La Stampa associata - 12 giugno 2001
"Le carte plasticate con un microchip impiantato per immagazzinare le informazioni personali sostituiranno le vecchie carte d'identità di carta, le quali erano facilmente contraffabili", così scrive il China Daily. Le nuove carte verranno probabilmente testate quest'anno in alcune città e potrebbero essere sperimentate inizialmente dagli studenti del college del prossimo anno, cosicché essi possano usarla sui crediti bancari. Il Gabinetto cinese ha "approvato nel complesso" il nuovo sistema di identificazione. Per far sì che il miliardo e 260 milioni di cinesi abbiano la nuova carta di identità occorrerà attendere 5 anni. Le vecchie carte d'identità resteranno valide fino a che la sostituzione non verrà completata. Le attuali carte hanno un numero d'identità, la fotografia del possessore, il suo nome, sesso e data di nascita.
________________________________________
Rivelato network per spionaggio mondiale
The Guardian, 26 maggio 2001
Per anni è stato soggetto di una aspra controversia e la sua esistenza è stata dichiarata ripetutamente ma non è mai stata riconosciuta ufficialmente. Finalmente, il Parlamento Europeo ha pubblicato un documento che ha rimosso gli ultimi dubbi.
Echelon, questo è il suo nome, è stato progettato degli USA ed è un network che permette di fare lo spionaggio elettronico a livello mondiale. Echelon fa parte di un trattato segreto del 1947, nel quale USA, Regno Unito, Canada, Australia e Nuova Zelanda divisero il mondo tra di loro per avere un controllo spionistico totale dei prodotti. Le agenzie delle cinque nazioni si scambiavano le intercettazioni attraverso l'uso di supercomputer capaci di identificare alcune parole chiave. Le intercettazioni vengono trasmesse su stazioni base compresa la base statunitense di Menwith Hill nel Nord Yorkshire, e il posto di ascolto della GCHQ a Morwenstow nella Cornovaglia. Nella guerra fredda, lo spionaggio elettronico, i segnali dell'intelligence o Sigint (così erano noti nel commercio) - furono usati nel campo militare e nelle comunicazioni diplomatiche. Grazie all'aumento dei computer sofisticati, esso è ora usato anche a livello industriale, per obiettivi di commercio e da individui privati.
I computer di Echelon possono contenere milioni di dati su individui, possono intercettare fax, chiamate telefoniche e e-mail. Il rapporto del Parlamento Europeo che si opponeva ai governi americani e britannici e ai loro rispettivi servizi di sicurezza è stato fatto in seguito alle proteste secondo cui gli USA sfruttavano Echelon per spiare le compagnie europee a vant

fonte: http://www.energiesottili.com/forum/viewtopic.php?t=1011&highlight=chips

Nessun commento:

Posta un commento