" Blog ...sconsigliato a persone impressionabili, minorenni e a chiunque teme di allargare i propri orizzonti ! "

mercoledì 27 maggio 2009

Voliamo?

E ORA SI VOLA

Quella sera andò a dormire e nel sonno cominciò a sognare.

Si trovò a passeggiare in un parco, il sole splendeva scaldando tiepidamente la pelle e l’aria fresca aveva il profumo del nettare dei fiori in primavera. Gio si fermò e si sedette in mezzo ad un prato. Era in pace con sé stesso e in assoluta tranquillità.

Ad un tratto vide avvicinarsi due bambini mano nella mano, un maschio e una femmina.

-Ciao! Come ti chiami?

Chiese la bimba. Era vestita con un abitino bianco, aveva i capelli lunghi e splendenti e un sorriso raggiante. Il bambino, invece, era un po’grassottello e bassoccio, ma dall’aria simpatica.

-Gio e voi?
-Io sono Fiordiluna e lui è Bastiano.

In quel momento Gio si rizzò in piedi con gli occhi sbarrati. Possibile che io abbia davanti a me l’Infanta Imperatrice di Fantasia e Bastiano Baldassare Bucci, il bimbo che leggeva La storia infinita?

-Siamo proprio chi pensi tu!

Disse il maschietto.

-Ma allora sono in un sogno?
-Che importa?
-Già! Che importa?

Risposero uno dopo l’altra Fiordiluna e Bastiano.

-Ti va di fare una passeggiata con noi?
-Mmm… sono un po’confuso… ma sì!

Quando sarebbe ricapitato a Gio di fare una passeggiata con due personaggi di uno dei suoi libri preferiti? Era un sogno? Beh, valeva la pena gustarselo prima che finisse.
I due bambini lo presero per le mani e cominciarono a camminare insieme.

-Sai Gio, ho solo una vaga idea di quello che vorrei dirti, ma lascerò che l’istinto parli per me e mi guidi parola dopo parola e frase dopo frase.
-Avete un messaggio da darmi?
-E’arrivato il momento di andare oltre lo sconforto, oltre la critica e oltre la rabbia.

Disse Bastiano in tono serio.

-Caro Gio secondo molti siamo vicini a qualcosa di grosso, a qualcosa simile ad una catastrofe.
-Ma noi siamo qua a dirti –paradossalmente- di essere ottimista, di sorridere e gioire, perché toccando il fondo non si avrà più nulla da perdere, non si avrà più paura di perdere qualcosa, perché non ci sarà più nulla da perdere.
-Che intendete dire?

-L’universo è pieno di Luce, ma spesso siete occupati a giocare col buio.
-Troppo spesso lasciate che parassiti e pessimi pensieri creino sofferenza.

Gio cominciava a capire di cosa stessero parlando.

-Tuttavia a chi si comporta da parassita non conviene, perché si rende ancora più privo di Coscienza perdendo definitivamente sé stesso, il suo vero Essere, e soprattutto chi può aiutarlo ad elevarsi.
-Ma di chi state parlando?
-Di chi ruba, di chi vive sulle spalle degli altri, di chi uccide, di chi violenta, di chi giudica, di chi critica, di chiunque metta qualcuno nelle condizioni per poter soffrire.
-Capisco, ma ognuno non crea forse la propria realtà? Ognuno non è forse responsabile di ciò che gli accade?
-Sì, certo! Ma gentilezza, amore e compassione sono gli strumenti per giungere al paradiso in terra, e chi se ne dimentica diviene inesorabilmente strumento dell’ombra. Anche chi non ha fiducia nell’ESSERE UMANO e nelle sue risorse e possibilità!
-Avete paura! Avete convinzioni così sballate e poco utili!!
-La percezione… la percezione e i pensieri che ne fate conseguire creano il mondo in cui vivete. Rifletti sul potere differente che date ad eventi opposti: quando vedete qualcuno che è scortese o maleducato, qualcuno che non rispetta l’ambiente e la terra, quando venite a conoscenza di uno sgarbo, un furto, una violenza o un’ingiustizia che pensieri avete?
-Beh, che il mondo va a rotoli, che non ci si può fidare di nessuno, che pare impossibile cambiare le cose.
-Già! E il bello è che lo dite con grande convinzione…
-Ma perché sembra proprio così! E’ demoralizzante vedere che anche con tutti i più buoni propositi succedano così tante cose che generano sofferenza e rancore!
-Mi stai dicendo che tu SEI SEMPRE DI ESEMPIO? Che manifesti sempre saggezza e consapevolezza? MI STAI DICENDO CHE TU SEI SEMPRE CIO’ CHE SEI VERAMENTE?
-No… certo hai ragione…

-In ogni caso non fare quella faccia! Sorridi! Puoi ESSERE più di ciò che già manifesti, l’ultimo dei nostri propositi era quello di colpevolizzarti e adesso capirai anche meglio dove vogliamo arrivare. Molti di voi sono convinti che il mondo vada a rotoli, e lo sono ancora di più quando vedono ingiustizie e comportamenti poco corretti da parte di altre persone.
Ma… ora ti chiedo: che reazione hai quando vedi un atto di gentilezza? Quando qualcuno ti fa un favore? Quando qualcuno ti dedica il suo tempo? Quando senti che, durante una guerra o dopo una catastrofe naturale, migliaia di volontari si danno da fare per chi è in quel momento in una condizione disagiata?

-Che sono cose belle, solo che…
-Solo che… cosa? Che non bastano? Che non bastano mai? Ti rendi conto che la gentilezza e l’amore, la positività e i sorrisi di “poche” persone stanno facendo in modo che il mondo non vada a rotoli come dicevi poco fa? Queste “poche” persone non solo cambiano il mondo, ma lo stanno proprio salvando! ORA!
Per favore spiegami come mai se vieni a conoscenza di un gesto riprovevole o di un’ingiustizia “il mondo va a rotoli”, e se invece vedi un gesto nobile o un grande atto umanitario “comunque è tutto inutile, e non basta per cambiare le cose”? Noti l’incongruenza e il valore estremamente differente che date a eventi opposti?
-Hai ragione e non avevo visto la cosa in quest’ottica fino a questo momento.
-Ti faccio un altro esempio…
un poveretto pazzo, deviato e magari nemmeno troppo intelligente può riuscire ad attorniarsi di altri poveretti invasati, manipolare a poco a poco decine di persone, poi migliaia e poi milioni e arrivare a instaurare una dittatura, nella quale tutti obbediscono al padrone delle loro menti.

Pare invece che sia impossibile che una persona intelligente e di animo gentile possa infondere fiducia ed entusiasmo, creare un movimento di uomini e donne volenterosi che partecipino attivamente e coerentemente al benessere collettivo, ed infine ricoprire un ruolo di “potere” all’interno della società. Ti rendi conto di come ragioni? Di come ragionate?


Gio si sentiva come se avesse guardato il mondo e ciò che lo circondava con occhiali dalle lenti sporche e ora vedeva le cose con una chiarezza nuova, come se si fosse diradata improvvisamente una nebbia che offuscava i suoi pensieri e le sue convinzioni.

Bastiano, che era stato in silenzio per un po’, riprese la parola.

-Divieni consapevole del tuo potere! E fallo il prima possibile! Rifletti! Con quante persone vieni in contatto in una giornata? E in una settimana? Qualche decina? Centinaia? Migliaia?
Quante opportunità hai di manifestare ciò che SEI? Quante opportunità hai sprecato in passato? Quanto puoi influire sugli altri con un sorriso, una buona parola, un gesto? In un sistema, in una rete se cambia un solo tassello, un solo nodo, irrimediabilmente cambia il sistema, cambia la rete stessa. Puoi essere un virus positivo, puoi essere contagioso con l’entusiasmo e la gioia, davvero!!
-Sì Gio –si inserì Fiordiluna- tu e tutti potete esserlo! Potete ESSERE! Non c’è da fare pulizia fra manager, governanti, presidenti… un popolo di persone coscienti, consapevoli e oneste si ritroverà necessariamente una guida o un leader che gli assomiglia. Il cambiamento di Coscienza è opportuno che avvenga nella gente, nel popolo alla sua base.
-Molti si convincono che il potere debba essere per forza in mano al “male”, e questo è ciò che create.
-Ricordi cosa scriveva Richard Bach?
-Mmm… sì… “E’ una leggenda messa in giro da chi ha il potere, che contro il potere non si possa fare nulla. Poche persone determinate possono cambiare il mondo”.
-Perché non ci credete? Credeteci e dimenticate la paura. Tramite la paura vi fate manovrare come marionette!
-Guardati intorno: ti piace qui?
-Sì, è molto bello!
-Può essere così ovunque! I media vi infestano la mente, la paura vi inquina i sentimenti…
-Ma siamo qua per dirti che ogni catastrofe è l’alba di una nuova era, nelle quale le persone non desiderano più avere il potere, ma ESSERE libere e quindi ESSERE il POTERE.
-E’ arrivato il momento di andare oltre l’essere schifati, indignati, arrabbiati verso qualche poveraccio che detiene il potere.
-Hai mai provato pena e pietà per chi fa del male? Lo sai che chi fa il male ha solo paura perché non si ricorda chi è veramente?
-Queste creature si sentono inferiori e piccole ed è per questo che cercano riconoscimenti, fama successo e soldi. Sono persone prive di loro stesse, sono prive di coscienza.
-Chi ha coscienza, anzi chi E’ Coscienza può sbagliare, commettere errori e opere immonde, ma arriva un momento nel quale guardandosi allo specchio si chiede chi E’ VERAMENTE, si vergogna, si perdona e poi si fa perdonare per le cose sciocche e orribili compiute.
-Quelli che voi chiamate potenti non ne sono in grado, non ne hanno la capacità, sono emotivamente infantili.
-Ma noi ti diciamo: vai oltre il risentimento e prova pena per loro, o piuttosto prova indifferenza, ma non sprecare energie odiando chi è cosmicamente immaturo, non se lo merita e tu non meriti di buttare via linfa vitale nell’odio. So che è assurdo e paradossale, ma ringraziale poiché tramite loro capisci CHI SEI e che direzione hai da prendere per ESSERE come veramente vuoi ESSERE.
-Tramite loro vedi ciò che non SEI e non vorresti ESSERE, hai visto quanta luce c'è in te, e quanta luce puoi ancora ESSERE.

Giò si fermò, e guardò il cielo. Era un cielo di un azzurro che c'è solo nei sogni, era un cielo che c'è solo in un mondo fantastico dove non c'è bisogno di leggi per far si che le persone si comportino rispettosamente, dove l'importante non è avere ragione, ma ESSERE FELICI, un mondo in cui la gente non è schiava del proprio lavoro, ma si ricorda innanzitutto di vivere, un mondo in cui ognuno fa il necessario per sé e per gli altri, un mondo in cui conta ESSERE e non apparire, un mondo in cui ognuno ama innanzitutto sé stesso e poi di conseguenza ama gli altri. Era il cielo di un mondo parallelo in cui l'unica religione esistente è la GENTILEZZA.

Giò si commosse e una lacrima gli scese lungo la guancia. Si abbassò e Fiordiluna e Bastiano lo abbracciarono.

-Grazie.

Giojazz



fonte:
http://sentistoria.freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=8592259

^_^

Nessun commento:

Posta un commento