" Blog ...sconsigliato a persone impressionabili, minorenni e a chiunque teme di allargare i propri orizzonti ! "

giovedì 29 settembre 2011

Nuove foto nella galleria sculture


La galleria "sculture" si arricchisce ^_^ : www.catbastet.it

colgo l'occasione per ringraziare tutti/e per il supporto e l'incoraggiamento.

^_^ ***

domenica 18 settembre 2011

Piccolo punto di vista riguardo alle abductions oggi

Dopo molto tempo ritorno sul tema abductions (rapimenti alieni) e MILABS (MILitary ABductions, intendendo con questo termine azioni effettuate da figure umanoidi dai tratti molto "umani", vestite in un modo che generalmente ricorda certe divise militari con tanto di armamenti), tema scottante che, grazie a Corrado Malanga, ad una cerchia di collaboratori ed a tutti coloro che hanno combattuto, in forme diverse, tale fenomeno o l'hanno persino usato, è stato in questi ultimi anni sempre più conosciuto.

Grazie a questa mutua condivisione sempre più persone hanno trovato risposte. Altre invece hanno tentato, per vari motivi e con scarsi risultati, di infangare tali ricerche ed i risultati ottenuti, attaccando in più modi coloro che cercano una soluzione e divulgano i risultati della loro personale ricerca.
Infine abbiamo episodi in cui alcuni adotti ed ex-addotti (e/o presunti tali) sono apparsi in televisione, mostrando una parte infinitesimale del problema, storpiato per questioni (vogliamo presumere) di puro intrattenimento.

Ma non è qui che mi voglio fermare. Il gossip non fa per me e chi mi conosce da tempo lo sa.
Vado oltre; ormai seguo l'evoluzione di tale ricerca da un punto di vista diverso da qualche anno fa. Continuo le mie ricerche a 360° - quando posso e ho abbastanza elementi - ed espongo il mio punto di vista sulla base delle mie esperienze e conoscenze, senza pretese se non quella di poter comprendere un giorno qualcosa di più poichè, a tutt'oggi, pur avendo avuto prove "toccate con mano", questo ancora non mi basta.
Ancora oggi, parlando con chiunque delle mie esperienze, preciso che la mia è solo una condivisione.
Oggi non mi interessa più essere creduta, non mi interessa più dimostare qualcosa a chicchessia.
Oggi cerco solo di ricostruire il puzzle, sapere chi sono, esprimermi, cerco solo la verità, qualunque essa sia.
Ancora oggi sostengo che, per quanto Malanga possa avere ragione o meno, chi vive determinate esperienze ne conserva i traumi, ha una vita impossibile, un'esistenza allucinante.

Quando ci si libera poi è anche peggio, ma dura poco. E' come lasciare la strada vecchia per la nuova ^_^ niente di più.

Ci vuole solo un po' di pazienza, fare attenzione a dove si mettono i piedi, evitare di ricadere in errori già fatti o peggio, di ritornare sulla vecchia strada, una strada che ti incatena per sempre, in cui non hai alcuna via di scampo. Allora serve molta pazienza, ci si devono rimboccare le maniche e dare ascolto finalmente al vero sé, tirando fuori il proprio coraggio e se serve anche la propria rabbia per vincere la paura ed andare avanti, liberi, senza più freni a mano o bastoni fra le ruote.


Chi torna indietro, purtroppo, cade in un circolo vizioso ancora più invischiante di prima.

Oggi come oggi affronto la vita, che non è certo tutta rose e fiori ma sono semplicemente io, finalmente.
Sono viva, piango e rido, sono libera dai sensi di colpa, se cado mi rialzo, se non faccio centro ci riprovo e così via.
Finalmente vivo, con i pro e contro che questo comporta ma di certo in modo infinitamente migliore di prima, questo grazie al lavoro (attraverso il quale ho fatto tutto un percorso usando tutto ciò che era disponibile alcuni anni fa) di Corrado Malanga e di quanti hanno collaborato con lui, grazie a tutte le persone meravigliose che ho conosciuto.

E' comunque difficile entrare nello specifico così, in poche righe, visto che tale fenomeno coinvolge completamente la sfera personale a tutti i livelli. Il fenomeno delle abductions è vasto, complesso e ricco di sfumature poichè ogni persona è diversa, poichè causa del fenomeno sono più fattori, fisici, psicologici e chissà quali altri. Quindi solo rimboccandosi le maniche e dandoci dentro chiunque di voi può arrivare ad avere le risposte che cerca, se la cosa è veramente di suo interesse e vuole davvero capirci qualcosa. Può arrivare persino alle prove, che ormai da anni sono sotto agli occhi di tutti, o meglio, di chi le vuole e le sa vedere ^_^

sabato 10 settembre 2011

Il nuovo sito www.catbastet.it

Il nuovo sito www.catbastet.it è da questo momento on line, grazie a Massimo Del Genio ^_^
sono immensamente felice per diversi motivi, oggi è stata una giornata grandiosa, ho terminato un'altra opera, "Marilyn"

altre foto sono visbili nella galleria http://www.catbastet.it/index.php/gallery/modelling.html

Grazie ^_^

sabato 18 giugno 2011

Le sale per "6 giorni sulla terra"

Varo Clementini-Venturi:

Ragazzi, grazie a chi è già andato a vedere il film, grazie a chi lo ha capito ed apprezzato, ma grazie anche a chi nn lo ha capito, e/o nn apprezzato. Però vi chiedo, senza falsi pudori: a chi vuole prima o poi andarlo a vedere, andateci, se vi è possibile, in questo weekend. E' l'unica possiblità di mantenere il fim in sala. Se nn superasse la prima settimana, dovrete aspettare il dvd tra mesi e mesi...

fonte:
http://www.facebook.com/photo.php?fbid=10150285300345342&set=o.113844727533&type=1&ref=nf

link al sito: http://www.6giornisullaterra.info/

martedì 31 maggio 2011

Abduction: scettica realtà di Corrado Malanga

Nonostante tutti lavori pubblicati, le interviste rilasciate, le idee esposte, le testimonianze accumulate, la letteratura messa a disposizione, c’è ancora qualcuno, e sono in realtà in molti, a pensare che il problema degli alieni non esista. Premesso che non è nostra intenzione convincere nessuno perché il nostro lavoro può essere tutto tranne che  una campagna di proselitismi, ci chiediamo come mai la gente non capisca l’importanza delle cose che diciamo  e non riesca a carpirne la facile ed  immediata evidenza.

Le ragioni sono molte. La più evidente di tutte è legata al fatto che la gente comune, non avendo coscienza sufficiente,  crede a tutto quello che la TV gli racconta, crede alle immagini, ai filmati, ai discorsi di chi ritiene credibile. Lo ha detto il medico, lo ha detto la TV, lo ha detto Berlusconi, dunque deve essere vero.

Non si tratta nemmeno di un problema di cultura perché mi sento egualmente dire: lo ha detto la fisica, lo ha detto la religione, lo ha detto il tal premio Nobel, il grande economista, il Papa.

La gente crede alle persone che dicono cose ma non ha nessuna voglia di informarsi personalmente. Così capirebbe che le persone che “dicono” sbagliano perché sono ignoranti o in mala fede. Ma è più comodo delegare gli altri a farsi gestire e dunque se la fisica dice che gli alieni non possono venire su questo pianeta  perché perdere tempo a credere che questa cosa sia in realtà non vera?

Molti mi scrivono dicendo che hanno visto  alcune interviste che ho rilasciato su youtube dalle quali percepiscono che dico un sacco di fesserie. Il problema è legato al fatto che queste persone hanno effettivamente visto alcune delle mie interviste su youtube ma non hanno letto niente di quello che ho scritto e non hanno preso visione della bibliografia scientifica che ho messo a disposizione. Perché?

Perché fa fatica pensare con il prorpio cervello ed è più semplice pensare con quello di chi comanda. E’ anche vero che da tempo ho trascurato il dialogo con la  scienza attuale e con le televisioni pensando che il mio interlocutore fosse il popolo e non  il potere. A questo punto c’è stata una prima fase in cui ho saturato Internet con le mie idee ma nessuno se ne prendeva cura se non la gente che leggeva e capiva. In un secondo istante le persone che erano state cresciute a pane e regole si sono chieste come mai tanta gente seguisse le mie idee, ed hanno cominciato a pensare,  dentro di loro,  che queste idee potessero essere vere. Ma la loro cultura considera queste idee un pericolo per se stessi. Dire che ci sono gli alieni e dire che la gente è o non è animica, sostenere che la chiesa è un inganno e che non esiste il dualismo, sarebbe stato tremendo perché avrebbe  potuto significare l’annichilimento delle personalità, basate sulla sicurezza dettata dall’esistenza  delle regole.

Poi ci sono alcune persone che,  qualsiasi cosa gli  dici,  sono contro. Esse sono rappresentate bene da  un meta programma della Programmazione neurolinguistica e si riconoscono subito perché  quando  le  incontri  e  gli  dici  “Buon giorno”  loro  ti  rispondono “NO!”.

Questo articolo prende spunto da uno di questi.


Scarica il PDF

lunedì 30 maggio 2011

Nota di Corrado Malanga

Ritorno al futuro: cosa accadrà fra qualche ora, quando il film “6 giorni sulla Terrà” uscirà ufficialmente nelle sale cinematog

pubblicata da Corrado Malanga il giorno lunedì 30 maggio 2011 alle ore 1.10
 
Il film che Varo Venturi ha diretto e prodotto con la mia consulenza, è stato etichettato da alcuni come un film di fantascienza italiano. Altri hanno detto che si tratta di genere horror e ciò è accaduto solo perché qualcuno ha visto un trailer o alcuni spezzoni non ufficiali del film.
Ovviamente devo sottolineare come bisogna osservare sia che l’opera non è affatto un film di fantascienza e nemmeno un film di genere horror ma è un film verità.
Per esempio chi vi verrà a dire che questo film rappresenta una occasione persa dal cinema italiano per imitare il grande film di fantascienza americano, sbaglia totalmente perché Varo Venturi ed io non abbiamo né avevamo l’intenzione di copiare la grande filmografia statunitense, piena di effetti speciali e di cow boy che prendono a pugni gli alieni che vogliono invadere il nostro Pianeta.
Nulla di tutto questo. Questo film infatti non solo non compete con la filmologia statunitense che, in certi casi, è meglio non copiare affatto, ma descrive quello che veramente accade ad un addotto che viene parassitato da una specie aliena che si installa dentro di lui.
Non una storiella alla ET con gli alieni buoni e nemmeno una stupidaggine alla Independence Day, ma un film in cui gli alieni sono oltre che fuori, anche dentro di noi, un film dove si vede cosa accade ad un addotto incapace di capire  la sua situazione, un film in cui si mostra la potenza dell’ipnosi regressiva nella battaglia contro gli alieni, un film in cui si vede come le autorità che ci comandano vogliono fare in modo che queste tematiche non vengano trattate correttamente, un film in cui la Chiesa fa finalmente la figura che deve fare in quel contesto.
Un film che attraverso la fiction racconta una realtà sui fenomeni adduttivi che mai nel mondo nessuno si era sognato di raccontare.
Il personaggio che nel film mi rappresenta, è sicuramente diverso da me ma lui come me non è creduto né dal mondo scientifico né dagli stessi ufologi, se nel film lui rischia la vita, a me nella realtà hanno tagliato il volante della automobile qualche anno fa. Se  lui ha a che fare con una donna addotta, legata ad una potente famiglia massonica a me succede anche questo nella realtà, se il personaggio che mi interpreta trova  una chiave di lettura per risolvere il problema delle adduzioni con l’uso di alcune frequenze, io nella vita ho fatto la stessa cosa. Se la seduta di ipnosi nella fiction può apparire un esorcismo a me nella vita questo accade quotidianamente.
L’unica cosa che non posso sapere se accadrà veramente è l’esito finale del film perché quello che la fiction ha previsto, noi non lo abbiamo ancora vissuto anche se lo abbiamo da tempo progettato e sarà oggetto dei prossimi articoli che pubblicheremo sul nostro sito di www.ufomachine.org
In parole povere ci stiamo effettivamente lavorando.
Dunque un film del genere darà sicuramente molto fastidio a tante persone. Alla politica che ha tentato di mettere i bastoni fra le ruote alla realizzazione ed alla sponsorizzazione del film, ai gruppi ufologici italiani che si sentiranno come pesci fuor d’acqua e che continueranno a sostenere che gli alieni sono buoni e ci vogliono tanto bene, come per esempio categorizza il CUN (Centro Ufologico Nazionale), attraverso le sue deliranti affermazioni. Il film non piacerà ai poteri di quella massoneria che da sempre, in Italia, crede che la conoscenza non debba essere per tutti e che il popolo debba essere lasciato nell’ignoranza. Non piacerà ai preti ed alle loro chiese perché il film categoricamente sostiene che quelli che i religiosi chiamano Demoni e Dei, altro non sono che alieni e pertanto, di loro, semmai è la scienza che si deve occupare e non la Chiesa.
Va da se che il film verrà contestato da chi crede che esistano gli Dei che combattono  i Demoni e non si è accorto che Demoni e Dei sono coloro che schiavizzano l’uomo dall’eternità. Saranno contro di noi tutti quelli che non vogliono credere che Dio è dentro di noi perché tutto ciò li renderebbe per sempre responsabili delle loro azioni e non si potrebbe più dare le colpe ed i meriti a forze esterne all’uomo. I servizi segreti non saranno contenti perché dimostreremo che siamo in mano ai poteri alieni legati alle forze dei potenti colluse con i gruppi massonici mondiali.
Avremo contro tutti quelli che credono che Anima è di tutti ed anche quelli che credono che Anima non esista perché inconsciamente sanno che ciò non è vero.
C’è la fuori una grande quantità di gente che aspetta l’uscita del film per potergli sputare addosso. Ed ecco che tutti si trasformeranno in critici cinematografici dell’ultima ora. Qualcun altro, che pensa di essere critico cinematografico ma sfortunatamente appartiene ad una delle categorie che abbiamo menzionato, tenderà a confondere l’idea della critica con l’essere contro l’idea stessa.
Come fidarsi di un critico che sosterrà che il nostro film è un film di fantascienza  che vuole scimmiottare  i film  americani? Come fidarsi di chi dirà che il film contiene una trama non lineare o mal concepita solo perché avrebbe voluto vedere  gli alieni con l’astronave ed il raggio distruttore, ben visibile di fronte a lui, mentre il film propone l’idea di un alieno interno, ed invisibile in cui ci si potrebbe inconsciamente incarnare?
Come fidarsi di chi dirà che il film ha una trama insulsa solo perché quella trama va contro le proprie aspirazioni e le proprie esigenze personali?
Questi signori stanno per scagliare le loro armi contro di noi perché in realtà ci stanno dando ragione in quanto hanno paura della realtà delle nostre idee mostrate nel film.
Il nostro target non è però quello di ingraziarci una critica ma è quello di raccontare una storia alla gente, in un modo in cui non era mai stata raccontata prima. In fondo la critica risponde al potere che la governa mentre  il popolo risponde solo a se stesso e noi non siamo interessati alla critica ma alla risposta della gente.
Ma noi, tutto questo, già lo sappiamo e ve lo segnaliamo prima che accada, sperando sempre che ci sia qualche critico che invece conosca sia come si fa un film sia cosa sia una abduction e che si ricordi come  un film, a volte, ha cambiato la storia.

sabato 21 maggio 2011

Ailyn


bambola alien doll  "Ibrid BJD" posabile... frutto della fantasia, dell'immaginazione,di antiche leggende e racconti,
avventura iniziata a dicembre 2010 e terminata il 19 maggio ^_^ creazione/realizzazione in porcellana fredda e paste sintetiche,
colori acrilici con strati di oro e madreperla con l'uso di cristalizzante per occhi e bocca,
altre foto al momento solo disponibili dal mio profilo in facebook ^_^

venerdì 20 maggio 2011

6 Giorni sulla Terra, il sito è on line

ed ecco il link al sito del film di Varo Venturi
" 6 Giorni sulla terra"

giovedì 28 aprile 2011

prossime novità

Ci sono cose che cambiano lentamente, altre in talmente poco tempo, un battito di ali, che può essere di tutto e di più ^_^
rivalutando tante cose,
rimettendo asieme i pezzi che nelle varie ricerche ed esperienze di questi ultimi anni sono saltati fuori a comporre un quadro sempre più ampio, sempre più particolareggiato, a volte duro, amaro, doloroso,
altre meraviglioso, talmente bello da far sparire ogni ombra e ogni dubbio, ogni dolore, la solitudine, attraverso la conoscenza, la consapevolezza e la presa di coscienza però anche lasciando che la vita sia, così come è, un equilibrio dinamico continuo, dove forse ognuno di Noi ha al collo un cartello con scritto: "Lavori in corso"...

gli attacchi non sono mancati, niente di nuovo sotto al sole, cose per cui penso sia meglio lasciare andare, ciò che avevo da dire in merito a certe cose accadute in passato e di rilaccio a queste nei mesi scorsi le ho dette, null'altro ho da aggiungere e a niente mi serve pensarci o riprendere, ciò che di buono c'era è stato tratto, a chi ora chiede ...non c'era, mi spiace, preferisco dedicare tutta me stessa ad altro che a sterili e inutili cose, polemiche, minestroni rimestati a tal punto da essere un gorgo che ti risucchiano, li conosco forse abbastanza per evitarli anche quando c'è chi continua a crearli avendo paura di nominarmi e attraverso le mezze-bugie su di me per attaccare o screditare Malanga (...e non solo) o in altri coloriti modi usati fino ad ora ^_^

quindi chiuso questo capitolo, voltando pagina, da anni ho dei progetti, dei sogni, come ognuno di Voi, ho dedicato a un certo punto, dal 2004, tutto il mio tempo libero a comprendere e alla ricerca della verità cosa che continuerò a fare,

ora è l'inizio di una nuova svolta, in cui sto mettendo asieme tutto ciò che sono e conosco, ho esperito ed imparato, un 360° vasto e continuamente in ampliamento, crescita, ecc.
per cui ad esempio perchè non unire tutto questo in qualcosa di unico in quadri, realizzazioni ...
è a questo che mi sto dedicando da novembre, un lavoro prima di tutto fatto con la testa, il pensiero, l'immaginazione, tante emozioni e tutto il resto, tutto ciò che ognuno di noi è !
poi... passando ai fatti con i primi bozzetti, appunti ecc. fino ad arrivare all'azione, al fare, strumenti e materia ^_^
cosa questa che porta alla "c-re-azione" di qualcosa di vecchio e nuovo allo stesso tempo, gli archetipi e infinite altre sfumature rimescolati e mischiati ...scavati, plasmati, ecc.
perchè non farlo o perchè farlo mi sono chiesta per molto tempo,  bene per tutto questo tempo non-ho fatto o ho fatto pochissimo ora ... ^_^ azione !
ed il cuore va a mille, si sente o meglio si vive momenti in cui tutto è chiaro, tutto è meraviglioso e...
...tutto il resto svanisce per lasciare posto al nuovo !!!


un caro saluto ^_^

6 Giorni sulla Terra (6 Days on Earth)



(Official Promo) Ispirato alle scoperte del Prof. C. Malanga
http://www.youtube.com/watch?v=nOX3HeYGjIQ&feature=player_embedded


6 giorni sulla Terra. Bolero Film punta al Fanta-Horror made in Italy


"Gli alieni non arriveranno dal cielo. Sono già dentro di noi" … Con questo slogan l'Italia si appresta a ospitare nei cinema gli extraterrestri.
S'intitolerà 6 Giorni Sulla Terra e verrà distribuito nei cinema italiani a partire dal prossimo 27 maggio. Di cosa si tratta, esattamente? Di sicuro di  un'onda anomala per quanto riguarda il nostro Bel Paese, che di rado si lascia travolgere da contaminazioni fanta-horror. Per nostra fortuna, ogni tanto qualcuno si ricorda anche di provare a fare scelte coraggiose.

Bolero Film, che già in passato ha dato dimostrazione di credere a plot decisamente avvincenti (ricordate Lasciami Entrare?), non si nasconde dietro il trend delle commedie e tira fuori dal cestino quello che, ci auguriamo, possa spingere gli occhi dei produttori e di altri distributori nazionali su pellicole di natura inquietante.

Un team di coraggiosi ricercatori affronta l’inquietante fenomeno delle alien abductions (rapimenti alieni) conducendoci nella shockante realtà nascosta per millenni dietro le quinte della storia.
Basato su rivoluzionarie teorie scientifiche che abbattono i confini dei nostri “credo”, horror e fantascienza vengono qui messi in controfase, lanciando una provocazione…
L'opera è prodotta dalla Deus Film in collaborazione con Ennio De Diminicis, che per l'occasione ha partecipato in qualità di produttore associato. La regia è di Varo Venturi, boss della Deus Film, sulla sceneggiatura scritta a sei mani con la collega produttrice Luisa Maria Fusconi e lo sceneggiatore Giacomo Mondadori.

Note di Regia

Quando si parla di cinema fantascientifico e horror si pensa subito alle grandi produzioni hollywoodiane, che trattano gli argomenti UFO, Alieni, o Angeli e Demoni, utilizzandone principalmente gli elementi che consentono la massima spettacolarità, spesso in film “videogame” con una narrazione “fiabesca”, a volte buonista a volte catastrofica o terrorizzante, quasi sempre superficiale. Di contro il mondo scientifico continua il suo incessante impegno nella ricerca di spiegazioni logiche a questi temi, evidenziando sempre di più il fenomeno “Alien abductions” (Rapimenti Alieni), soprattutto in questi ultimi due anni, cioè subito dopo la genesi di questo film.

Alcuni scienziati, tra cui l'italiano Corrado Malanga, dopo aver elaborato per anni analisi e dati — basati sulle reali testimonianze di miriadi di persone di ogni età, sesso e ceto sociale, che sotto ipnosi hanno rivissuto l’incancellabile esperienza del rapimento — sono giunti ad un incredibile conclusione: alcune razze aliene, in un programma che dura da millenni, impiantano le proprie “memorie attive” nel cervello dei rapiti, usandoli come contenitori, per poter “operare” in questa dimensione, con l’obiettivo finale di modificare geneticamente l’umanità e adattarla al proprio DNA, onde sfruttarne completamente l’indistruttibile energia (Anima) e rendere così le proprie specie “immortali”.

Questa teoria sembra finalmente chiarire tutto: il problema non verrebbe solo, fisicamente, dal lontano spazio; semmai risiede già in questo mondo, ma soprattutto risiede nei confini della nostra mente, dove quelli che Jung chiama “Archetipi” e le chiese “Angeli e Diavoli”, forse sono esseri di altre dimensioni, che possono sopravvivere al di qua (e al di là dello spazio e forse del tempo) “possedendo” la psiche umana, addormentandone la coscienza per poter “vampirizzare” quell’energia (Anima) che solo l’uomo sembra possedere in questa parte di universo.


Così magicamente si spiegano secoli, millenni di arte dove vediamo personaggi umani che dialogano, combattono, adorano, temono entità di diverse fattezze, cornuti rettiloidi alati e non, biondi angeli, protettivi in candide vesti bianche, o armati e severi, santi sospesi nel cielo, draghi, Dei antropomorfi e non, piccoli uomini verdi, fate, ecc. Come dimostrano chiaramente le iconografie egizie, sumere, maja, babilonesi, greco romane, indiane, cinesi, ma anche nella più recente arte sacra cristiana, ebraica, musulmana, ecc., fino ai cartoon, ai comics, ai videogames dei giorni nostri.

Ma inevitabilmente il concetto di "identità" viene messo seriamente in discussione, in nome di una visione dell'uomo in termini "progettuali"; uomo (o essere umano) contenitore di anima (che salirà in cielo, si salverà, o si perderà, si dannerà, verrà venduta, ecc.) possibile contenitore di personalità aliene, o altre personalità, giustificando tecnologicamente molti dei misteri legati all'esoterismo e alla spiritualità — reincarnazione, visioni, apparizioni di entità religiose e non, spiriti guida, miracoli, profezie, scritture sacre, ecc. — così come ai misteri della nostra mente: dejà vu, schizofrenia, disturbi della personalità, ecc.

Ecco l’idea che mi ha dato la forza di realizzare con mezzi indipendenti un film, considerabile di fantascienza (che qui chiamiamo “realscienza”) attraverso i nuovi veri eroi del cinema contemporaneo, gli scienziati — cercando di approfondire concretamente i contenuti e illuminare “neo-realisticamente” uno scenario finora chiuso nel buio delle nostre paure collettive (oggi più che mai) e nei meandri della storia della nostra civiltà e dei suoi Miti.
Suggerendo, tra le righe della sua struttura narrativa, una nuova visione della storia di questa umanità, e del perché i poteri occulti oggi, e da sempre, si combattono per il controllo di essa.


Così, attraverso una “avventura esoterica” compressa in un brevissimo arco di tempo grazie alla sua dinamica di action-noir, i protagonisti — un’equipe di ricercatori/ufologi si trovano ad affrontare uno straordinario caso di “possessione aliena” ambientato a Roma, città chiave nelle storie che si muovono intorno alla sottile soglia tra il visibile e il non visibile.

In un film che grazie alle nuove tecnologie di ripresa ad alta definizione e alle potenzialità informatiche di post-produzione audio/video, accanto ad una narrazione realistica, offre effetti speciali innovativi e animazioni 3d curate da artisti digitali (provenienti da film come Avatar e District 9, proponendo una visione "concreta" di fenomeni in genere ritenuti fantastici.

Per questo Sei giorni sulla terra si è prestato naturalmente alla realizzazione anche in lingua inglese, che sta già provocando interesse nel circuito internazionale.

fonte: http://www.horrormagazine.it/notizie/5820/



6 Giorni sulla Terra (6 Days on Earth) 
(Official Promo) Ispirato alle scoperte del Prof. C. Malanga
http://www.youtube.com/watch?v=nOX3HeYGjIQ&feature=player_embedded

Speciale 6 Giorni sulla Terra

Ciao a tutti!
Nel precedente articolo dedicato al film 6 Giorni sulla Terra (Capitani di Venturi ndr.) abbiamo annunciato grandi novità. Ebbene, ora queste novità sono ufficiali e confermano l'uscita del film a Maggio. Questo mese è stato pubblicato uno speciale nel numero 30 di X Times con pezzi scritti da Corrado Malanga, Antonello Bartolomeo e dal sottoscritto, corredato da numerose foto.

X Times 30Eccovi l'editoriale scritto da Lavinia Pallotta:

"6 Giorni sulla Terra", finalmente!

Per quanto raramente, talvolta capita, nella vita di un direttore di una rivista di "informazione alternativa", di poter aprire l'editoriale con una buona notizia. A  Maggio, infatti, uscirà nelle sale "6 Giorni sulla Terra", film molto atteso dalla nostra Redazione e da numerosissimi interessati alla tematica dei rapimenti alieni, ispirato alle ricerche del professor Corrado Malanga e diretto dal coraggioso Varo Venturi.
Lo speciale che vi presentiamo questo mese nasce da una forte volontà di sostegno che la nostra rivista vuole dare a quest'opera, più unica che rara, che per la prima volta porta sul grande schermo l'interferenza aliena e non solo, secondo gli studi di un ricercatore italiano che si sono dimostrati più completi e più complessi addirittura di quelli dei colleghi americani, almeno a nostro avviso. Dunque non un film che parla di alieni piegandosi ai desideri - imposti il più delle volte - del potere, ma un film autonomo, libero, vero, che non per questo, naturalmente, rinuncia al fascino della fiction e della suspense.
Questo mese vi presentiamo il primo servizio ad esso dedicato, grazie alla collaborazione dello stesso Varo Venturi, di Corrado Malanga, di Massimo Del Genio e di Antonello Bartolomeo, con suggestive immagini dell'opera in anteprima.

fonte: http://ufocast.ufomachine.org/blog-puntate/redazione/97-speciale-6-giorni-sulla-terra.html

mercoledì 23 febbraio 2011

L'Universo a Colori TCT


Nei precedenti articoli abbiamo parlato del Triade Color test (TCT) e di come si possa utilizzare questa semplice simulazione mentale per ottenere una mappa della salute non solo mentale ma animico spirituale del soggetto che stiamo esaminando.
In particolare, avevamo tracciato le linee guida di come utilizzare gli spazi mentali di Pulver per ottenere risposte inconsce ma spontanee dal soggetto esaminato, che mostrassero il rapporto che lo stesso aveva con le sue tre componenti (anima, mente e spirito) all’interno del suo contenitore (corpo).
La posizione, il colore, la grandezza così come altre caratteristiche delle tre sfere che si illuminavano nello spazio mentale costituivano la radiografia interna del prorpio stato di salute. L’interpretazione che ne avevamo fornito fino ad ora era una interpretazione archetipale basata sugli studi di Pulver e Luscher ma anche sulla PNL.
Su questa base tale interpretazione, come sovente accade, viene lasciata anche alla capacità inconscia del lettore del test di interpretare le posizioni ed i colori delle sfere in modo decisamente simbolico ed archetipale.
In questo contesto tuttavia nascevano delle perplessità su alcune tipologie di costellazioni archetipali (i modi di disporre ed i colori delle sfere) che non potevano essere facilmente identificati da coloro che per mancanza di sensibilità non erano in grado di identificarne i significati inconsci che il soggetto, sottoposto all’esercizio, tentava subliminalmente di comunicare, attraverso la risoluzione del test stesso.
Per questo abbiamo sentito l’esigenza di elaborare un criterio visivo facile da applicare a tutti i casi che, in mano di tutti, può rappresentare una utile e generale, chiara, inequivocabile chiave di lettura del test.
Tale criterio, come vedremo presto, ha inoltre fornito la possibilità di comprendere ancor meglio la presenza di sistemi parassitanti anima, mente o spirito, siano essi legati alla sfera degli alieni o semplicemente legati a parassiti incorporei che sovente si agganciano alla mente ed allo spirito dei soggetti animici trasformandone il carattere e relegandone il comportamento all’interno di schemi di tipo paranoico o schizofrenoide.
Va infatti a questo punto sottolineato come abbiamo potuto notare, in tutti questi anni, come alcuni dei soggetti che indagavano su se stessi con l’idea di trovarsi di fronte ad una vera e propria interferenza aliena, erano invece soggetti ad interferenze di esseri che con la vera adduzione nulla avevano a che fare. Parassiti extracorporei che, evidentemente spinti dall’idea di nutrirsi dell’energia animica, si agganciavano al sistema triadico utilizzandone le risorse interne.
L’esistenza di questi parassiti era già stata indicata da molte culture sciamaniche, da Castaneda alla Blavatsky e, le nostre indagini, non hanno fatto altro che evidenziarne l’esistenza che, davanti alla nostra iniziale incredula osservazione, si è manifestata in tutta la sua realtà.
La presenza di questi parassiti, che peraltro non avevano molta coscienza di sé, produceva, nei soggetti esaminati, patologie che tendevano ad alterarne il comportamento sociale, provocando solitamente forti depressioni, comportamenti ansiogeni, sentimenti auto lesivi, disistima verso sè stessi.

Il TCT rispondeva in questi casi, dove il TAV (Test di Autovalutazione per l’analisi di presenza di interferenza aliena) dava risposta negativa, in maniera soddisfacente mostrando una forte interferenza nell’analisi dei colori delle tre sfere corrispondenti ideicamente ad anima, mente e spirito che si chiedeva di creare mentalmente, in uno spazio interno, in una apposita simulazione mentale, che prendeva appunto il nome di TCT.
Se da un lato l’identificazione del significato archetipale della posizione e delle dimensioni delle sfere era de facto stabilito dalle regole della PNL e dal Pulver, diveniva più complesso stabilire il significato ideico dei colori delle sfere stesse con precisione assoluta per identificare la patologia che eventualmente caratterizzasse il soggetto esaminato, sia esso fosse sottoposto ad adduzione, a semplice parassitaggio o fosse legato a disagi di natura mentale.
Per poter comprendere il significato profondo del TCT e per poter dimostrarne la sua potenzialità dobbiamo prima di tutto comprendere il profondo meccanismo con il quale il soggetto esaminato stabilisce inconsciamente i colori delle tre sue identità.


pag 14/35
Anima del secondo creatore.
Un‘altra tipologia (costellazione), a cui assistiamo frequentemente, è data da un‘Anima gialla, uno Spirito rosso ed una Mente blu.
L‘Anima gialla dipende dal Secondo Creatore e la Mente può divenire blu solo se parassitata da qualcosa che abita nel quadrante del Secondo Creatore.


lunedì 31 gennaio 2011

E... bolle, bolle, bolle... ci son cose talmente cotte e stracotte, tirarle fuori e liberarsene è la cosa migliore !!!

L'ultimo articolo di Corrado Malanga

Il Frattale della Stupidità



"Sono anni che osservo il comportamento degli esseri umani e sono anni che cerco di capire come mai le cose che accadono in alto accadono anche in basso. Per esempio le stesse cose che accadono nella nostra politica sono quelle che denotano l’andamento delle politiche del Dipartimento di Chimica dove Lavoro.

Un Dipartimento in fondo è come un piccolo stato. C’è chi comanda e chi ubbidisce, chi governa e chi si ribella al comando, chi ha i soldi ed il potere e chi non conta nulla. Le strategie di sopravvivenza dei nostri politici sono esattamente ricalcate dai nostri professori universitari, dai professori associati e dai ricercatori seguiti dalla marmaglia dei così detti precari. I precari sarebbero nella società contemporanea come gli operai della Fiat. Non hanno un lavoro fisso e li stanno per licenziare a meno che non accettino di lavorare gratis.

Per esempio Marchionne come dirigente Fiat decide di salvare il bilancio della azienda e chiede ai suoi lavoratori di partecipare ad un referendum dove si chiede di dire di si alla sua politica che assicura un posto di lavoro senza diritti e con minor stipendio oppure di rifiutare con la minaccia di perdere il posto di lavoro. Così succede esattamente ai nostri ricercatori universitari dove gli si chiede di lavorare gratis per sempre e senza aumenti dello stipendio (verranno infatti bloccati gli scatti di anzianità sullo stipendio dei ricercatori) e senza prospettive di carriera.

Gli operai della Fiat dicono all’azienda che così facendo l’azienda fallirà e i ricercatori universitari dicono al governo che così facendo l’università muore. Non ci sono proposte di automobili nuove per la Fiat e nemmeno di ricerche nuove per l’università."


scarica il pdf al link

seguono alcuni miei interventi scritti in FaceBook in merito a questo e ad una nota di Massimo del Genio:

scritto circa 18 ore fa
"condivido ed aggiungo in riferimento a quanto sopra e quanto brillantemente e chiaramente esposto da Max e nell'articolo appena pubblicato da Corrado Malanga ( Il frattale della Stupidità - http://ufomachine.org/blog/tempi-moderni/275-il-fr...attale-della-stupidita.html ) in cui tra i link riportati si legge sul forum di Sentistoria tutta una serie di "affermazioni" imprecise, in cui si mescola verità e menzogna fra cui un chiaro riferimento alla sottoscritta che dopo aver messo in evidenza alcuni "meccanismi" ed aver visto e vissuto sulla mia pelle, chi era veramente "chi" all'epoca mi cancellai da sudetto forum per poi riscrivermi per seguire solo le testimonianze degli addotti e mantenere un contatto con i vecchi amici per poi ritrovarmi senza alcun motivo e spiegazione bannata come molti altri,
.
ciò che si vede e si legge in questi casi nasconde una fitta rete, scambi ed esperinze privati in cui ognuno riporta dal suo punto di vista le cose e spesso... le storpia o gli giungono già storpiate, raramente c'è chi va direttamente alla fonte e sente tutte le campane ^_^ o si rende conto di come certe persone giocando certe carte ti faccia sentire in certi modi o ti usi manipolandoti;
.
a questo punto che dire su Be.Ni et similia, ho sempre fatto ricerca indipendente mostrandomi disponibile a collaborare e a condividire e con il tempo scremare i vari contatti tra cui alcuni che mi sono stati "suggeriti" a forza giocando ad esempio sul fatto che il mio pc aveva grossi problemi e poichè, detta in poche parole, rendendomi conto di certe cose e non facendo quello che loro volevano hanno avuto come risposta/reazione/azione quella di attaccarmi su più fronti arrivando a mettermi in bocca parole non dette o cose storpiate ^_^

senza contare poi che in quel periodo si era tutti nella stessa barca (forum Alienati) mentre ora fa comodo mettere le cose in modo diverso, che tali personaggi facevano leva sulla prima cosa che potesse essere l'opportunità di agganciare un addotto (nella chat di "Barbara") e nella messaggistica privata per poi cercare di circuirlo con proposte alettanti o nel mio caso arrivando a fare certe avance ecc. e certi comportamenti, una volta che hanno mostrato la faccia, i loro veri intenti e vistosi sputtanato/a ha pensato bene di sputtanarmi attaccandomi su più forum, minacciandomi ecc.
.
hanno trovato in me un osso duro, come risposta ho continuato a portare avanti le mie ricerche e a mettere la mia faccia sopra al nik Catbastet70, ho aperto un blog da cui sparivano post interi e constrigendomi ad aprire quello che c'è tutt'ora (http://percorsidellessere.blogspot.com/), ricercatrice indipendente che raccoglie e condivide solo con certe persone tra cui Corrado Malanga a cui sono infinitamente grata per gli strumenti che allora aveva messo a disposizione di tutti con cui ho preso coscienza e consapevolezza della mia situazione e con i quali ho ripreso in mano la mia vita liberandomi dalle diverse interferenze, grata perchè ha messo a disposizione di tutti il suo lavoro che come ha sempre detto è un "work in progress" e per tutto quello che continua a fare ed estendendo questa gratitudine ai suoi collaboratori, non mi ritengo una collaboratrice di Malanga nè una sua "seguace" ma semplicemente un "operatrice/osservatrice/ricercatrice" indipendente,
grata perchè sin dall'inizio Corrado Malanga mi ha spronata a contnuare ad usare la mia testa ^_^
.
replicare a questo tipo di attacchi di solito è cosa che evito, ho di meglio da fare ma in questo caso quanto bolliva in pentola in questi anni ed ho avuto modo di toccare con mano mi ha portata a fare questo intervento, alla fine continuano a tirarmi in ballo... con i soliti sistemi ormai palesi ^_^
quando iniziai le ricerche mi ritrovai a dover fare slalom tra migliaia di informazioni e attacchi a questo o a quello, non è stato facile scremare ma ho sempre cercato di usare la mia testa e il mio sentire, scremando, andando alle fonti e cercando la semplice verità, tutto il resto viene da sè, non sono mai stata sotto alla guida di nessuno ma ho trovato opportunità, persone Vere, vantaggi ed esperienze in cui a volte mi sono anche scottata.
.
In conclusione... in questi casi posso solo appoggiare quanto è stato portato alla portata di tutti afinchè ognuno poi possa valutare con la propria testa e informarsi prima di tutto.
.
In un'altro degli ultimi articoli poi proprio Corrado Malanga ha affrontato il tema delle identità mancanti, questo per chi segue da anni queste vicende e ricerche è cosa piutosto chiara e lampante che porta certe persone a ricadere o a mettere in piedi cose che poi hanno, da quanto ho potuto notare in questi anni, la tendenza a scoppiargli in mano, è stata una loro scelta, se non si comprende perchè certe cose non sono state divulgate significa che non si hanno compreso molte altre cose, eppure è tutto alla luce del sole almeno tutto quello che serve per farsi un buon e preciso quadro della situazione... e poi è facile incolpare ed attaccare gli altri :D"

scritto circa 15 ore fa:
"penso che la maggior parte delle persone che hanno (veramente) certe espererienze arrivino in un forum con intenti diversi tra cui forse anche sfogarsi ma personalmente ritengo non sia la cosa principale ^_^
poi di "squali" ce ne sono ovunq...ue ma a volte solo avendoci a che fare, conoscendoli, li conosci ed agisci di conseguenza (escludendo chi si gira dall'altra parte o si tiene le fette di salame sugli occhi ...chiusi)
^_^"

scritto circa 13 ore fa:
"@ Bliss
anch'io conservo degli ottimi ricordi di quel forum, non ho mai fatto di tutta l'erba un fascio ^_^
è uno dei "luoghi" che mi hanno dato tanto, dove ho trovato e conosciuto persone meravigliose e dove mi son fatta le ossa per tante ...altre cose, per il resto ti quoto in toto ***
^_^"