" Blog ...sconsigliato a persone impressionabili, minorenni e a chiunque teme di allargare i propri orizzonti ! "

lunedì 1 dicembre 2008

La luce Vampira Aliena - CHUPA CHUPA


La verita sulla "LUCE VAMPIRA" che terrorizzo' il Brasile dal 1978 al 1979
Documenti Ufficiali

(immagini e filmati alle fonti)

Traduzione e adattamento Raffaele Di Nicuolo

Dal 1977 al 1978 gli stati di Para e Maranhão sono stati testimoni di un'incredibile ondata ufologica. In diversi paesi della regione sono stati letteralmente invasi da oggetti estranei. Moltissime persone riferirono di aver visto nei cieli un'enorme numero di luci. A tutto cio' si aggiunsero le testimonianze di molte perone nei villaggi che dissero di essere state rapite e strani segni sanguinolenti furono riscontrati. La stampa locale se ne occupo' ampiamente e defini questo fenomeno "Chupa-Chupa" o "Luce Vampira".

Il panico in quelle zone all'epoca era dilagante e durante la meta' del 1977 fu chiesto l'intervento da parte dei Militari. Cosi' nell'Agosto dello stesso anno il capo della Seconda Sezione del COMAR (Comandos Aéreos Regionais) il Colonnello Camilo Ferraz de Barros in collaborazione con il Brigadiere Protàsio Lopes de Oliveira crearono la cossidetta "Operazione Piatto". L'intero progetto fu assegnato al Comandante Uyrangê Bolivar Soares Nogueira de Hollanda Lima, il quale doveva determinare la reale entita' del fenomeno, ma soprattutto l'origine.

Ben vent'anni dopo nel 1997 il Comandante Uyrangê Hollanda ha confermato la partecipazione agli eventi e pubblicamente ha reso noto molti dettagli sulle ricerche eseguite dai suoi soldati. Incredibilmente poco dopo quelle rivelazioni il Capitano si suicido', creando molte polemiche nel mondo ufologico brasiliano. Alcuni ricercatori ancora oggi credono che fu stato ucciso a causa delle sue rivelazioni, altri invece sono convinti che fu costretto a cambiare identita' e lasciare il Paese.

Il 25 Agosto del 2005, la TV Globo nella trasmissione "Linha Direta" ha presentato un documentario con un'ampia documentazione in merito all'"Operazione Piatto". Anche History Channel la TV via cavo Americana nel dicembre 2005 si occupo' del caso.

Nonostante centinaia di pagine di documenti del servizio segreto del Ministeri dell'Aereonautica, foto e filmati, ancora davvero poco si conosce su questa operazione militare. Molti dettagli sono ancora sconosciuti al grande pubblico e con tutta probabilita' ulteriori prove e documenti sono conservati negli archivi del COMDABRA (Comando de Defesa Aeroespacial Brasileiro)

La ricerca di documenti ufficiali

Molti ricercatori negli anni 80 si sono occupati del caso. Alcuni libri come ad esempio "Vampiros Extraterrestres na Amazonia" redatto da Daniel Rebisso Giese , furono scritti e si cerco' di andare a fondo nella questione.
Si occuparono del caso anche i ricercaori Jacques Valle' e Bob Prat.

Il ricercatore Edison Junior Bonaventura dal 1999 al 2004 e' riuscito ad avere dal COMDABRA molte relazioni ufficiali e ha ricevuto circa 200 copie di documenti, decine di fotografie in bianco e nero e un filmato in formato Super 8 realizzato dalla FAB tra l'ottobre e il novembre 1977.

Alcuni militari che hanno voluto rimanere anonimi hanno riferito che molti altri filmati erano in loro possesso, ma quello piu' impressionante fu filmato dal Sergente Joao Flavio de Freitas Costa che assieme alla sua squadra riprese in pieno giorno presso Rio Tapajos un UFO che emergeva dall'acqua e questo filmato fu considerato dai militari la migliore prova.

L'origine del nome dell"Operazione Piatto" fudata all'epoca dal capitano Uyrangê e si basava sugli avvistamenti UFO.

Secondo alcuni ricercatori ad un certo punto i Militari smisero di indagare in quella zona in quanto erano convinti dell'origine Extraterrestre del fenomeno e non sio poteva trattare di armi di distruzione "comunista", come si penso' inizialmente. Grazia alla presenza militare nella regione i residenti dopo tanta paura cominciarono a calmarsi.

Il fenomeno continuo sporadicamente nella regione anche durante il 1980 e il 1981 per poi sparire quasi definitivamente l'anno successivo.

Il materiale dato agli Ufologi e' vasto, ma mancante in alcune parti e oltre tutto uno dei protagonisti dell'incredibile filmato Super 8, il Sergente John Flavio da Costa mori nel 1993 e con lui tutti i segreti.

Dai documenti emerge questa ricostruzione grafica fatta dal Sergente. Il disegno riguardava il caso di un pilota che avvisto' molto da vicino una deegli UFO, descrivendo dettagliatamente l'avvistamento. Fortunatamente vi erano indicati i dati del testimone. Trattasi del signor Claudio Guimaraes che contattato molto tempo dopo, finalmente l'11 Gennaio 2008 risponde positivamente confermando quanto scritto sul rapporto.

Il fatto si riferiva al Settembre 1978, quando con un piccolo Aereo Cesna 205 , prefisso BXX decollava dalla citta' di Belèm per raggiungere Portel, piccola cittadina a 270 chilometri di distanza. A circa 4.500 metri di altezza ed a un'ora dalla partenza il piccolo aereo si trovava sopra le nuvole e stava iniziando la manovra di discesa, una volta oltreppassate le nuvole a circa 2.500 metri il pilota fu sorpreso di vedere un oggetto in collisione con l'aereo, ma con una manovra davvero inconpresibile l'UFO schivo' l'aereo e prosegui verso il basso.
L'avvistamento fu cosi' clamoroso che anche il COMAR venne a conoscenza sull'accaduto e invio' il Sergente Flavio per condurre un'intevista.
Il militare si presento' con un registratore e una sacca colma di fotografie in bianco e nero di strani oggetti e luci fotograti nel cielo. Claudio Guimaraes gli descrisse l'avvistamento e riferi' che l'oggetto era a forma di una sorta di grande nave marrone con almeno due appendici che sporgevano dai lati.

Il pilota prosegui' i suoi voli fino al novembre del 2002.

Chi possiede i documenti originali dell'"Operazione Piatto"?

L'ufologo Rafael Sempère Durà possiede molti documenti in versione originale consegnategli dal militare Uyrangê Hollanda.

Caratteristiche degli attacchi che fecero preoccupare le persone all'epoca.

A partire dal 1977, molti pazienti con lesioni dovute a misteriose luci che partivano dagli oggetti volanti, si sono presentati alle Unita' Sanitarie.
Le lesioni presentavano un rossore e infiammazioni, come se fossero state esposte a radiazioni al cobalto. Inoltre i peli e i capelli dei colpiti cadevano inesorabilmente, e la pelle si squamava misteriosamente. Il fatto strano secondo i medici all'epoca fu che non vi furono trovate abrasioni, bolle, bruciature che possero spiegare i segni.
Sul corpo dei malcapitati vi erano fori come se qualcosa fosse penetrato e risucchiato.

Questo fenomeno provoco' almeno 2 vittime, trasferiti in gravi condizioni all'ospedale di Bèlem, ma non fu trovata la causa del decesso.

Tre casi di attacco spiccano sugli altri in quanto maggiormente documentati e si tratta di Claudomira Passione", "Se Fernandes Aurora" e "Se Newton Cardoso". Nonostante siano passati molti anni qualcuno in quella regione ancora di recente ha denunciato alcuni fatti inspiegabili simili al flap del 1977.

Il caso della signora Claudomira Passione avvenuto nel mese di ottobre 1977 circa a mezzanotte nella casa della cugina, mentre era stesa nel letto della sua camera vicino alla finestra. Ad un certo punto Claudomira vide un'intensa luce proveniente dalla finestra, e guardando bene si accorse che proveniva da un oggetto a forma di ombrello (senza manico).
Vide un uomo con la pelle chiara, con occhi tipo orientali, grosse orecchie evestito di verde con in mano una specie di pistola che produsse un raggio verde che colpi il cuore e il braccio sinistro della vittima.

La donna senti' un dolore come se gli fossero stati inseriti degli aghi nel suo petto, e colta dalla paura e dal dolore cerco' di urlare inutilmente in quanto era completamente paralizzata.
Nei giorni seguenti si senti' molto male ed accuso' forti dolori alla testa, senza per altro potersi alzare da letto.

La vittima piu' giovane degli strani attacchi fu la diciottenne Aurora Fernandes. Il fatto accadde la notte del 17 Novembre 1977, intorno alle 21, mentre stava lavando i piatti nel giardino della sua abitazione. Una forte luce intensa rossa colpi' la povera ragazza la quale riporto' una lesione poco sopra al seno. Cadde a terra e sua madre la signora Julia Eunice vide una specie di liquido incolore fuoriuscire dalla ferita e senti' un forte odore di etere. La ragazza accuso' anch'essa forti dolori alla testa nei giorni seguenti e anche a causa della debolezza non si alzo' dal letto per svariati tempo.

Il terzo caso si riferisce ad un giovane commerciante di nome Newton Cardoso, avvenuto in una notte del 1977. Il ragazzo mentre stava dormendo senti' un forte dolore nella parte sinistra del collo e svegliatosi vide una forte luce provenire da fuori. Stessi sintomi furono registrati sul ragazzo.

Recentemente dal 21 al 28 Febbraio 2002 nella citta'di Itapercuru' sino sono registrati 9 casi di avvistamenti anomali nei cieli. Altri 2 incredibili attacchi sono stati segnalati nello stesso periodo. Si tratta della signora Juanària Pereira Porto( nel 2001) e di sua figlia Jaiara (nel 2002).

Racconto della donna: "Nel Dicembre 2001, mentre facevo alcuni lavori domestici, mia figlia mi chiamo' perche' aveva notato una piccola sfera di luce che era stazionata vicino ad un filo spinato. Andai verso la porta e vidi la sfera che si improvvisamente si avvicino' verso la mia mano. Immediatamente mi si addormento' il braccio e tutto il corpo risultava strano, addirittura non riuscii quasi a parlare per almeno un'ora. Dopo di che tutto torno normale.

Il colore della sfera luminosa era come una luce gialla di una torcia, piu' o meno di 20 centimetri di diametro. Subito dopo il contatto la sfera svani' improvvisamente.
Nel Gennaio 2002 accade un altro episodio. La signora Januaria assieme alla sorella erano sedute sulla porta di casa intente a prendere un caffe' attorno alle ore 19.00.
Ad un certo punto la sorella vide una sfera luminosa vicino ai piedi, sul fango, e inizialmente credette essere fuoco, ma poi ricordandosi dell'accaduto a Januaria le credette.

Il mese successivo, nel Febbraio 2002, un Giovedi' notte intorno alle 22,30 circa Januaria mentre dormiva sentii le mani gelide di un essere sul suo corpo. Dalla paura rimase paralizzata per qualche secondo, poi con accendino fece luce per vedere chi c'era nella stanza, ma non vide nessuno (la casa e' senza luce elettrica).

Da quel momento in poi strani esseri bassi furono visti all'interno della casa. Anche su di lei si manifestarono i segni gia' riscontrati precedentemente sia sul petto che sulle braccia.

Anche qui ci fu il classico attacco del "Chupa-Chupa", rossori attorno alle ferite, strani graffi, desquamazione della pelle, debolezza e stanchezza e mal di testa dopo l'emergere di questi segni.

Purtroppo anche la figlia Jaiara Pereira Porto di 10 anni ebbe questi segni in tre zone del corpo. Gli altri filgi della donna non ebbero nessun tipo di contatto,

Dalla composizione delle case costruite principalmente in paglia, e' chiaro che la luce misteriosa del "Chupa-Chupa"sarebbe potuta penetrare in un qualsiasi punto dell'abitazione.
Una piu' approfondita analisi della zona evidenzio' una piccola zona dove l'erba e la terra risulto' bruciata, come da un enorme calore o fiamma.

E' chiaro che questi fatti si possono accostare agli avvistamenti del 1997, e tutto questo ci indica che gli attacchi da allora non si sono mai interrotti.

La raccolta di sangue nelle vittime, effettuata tramite le incisioni nella carne e' il lato piu' oscuro e intrigante della questione. Quali intenzioni potevano avere gli strani esseri coinvolti?

Purtroppo neppure l'Aereonautica pur impegnandosi nel cercare una risposta, riusci' a dare una spiegazione esaustiva dell'accaduto. Dopo trent'anni e molte indagini molte risposte sono ancora da dare.

Alcune foto interessanti nel link sotto

fonte: http://www.baab.it/digdug/index.php?mod=read&id=1216307710

Centro Ricerche Ufo Liguria

Sito : http://www.centroricercheufoliguria.135.it/

Ritorna il Chupa Chupa in Brasile?

Un'altro recente segnalazione arriva dai residenti della citta' di Belterra a 45 chilometri da Santarem, Brasile. Due ragazzine di 13 e 15 anni hanno affermato di essere state vittime del famoso "Chupa Chupa" alla fine del mese scorso.

Le giovani stavano camminando vicino alla spiaggia Maguari quando all'improvvsio hanno visto una misteriosa fortissima luce che le ha colpite ed hanno provato una sensazione mai sentita prima.

Frastornate sono state portate successivamente all'Ospedale di Belterra ed hanno ricevuto i primi soccorsi dai medici, i quali hanno constatato delle serie ustioni sui corpi delle ragazzine. Altri due cacciatori in zona hanno visto le luci misteriose che li ha spaventati non poco ed addirittura uno dei due ha preferito non proseguire la caccia.

I fenomeni sarebbero iniziti almeno 2 giorni prima quando anche in Argentina e piu' precisamente a Buenos Aires molti residenti hanno visto luci colorate nel cielo.

Fonte: DiaroDoPara.come.br

Ndr: Ulteriori dettagli sono al vaglio e siamo in attesa di piu' informazioni che se interessanti aggiorneranno la notizia.

fonte: http://www.baab.it/digdug/index.php?mod=read&id=1225811943

Nessun commento:

Posta un commento